Foto lettore
Lo stato disastroso di un vigneto nel Bellinzonese
CANTONE
21.01.20 - 19:000
Aggiornamento : 22.01.20 - 08:01

«Il confinante se ne frega e la mia vigna va in malora»

Storie di ordinario menefreghismo che mettono in ginocchio alcuni viticoltori amatoriali della Svizzera italiana. Intanto, le cantine sono sempre più piene e il prezzo dell’uva cola a picco

BELLINZONA – «Mi trovo in grave difficoltà col mio vigneto. Perché il mio confinante ha lasciato andare tutto a gambe all'aria. E così dalla sua vigna arrivano malattie che intaccano le mie viti. Quest'anno non ho praticamente raccolto nulla». È disperato, un viticoltore del Bellinzonese. Il suo cruccio sta nell'incuria manifestata da parte del suo "vicino". Stessa musica in una località del Locarnese. Una signora racconta: «Avevo una persona che mi curava la vigna. L'ho persa. E sapete perché? Perché il nostro vicino se ne è fregato. Ha lasciato andare in rovina il suo vigneto e non si è neanche preoccupato di mantenere curate le recinzioni. Quindi oltre alle malattie, arrivavano pure animali selvatici». 

La legge parla chiaro – Storie di ordinario menefreghismo, che danneggiano, e non poco, chi ha la passione per la vigna e per la terra. Giuliano Maddalena, presidente della Federazione dei viticoltori della Svizzera italiana, non lo nasconde. «I tempi stanno cambiando, ci sono meno appassionati. Ma la legge parla chiaro. Chi decide di non più coltivare la vigna, deve estirpare i ceppi e tenere tutto pulito. In caso contrario, il confinante ha il diritto di segnalare la situazione sia al servizio fitosanitario del Cantone, sia al Comune. Dopo gli ammonimenti, potrebbero scattare sanzioni». 

In collina le maggiori difficoltà – Maddalena pone l'accento anche su altri aspetti importanti. «Diversi vigneti ticinesi si trovano in collina. Questo presuppone ulteriori fatiche e investimenti per mantenere il tutto in ordine. Casi come quelli da voi citati sono isolati, per fortuna. Ma è innegabile che ci sia una tendenza verso l'abbandono dell'attività».

Cantine troppo piene – Anche perché, a livello finanziario, rende sempre di meno. «Molte cantine sono piene – precisa Sem Genini, segretario dell'Unione contadini ticinesi – e spesso fanno fatica a smerciare i loro vini di qualità. La concorrenza dall'estero gioca un ruolo importante. L'uva, dunque, viene pagata sempre di meno, come è capitato in particolare quest'anno. Ed è già bello se un piccolo produttore riesce a coprire i costi. Quindi, o c'è tanta passione, o si finisce purtroppo per mollare». 

Gli ungulati preoccupano sempre – A volte con conseguenze nefaste per i confinanti. «Il pericolo più grosso è quello dei focolai delle malattie – riprende Genini –. Per quanto riguarda le bestie selvatiche, in particolare gli ungulati, rappresentano un grandissimo, irrisolto, problema. Malgrado gli sforzi che si fanno per ridurne il numero. In generale dovrebbe esserci sempre una recinzione tra un terreno e l'altro. Anche se a volte, purtroppo, questo resta pura teoria. Perché, come detto, i costi di gestione del vigneto sono elevatissimi e il santo spesso non vale la candela». 

Commenti
 
BEA_EBE 1 mese fa su tio
Se ho capito bene che la vigna è quella di via Bonasco davanti alle scuole medie di Giubiasco... Sicuramente Ingegneri Agronomi che lavorano ad alti livelli in AC non ne abitano in quella zona e se vi abitano non hanno visto sicuro nulla.... penso che a un corso di Agronomia insegnino cosa sia una vigna coltivata e cosa no... ma non c'è peggior cieco di chi fa finta di non vedere... (mettete in local alcuni nomi di spessore della Lodevole Sezione dell'Agricoltura e vedrete vi è chi a 100/150 metri di distanza.... non faccio nomi ma commento così Scandaloso!)
Luigi Albanese 1 mese fa su fb
Abbassate i prezzi del vino giacente così riuscite a svuotare le cantine
Le Le 1 mese fa su fb
Se le sanzioni fossero rimborsare la perdita del viticoltore che si impegna, magari questi vicini ci penseranno un po' su invece di fregarsene...
tazmaniac 1 mese fa su tio
abbassate i prezzi di parecchio e tranquilli che le cantine ve le svuotiamo in un attimo... certo che, se devo pagare un merlot, buono sicuro, premiato, sicuro, ma se la bottiglia, dicevo, mi costa 38 franchi, ovvio che la gran parte di ticinesi guarderà altrove...figuriamoci se pensate di venderla all'estero...
pontsort 1 mese fa su tio
@tazmaniac Prova a colorare la vigna e magari anche guadagnarci qualcosa e poi dimmi quanto fai pagare la bottiglia
tazmaniac 1 mese fa su tio
@pontsort e cosa devo dirti, continuate a tenere le bottiglie in cantina.
BEA_EBE 1 mese fa su tio
@tazmaniac Il problema è che il guadagno lo vogliono avere le cantine... quindi cosa fanno per non abbassare i prezzi.... pressiobe sui produttori d'uva.... scandaloso
Maury Bernasconi 1 mese fa su fb
Forse andrebbe migliorato il marketing, svuotando le cantine!
Fulvio Finardi 1 mese fa su fb
Se le cantine sono piene è perchè i produttori sono in pieno letargo m: italiani,francesi, spagnoli continuano a fare AZIONI e OFFERTE interessanti : dal Ticino silenzio assordante sia al dettaglio che nei ristoranti: solo lamentele e zero idee !
Evry 1 mese fa su tio
il NON rispetto e l'arroganza purtroppo sono diventati moda e certi funzionari se ne fregano altamente perchè altrimenti devono lavorare.....
Alessandro Milani 1 mese fa su fb
Passa.un bel bidone di rondup nel suo terreno..gli bruci tutto
Gianluca Febo 1 mese fa su fb
Innanzitutto si dice vicino e non confinante, e poi che ci stesse attento lui alla sua vigna!
Jeanpierre Feinen 1 mese fa su fb
Gianluca Febo innanzitutto confinante si dice eccome, l'italiano e un opzione vedo. E no, non e lui che deve stare attento, se leggessi l'articolo c'è scritto che per legge chi non coltiva piu deve togliere completamente i ceppi ecc per evitare di creare casini ad altri come e successo...quindi se tu fossi un pochino meno egoista in più avessi letto l'articolo, un commento così stupido non l'avresti mai messo 😉
Gianluca Febo 1 mese fa su fb
Jeanpierre Feinen ascolta, confinante si dice per Paesi limitrofi e non per vicini di casa. Comunque scrivi quello che vuoi, io la lingua italiana la conosco fin troppo bene e non perdo tempo neanche a rispondere al resto di quello che scrivi
Paolo Longoni 1 mese fa su fb
“Io la lingua italiana la conosco fin tropppo bene” (cit.) http://www.treccani.it/vocabolario/confinante/ Spoiler: . “Proprietario di terreni attigui”
Jeanpierre Feinen 1 mese fa su fb
Paolo Longoni Grazie non potevo mettere la foto, non mi è venuto in mente di metterci il link.
Simo Hcore 1 mese fa su fb
Gianluca Febo Se non sai come funzionano i vigneti e le leggi che ci girano intono non commentare...Chi ha un vigneto ha diritti e doveri verso il CONFINANTE
Thomas Robbiani 1 mese fa su fb
Paolo Longoni E non dimentichiamo il "che ci stesse attento"! Orrore.
Acenes 1 mese fa su tio
Dopo aver invitato più volte il mio vicino a far pulizia, senza esito, ho preso falce e forbici e ci ho pensato io!
Nadia Peverelli 1 mese fa su fb
Al giorno d’oggi menefreghismo è la parola d’ordine. Mi chiedo se le autorità proposte non possano intervenire a dovere.
Luca Gilardi 1 mese fa su fb
Cola a picco???
Mec Bassetti 1 mese fa su fb
Sono più di sei anni che ho problemi con il mio confinante che non fa nessuna protezione fitosanitaria. Ho avvisato servizio cantonale fitosanitario,cantone,comune,sono venuti a fare un sopralluogo ma nessuno fa niente é una vergogna
Gionata Walker 1 mese fa su fb
Mec Bassetti la protezione fitosanitaria non è obbligatoria, è necessaria ma non obbligatoria.
palagione 1 mese fa su tio
Una tanica di benzina?
Mauro Islup 1 mese fa su fb
Io personalmente ho strappato tutte le mie piante decennali perché purtroppo nessuno mi comperava più il Merlot. Ora converto tutto con americana almeno faccio la grappa.
Maurizio Icardi 1 mese fa su fb
Mauro Islup beh, dipende se il prezzo richiesto era congruo col mercato. Forse non tutti hanno presente che è il mercato a fare il prezzo. Infatti vedo di quelle sparate nei supermercati ticinesi... I ristoranti sono un discorso totalmente diverso.
tip75 1 mese fa su tio
e’ solo un problema di educazione..e oggi è uno dei problemi più importanti per chi invece ne ha
Zarco 1 mese fa su tio
@tip75 Verissimo
Zarco 1 mese fa su tio
@tip75 Essere educati sbagliato nella società attuale! Alle mie figlie ho deciso di insegnare altro ....
Evry 1 mese fa su tio
@tip75 Vero, mancanza di rispetto quale regola fondamentale, ma purtropo ci sonosempre gli arroganti e prepotenti, virtù... che derivano dall'ignoranza.
Luana Jelmolini 1 mese fa su fb
😏 un bagno di diserbante alla vigna del vicino 🤷🏻‍♀️
Simo Hcore 1 mese fa su fb
Luana Jelmolini Così da inquinare anche la tua terra ? 😅
bananasplit 1 mese fa su tio
... non avete mai sentito parlare di biodiversità ... ecco che chi lo applica .... subito messo alla ghigliottina ... non siete mai contenti ... verrà la Greta a mettere a posto il problema :- ))
Peve Debby 1 mese fa su fb
Ranza tu e si arrangia! Che gente senza rispetto!!! Fai su un muro 😂
Charly Ognigiorno 1 mese fa su fb
Normalità del giorno d oggi .. con la lingua fanno tutto coi fatti 0
Yoebar 1 mese fa su tio
Poi ti senti dire, come presa per il culo, anche se si vede chiaramente che il vigneto non viene trattato: No, non è abbandonato, guarda, hanno tagliato l’erba, però il vigneto è malconcio. Lasem pert...... mancanza di professionalità da parte dei servizi di controllo
Giordano Puricelli 1 mese fa su fb
Motoseghe e il problema è risolto
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
SVIZZERA
22 min
Coronavirus: c'è un primo caso, ed è in Ticino
Lo ha comunicato l'Ufficio federale della Sanità. A breve comunicazioni dal medico cantonale
CANTONE
57 min
Niente acqua benedetta, né scambio della pace
La Diocesi di Lugano ha deciso di adottare alcune drastiche misure per evitare il propagarsi del coronavirus
CANTONE
1 ora
«Siamo sommersi dalle chiamate dal Ticino»
Isteria coronavirus. La helpline attivata da Berna è sotto assedio. E Aldi intanto prepara le scorte
LOCARNO
1 ora
Città più pulita del solito con la Stranociada senza usa e getta
Oltre 5'000 presenze al carnevale locarnese che ha avuto luogo lo scorso weekend
CANTONE
5 ore
Vento e una spruzzata di neve in arrivo
Allerta meteo per la giornata di domani con correnti che in pianura potranno raggiungere gli 80 km/h
SONDAGGIO
CANTONE
6 ore
In treno attraverso l'Europa? «Ci vuole un solo biglietto elettronico»
La prenotazione di un collegamento ferroviario che passa da più paesi «è complicato». L'ATA lancia una petizione
FOTO E VIDEO
LUGANO
7 ore
Sbanda e si scontra con un camion, chiusa la Vedeggio-Cassarate
Un SUV con un rimorchio carico di legname si è rovesciato nel tunnel, che è rimasto chiuso per oltre due ore
MENDRISIO
10 ore
La maestra resta... anzi no
Dietrofront dell'asilo per la docente accusata di maniere brusche. Non potrà rientrare fino a indagini concluse
LUGANO
10 ore
«Mediaset addio, e ora mi do ai fumetti in Ticino»
Luca Tiraboschi, per 13 anni direttore di Italia 1, ha scelto la Svizzera per ripartire: «Ora mi godo la famiglia»
CONFINE
20 ore
Coronavirus: deceduto il 62enne ricoverato a Como
Il 62enne di Castiglione d’Adda era stato trasferito nel reparto malattie infettive
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile