Immobili
Veicoli
tipress (archivio)
LUGANO
13.02.20 - 18:460
Aggiornamento : 20:40

Aeroporto, Sergi attacca e Borradori risponde

Da una parte l'MpS parla di «licenziamenti abusivi». Dall'altra la risposta è: «Se la votazione passa saranno stralciati»

LUGANO - «Licenziamenti abusivi» e «logica ricattatoria». Il coordinatore dell'MPS, Giuseppe Sergi, ribadisce il proprio punto di vista in merito alla procedura di licenziamento collettivo dei 74 dipendenti dello scalo il CdA di Lugano Airport. «Un discorso ricattatorio, ma anche falso - sottolinea ai microfoni di Radio Ticino - perché, anche nell'ipotesi di una continuazione, è risaputo che solo una ventina degli 80 posti di lavoro verrebbero ripristinati. Quindi sono dei licenziamenti belli e buoni».

Sull'aspetto legale aggiunge: «Il modo in cui sono stati intimati i licenziamenti è contrario alle norme previste dal codice delle obbligazioni. Ci sorprende che addirittura degli avvocati e un ex giudice come Zali, che sono nel Consiglio di amministrazione, non conoscano le procedure nel caso di licenziamenti collettivi».

Dal canto suo, il sindaco di Lugano Marco Borradori cerca di smorzare i toni: «Più che a noi toccherebbe a chi sostiene queste tesi giuridiche un po' da azzeccagarbugli rassicurare i collaboratori dell'aeroporto». «Noi - prosegue - abbiamo parlato con loro prima di mandare le lettere. Abbiamo sempre parlato di licenziamenti cautelativi tra virgolette. Non quindi come termine giuridicamente valido, ma per far comprendere la situazione. Il succo del discorso è che se si vince la votazione del 26 di aprile, questi licenziamenti sono da considerarsi come mai avvenuti. Nessuno vuole giocare con i collaboratori».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Pochi decessi, ma «il numero dei contagi resta rilevante»
L'Ufficio del medico cantonale sulla situazione pandemica: «Molto dipenderà dalla variante circolante in futuro»
CONFINE
13 ore
Frontalieri italiani, l'accordo avanza
La commissione economia e tributi del Nazionale promuove la riforma fiscale (quasi) all'unanimità
CANTONE
16 ore
La marcia di chiusura dei Centri vaccinali: «Affrettatevi ad iscrivervi»
Il rallentamento delle richieste ha portato le autorità a ridimensionare progressivamente il dispositivo
CANTONE
18 ore
Identikit dell'astensionista ticinese
Chi è, che lavoro fa, cosa ha votato e perché non vuole votare più. Lo studio dell'Università di Losanna
BELLINZONA
19 ore
La capitale è ancora più grande
A fine 2021 sotto l'ombra dei Castelli abitavano 44'530 persone, ovvero 474 in più rispetto a un anno prima.
CANTONE
20 ore
Altri due decessi in Ticino, dieci nuove quarantene nelle scuole
Negli ospedali si contano quattro Covid-pazienti in meno, per un totale di 173.
CHIASSO
23 ore
«Insultata e minacciata solo per aver svolto il mio lavoro»
Finita più volte al centro di un polverone mediatico, la dottoressa Mariangela De Cesare ha voluto “vuotare il sacco”.
FOCUS
1 gior
I detenuti che non vogliono uscire
Il reinserimento sociale è un problema, per chi è dietro le sbarre. Tanto che molti preferiscono rimanerci
LUGANO
1 gior
«Non era il pianto di mia figlia»
Una 90enne luganese vittima dei "falsi poliziotti". Racconta come ha morso la foglia
CANTONE
1 gior
«Una relazione moralmente inappropriata, ma legale»
«Si è trattato di una relazione consenziente, e lei aveva 16 anni», si è giustificato il Governo.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile