Miro Patocchi
LUGANO
14.02.20 - 11:310
Aggiornamento : 12:51

Un incidente e torna la voglia di studiare. Oggi è a un passo dalla maturità

La storia di Miro Patocchi dimostra come le strade della formazione professionale possono essere infinite. Lui ha fatto una scelta

LUGANO - La formazione professionale ti puo’ aprire tante strade. Molte di queste saranno protagoniste a espoprofessioni, la fiera che si terrà a Lugano dal 9 al 14 marzo. Scegliere una via da percorrere non è sempre facile. 

Miro Patocchi ha 22 anni  ha scelto quella che l’ha portato alla SPAI di Locarno per ottenere la maturità professionale come disegnatore metalcostruttore AFC.

Miro, il tuo è un percorso formativo particolare. Ce lo spieghi?
«Alla fine delle medie, dopo alcuni stages in ambiti diversi, ho scelto l’apprendistato di metalcostruttore perché mi piaceva lavorare con le mani e “strusavo” con i motorini. Dopo un anno in una ditta di Peccia, ho deciso di partire per il cantone Argovia dove ho terminato il tirocinio. Era in una piccola azienda che mi ha permesso di apprendere la professione dalla A alla Z. Sono purtroppo stato vittima di un infortunio alla schiena che mi ha fermato per quasi due anni». 

Cosa è successo a quel punto
«Ho cambiato ancora e ho iniziato un apprendistato come disegnatore metalcostruttore alle Officine Ghidoni. Grazie all’esperienza con la prima formazione sono riuscito a concludere il tirocinio in soli due anni e mi è tornata la voglia di studiare. Così mi sono iscritto a questa scuola, anticipata da alcuni corsi propedeutici serali. Mi sono messo di buona lena e ora sto finalmente facendo la maturità professionale. Ho quindi imparato sia la parte pratica sia quella teorica, gestionale e logistica del lavoro».

E poi quali strade si aprono per te?
«Per esempio, con un altro anno-passerella, potrei accedere alle università di tutta la Svizzera. Mentre in modo diretto mi si aprono le SUP come la Scuola universitaria professionale lucernese ed è quella nella quale mi iscriverò. In questo senso mi torna utile anche il tedesco imparato in Argovia».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Coronavirus: in Ticino altri tre casi
Le persone ricoverate negli ospedali a causa del covid-19 restano due
CANTONE
1 ora
La scuola "ai tempi del Covid-19" piace più agli allievi che ai docenti
Il loro carico di lavoro è aumentato, così come quello dei genitori. Si sono sentiti sotto pressione e/o ansiosi
ORIGLIO
2 ore
«Sono centinaia, ce li troviamo quasi in casa»
Il sindaco Alessandro Cedraschi sulla presenza di cinghiali vicino al Paese: «Continuiamo a sollecitare il Cantone».
CANTONE
4 ore
Un brutto male nei rubinetti
Si chiama clorotalonil, è vietato in Svizzera perché cancerogeno. Ma in alcune località del Mendrisiotto sfora i limiti.
LUGANO
4 ore
Cassarate, si cercano volontari per ripulirne le sponde
Dopo il successo dell'appuntamento di luglio si riparte per «rendere bello e vivibile il nostro bene pubblico».
GAMBAROGNO
11 ore
«Il mio Rodolfo non merita di finire così»
Waldis Ratti, 63 anni, "piange" per lo storico ristorante di famiglia. Un patrimonio che rischia di svanire.
SANTA MARIA (GRIGIONI)
13 ore
«Quando il treno è affollato, cedo il posto e mi siedo per terra»
Nella “sua” Calanca la chiamano tutti “Robi” ma lei è la donna forte delle ferrovie svizzere.
ASCONA
15 ore
«Per chilometri legata alla borsa della padrona»
L'animale, zoppicante e in evidente stato d'incuria, non avrebbe nemmeno la possibilità di fare i suoi bisogni.
OSCO
18 ore
La vittima dell'incidente di Osco è stata identificata
Ieri la Polizia aveva chiesto a eventuali testimoni di farsi avanti.
FOTO E VIDEO
LUGANO
21 ore
Prima del Gran Consiglio, contro le politiche del DI di Gobbi
Presidio "antirazzista e per il rispetto dello stato di diritto", a partire dalle 12, davanti al Palazzo dei Congressi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile