deposit
CANTONE
24.01.20 - 16:320

Coronavirus, in Ticino siamo pronti?

Il medico cantonale Giorgio Merlani incontra gli enti d'intervento per elaborare un protocollo. «Niente panico»

LUGANO - Il coronavirus non è ancora arrivato in Europa - non ufficialmente, almeno - ma il panico l'ha preceduto. Merito dell'attenzione mediatica, ma anche delle misure mastodontiche applicate da Pechino. E in Ticino? Per ora nei pronti soccorsi non si registra un assalto da psicosi collettiva, fanno sapere dall'Eoc.

Delle misure concrete, tuttavia, sono già in preparazione. L'Ufficio federale di sanità pubblica ha tenuto ieri una conferenza a distanza con tutti i medici cantonali, compreso quello ticinese. Lunedì è in programma una riunione in Ticino con 16 enti d'intervento: ambulanze, pronti soccorsi, specialisti di igiene. 

Lo scopo: condividere informazioni sulle procedure da adottare, nell'eventualità di casi sospetti. «Abbiamo già dei protocolli validi per questo genere di situazione, che però vanno adattati alla singola malattia» spiega a tio.ch/20minuti il dottor Giorgio Merlani. «Dove vengono mandati i campioni? Che tipo di analisi occorrono? Parliamo di un'eventualità molto remota, ma dobbiamo essere preparati».

Sui rischi per la popolazione ticinese, il medico cantonale parla chiaro: «Vanno evitati gli allarmismi. Al momento non c'è motivo di preoccuparsi». Anche perché il coronavirus «di base è uno dei virus che causano il raffreddore, niente di nuovo o di devastante» assicura Merlani, che ricorda epidemie del passato - Sars, Mers, Zika - i cui effetti alle nostre latitudini «sono stati nulli o comunque molto contenuti».

Dalle misure estreme adottate dalla Cina, Merlani trae un motivo in più per tranquillizzarsi: «È segno di un atteggiamento collaborativo, non stanno sottovalutando il problema come successo in passato in altri casi» osserva l'esperto. Niente panico quindi. E se verrà il momento di preoccuparsi «saremo pronti e avviseremo la popolazione» conclude. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CURIO
11 ore
Cede un pannello di legno, gravi ferite per un 49enne
L'infortunio è avvenuto questo tardo pomeriggio in un'abitazione privata di Curio.
CANTONE
11 ore
Quando le recinzioni sono trappole letali per la selvaggina
In Svizzera si stima che ogni anno migliaia di animali muoiano a causa dei mezzi di cinta.
AIROLO
11 ore
Lo scatto che gli salvò la vita
Vent'anni fa Oliviero Toscani entrava in galleria dietro al camion della tragedia
LOCARNO
12 ore
Sparatoria di Solduno, l'ex compagno non poteva avvicinarsi
Prima di esplodere i colpi, il 20enne ha probabilmente rincorso la malcapitata giù per le scale.
CANTONE
14 ore
Più radar nel Luganese che in tutto il resto del cantone
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 25 al 31 ottobre sulle strade del nostro cantone
CANTONE
17 ore
Trasparenza totale in politica: «Giù le maschere!»
Il caso Fidinam-Pandora riporta d'attualità il tema delle «relazioni d'interesse» tra politica e parastato
CANTONE
19 ore
Mobilità e Covid: «È evidente che qualcosa è cambiato in peggio»
Un'interrogazione di Marco Passalia chiede al Consiglio di Stato di chinarsi sulla situazione dei trasporti ticinesi
CANTONE
21 ore
In Ticino 18 positivi e due nuovi ricoverati
I pazienti Covid che necessitano di cure ospedaliere salgono a 11 in tutto.
FOTO
CANTONE
22 ore
«Dentro il tunnel c'era uno scenario apocalittico»
Era il 24 ottobre 2001, quando nella galleria del San Gottardo morirono undici persone in un tragico incendio
CANTONE
1 gior
«Le ragazze non sono tornate»
Da qualche mese i locali a luci rosse dovrebbero aver ripreso l'attività a pieno regime. Ma così non è.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile