Immobili
Veicoli
Tipress
CANTONE
09.01.20 - 09:210
Aggiornamento : 09:48

«I salari calano dal 2008 e il Governo non dà spiegazioni»

Il Gruppo Mps-Pop-Indipendenti sollecita l’analisi sulla situazione delle retribuzioni promessa oltre un anno fa dal Consiglio di Stato

di Redazione
SPI

BELLINZONA - «Anche il 2019 si è chiuso senza sapere cosa ha causato il calo dei salari in diversi rami economici dal 2008 in Ticino». A sollevare la questione è un’interrogazione del Gruppo Mps-Pop-Indipendenti che parla di «fenomeno unico in Svizzera». Una particolarità che affligge in particolare alcuni settori dove «le retribuzioni sono del 30%, 40% e quasi il 50% inferiori ai salari medi nazionali». 

Secondo i deputati Arigoni, Lepori e Pronzini, le ragioni potrebbero essere molteplici:  «Dall’aumento dei posti di lavoro a basse qualifiche, all’assunzione di personale più giovane e con remunerazioni inferiori, al dumping e allo sfruttamento della manodopera, ma palesemente al Consiglio di Stato non interessa fare chiarezza». L’interrogazione si riferisce in particolare ad un rapporto del Consiglio di Stato sulla mozione del 28 maggio 2018 presentata da Matteo Pronzini “Salari in calo in Ticino e differenza con le retribuzioni a livello nazionale: necessario uno studio subito”, in cui il Governo prometteva “un’analisi descrittiva della situazione del nostro Cantone dettagliata a livello di distribuzione dei salari e di struttura, secondo varie caratteristiche” sulla base della Rilevazione della struttura dei salari 2016. «A oltre un anno di distanza - scrivono i tre granconsiglieri - naturalmente dell’analisi nemmeno l’ombra. Da quattro anni si chiede al governo uno studio che possa rispondere a una domanda di fondamentale importanza anche per le scelte di sviluppo economico del cantone».

Oltre a lamentare l’assenza di un’analisi sulle cause del calo, i tre deputati chiedono anche quali studi sul tema realizzati da diverse istituzioni (tra cui l’Osservatorio del mercato del lavoro) sono stati resi pubblici: «Non serve continuare a vantare il numero di CNL adottati in Ticino o l’inasprimento delle misure di accompagnamento perché è evidente che questi provvedimenti non hanno evitato il calo dei salari. Non serve neppure ripetere come un disco rotto che “il tema dell’evoluzione dei salari figura tra le priorità del Consiglio di Stato”».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
POSCHIAVO (GR)
19 min
La Valposchiavo fa il pieno di turisti
Nel 2021 ha registrato oltre 80'000 pernottamenti: un record
CANTONE
8 ore
Nuovi positivi a scuola e nelle case anziani
Sono 17 le classi attualmente in confinamento. Nelle strutture per anziani sono 116, in totale, gli ospiti positivi.
CANTONE
10 ore
Telelavoro, ecco quanti sono i furbetti in Ticino
L'Ufficio dell'ispettorato del Lavoro snocciola qualche numero e spiega: «Si rischiano sanzioni e denunce»
LUGANO
12 ore
In primavera si punta di nuovo sul lungolago (chiuso)
Lo scorso anno la chiusura domenicale è stata un successo. L'iniziativa sarà riproposta a partire da Pasqua
CANTONE
12 ore
Una fattura dal medico del traffico, più di cinque anni dopo
Decine di persone si sono viste richiedere il pagamento dell'IVA (entro 10 giorni) per le prestazioni ottenute nel 2016.
CANTONE
22 ore
Pronzini: «Questa candidatura è una provocazione»
L'MPS chiederà il rinvio della nomina del CdM ad hoc prevista lunedì in Parlamento
CANTONE
1 gior
Caos ferroviario a causa di un guasto
Sulla rete ferroviaria ticinese treni soppressi o in ritardo. La perturbazione è terminata
AGNO
1 gior
La Fiera di San Provino salta (di nuovo)
Per il terzo anno consecutivo il tradizionale evento di Agno, previsto a marzo, non si terrà.
FOTO
CANTONE
1 gior
La moglie faceva il palo, lui contrabbandava prosciutti
Il Tribunale amministrativo federale ha fornito nuovi dettagli sul modo di agire di un contrabbandiere fermato nel 2017.
CANTONE
1 gior
Meno positivi, ma quattro i decessi
I nuovi positivi sono poco più di mille. Cala anche il numero dei ricoveri, ma non nelle terapie intensive.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile