Immobili
Veicoli
tipress (Archivio)
LUGANO
23.12.19 - 15:000

«Ci hanno tolto la Messa di Natale. Perché?»

La delusione della Corale della Basilica del Sacro Cuore: «Proprio quest'anno che la celebrazione è trasmessa in eurovisione non canteremo noi, ma il coro di Massagno»

LUGANO - Una piccola polemica natalizia ha generato dei malumori tra i frequentatori della Basilica del Sacro Cuore di Lugano. Il motivo? La scelta del coro per la S. Messa di Natale.

A lamentarsi sono alcuni componenti della corale della Basilica, da anni protagonisti del sottofondo canoro di questa specifica celebrazione. Ma non questa volta. Proprio l'anno in cui la messa sarà trasmessa in eurovisione. Per l'occasione straordinaria è stato scelto infatti il coro di Massagno, che sarà accompagnato da una piccola fanfara.

«Per anni abbiamo sempre cantato sia la messa di mezzanotte che quella del 25 mattina», sottolineano dalla corale della Basilica di Lugano non nascondendo l'amaro in bocca. Secondo alcuni rappresentanti del coro, inoltre, sarebbe mancata in qualche modo la comunicazione da parte del parroco, Don Italo Molinaro, che interpellato avrebbe tagliato corto senza chiarire il perché di questa scelta.

La delusione non riguarderebbe solo i rappresentati del coro, ma anche chi alla funzione religiosa vi prende parte da "spettatore": «La gente di Molino Nuovo ci vuole bene. È giusto che sappiano che non è dipesa da noi la nostra assenza».

Per capire quale sia l'origine di questo fraintendimento abbiamo cercato di contattare il parroco che, tuttavia, non è stato reperibile per l'intera giornata di domenica.

Da parte loro, i rappresentanti del coro della Basilica sono quantomeno riusciti a trovare una chiave di lettura positiva in tutta questa vicenda: «Almeno canteremo la messa di mezzanotte. Come facciamo da tantissimi anni: con gioia».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Turisti spaventati dai lupi? «Il problema non esiste»
I lupi, contrariamente a quanto affermato da Germano Mattei, non influenzerebbero negativamente il turismo ticinese.
CANTONE
3 ore
Il vaiolo delle scimmie «non è il coronavirus»
Giorgio Merlani tranquillizza tutti sulla malattia: «Per contrarla ci vuole un contatto molto stretto e prolungato».
CANTONE
5 ore
Anche in ospedali, cliniche e case anziani si ritorna (quasi) alla normalità
L’andamento epidemiologico attuale permette di allentare ulteriormente le misure di protezione in atto.
POSCHIAVO (GR)
6 ore
L'amo tocca i fili della corrente: pescatore muore folgorato
La tragedia è avvenuta domenica mattina nel fiume Val Pednal, a Li Curt nel Comune di Poschiavo.
CANTONE/SVIZZERA
8 ore
Fa troppo caldo, anche per lavorare?
La colonnina di mercurio sta superando nuovi record già nel mese di maggio
CANTONE
9 ore
I contadini si scagliano contro il Governo: «A quando l'abbattimento?»
A causa del lupo «anche il turismo sta subendo ripercussioni», così Germano Mattei, fondatore di Montagna Viva.
LUGANO
11 ore
Cede il letto a due profughe e ora dorme sul divano
Patrick Flachsmann, 48enne informatico di Besso, vive in un due locali e mezzo. Ora gli spazi si sono ridotti.
FOTO
LOCARNO
1 gior
Lo street food ha conquistato Locarno
Tanto caldo e tanto movimento al Festival del cibo di strada.
FOTO E VIDEO
CANTONE
1 gior
Le cantine hanno svelato i loro tesori
Si è tenuto il primo dei due weekend di Cantine Aperte, quello focalizzato sul Sottoceneri.
VIDEO
AROGNO
1 gior
Fienile completamente distrutto da un incendio
Intervento dei pompieri, questo pomeriggio, ad Arogno. La struttura annessa a una fattoria è stata ridotta in cenere.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile