Keystone - foto d'archivio
CANTONE
07.02.20 - 13:050

Gli oneri sociali percepiti da Varano restano un mistero

Il Consiglio di Stato risponde dopo cinque anni all’interrogazione di Robbiani. Ma c’è la protezione dei dati

BELLINZONA - Era stato soprannominato il re delle bionde perché contrabbandava sigarette in Italia e in Europa, importandole illecitamente dal Medio Oriente e dal Brasile. Nel dicembre 2014 quello che fino all’anno precedente era stato tra i 10 latitanti più pericolosi d'Italia, si è costituito. Michele Antonio Varano, calabrese di Centrache (Catanzaro), da tempo viveva in Ticino. Aveva richiesto e ottenuto l'assistenza sociale. Ai tempi "Il Quotidiano" aveva parlato di 60mila franchi in tre anni.

Un caso che aveva fatto molto scalpore qui e oltreconfine. E per il quale Massimiliano Robbiani, il 5 dicembre 2014, aveva inoltrato un’interrogazione. Il leghista voleva i numeri. Puntava a capire quanti soldi il boss delle bionde aveva incassato dal Ticino.

La risposta del Cantone è arrivata due giorni fa. Ma di numeri nemmeno l’ombra. «Il Consiglio di Stato non può rispondere alla domanda, tenuto conto del segreto d’ufficio e delle disposizioni vigenti in materia di protezione dei dati».

L’occasione dell’interrogazione viene sfruttata anche per ricordare che non viene fatta distinzione circa la cittadinanza nella concessione dell’assistenza. Sono previste tre istanze di verifica interne all’Ufficio del sostegno sociale e dell’inserimento: all’inoltro della domanda, in collaborazione con i partner interni ed esterni all’Amministrazione vengono accertate le informazioni; al momento del rinnovo si verifica se la situazione del richiedente è mutata; in seguito a segnalazioni esterne possono essere avviati ulteriori accertamenti. «Non sempre il percepimento di aiuti sociali costituisce di per sé un motivo di revoca del permesso di soggiorno».

La concessione dell’assistenza è un calcolo finanziario «che non dipende da precedenti penali», conclude il Consiglio di Stato. Robbiani si domandava infatti se agli stranieri venisse richiesta una copia del casellario giudiziale nel momento della richiesta. «Le prestazioni assistenziali strettamente indispensabili non possono essere rifiutate, anche se l’interessato è personalmente colpevole del suo statuto».

TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
12 ore
Sulla mobilità lenta le polemiche corrono veloci
I Verdi attaccano il Municipale Simone Gianini per un presunto conflitto d'interesse fra due cariche «non compatibili».
CANTONE
14 ore
I radar risparmiano solo la Leventina
Ecco le località che saranno oggetto di controlli della velocità mobili e semi-stazionari.
FOTO
CASTEL SAN PIETRO
16 ore
Schiacciata da un furgone, grave una 49enne
L'incidente è avvenuto in via Alle Zocche a Castel San Pietro.
CANTONE
16 ore
Torna il sereno nelle case anziani: visite in camera e uscite consentite
Dal 1. marzo adeguate le direttive per le strutture della terza età e per le cliniche psichiatriche
FOTO E VIDEO
AIROLO
18 ore
Guasto alla seggiovia di Varozzei, nove persone evacuate in elicottero
Operazione di salvataggio, questa mattina, nel comprensorio sciistico di Airolo-Pesciüm.
FOTO E VIDEO
RIAZZINO
19 ore
Perde il rimorchio e colpisce un'auto
L'incidente è avvenuto stamattina alla rotonda dell'aeroporto di Locarno.
CANTONE
19 ore
Gelata sulle terrazze
La decisione presa dopo che non è stato possibile trovare un compromesso tra Berna e i Cantoni interessati
LUGANO
20 ore
"Cittadini" contro il Polo: «Pronti a sostenere il referendum»
Secondo l'associazione il progetto del Polo sportivo e degli eventi è «colossale, complicatissimo e dal costo enorme»
CANTONE
21 ore
Covid: 48 positivi di giornata e una classe in quarantena
Il provvedimento ha toccato la Scuola elementare di Morbio Inferiore.
CANTONE / BERNA
22 ore
Occupazione: in Ticino -10'000 posti
Il nostro Cantone è quello che più ha risentito della crisi legata alla pandemia.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile