Ti-press (Francesca Agosta)
+12
CANTONE
14.12.19 - 19:530
Aggiornamento : 22:09

Processioni, Cassis: «A Pasqua ci ricordate che “la bellezza salverà il mondo”»

Il Consigliere federale è intervenuto in occasione dei festeggiamenti per l’inserimento delle processioni della Settimana Santa nel patrimonio Unesco

MENDRISIO - Il Consigliere federale Ignazio Cassis è intervenuto in occasione dei festeggiamenti per l’inserimento delle processioni della Settimana Santa nel patrimonio Unesco. Per celebrare questo momento storico, la città di Mendrisio ha chiamato a raccolta tutti i cittadini e i simpatizzanti alla cerimonia di scambio degli auguri presso il Centro manifestazioni mercato coperto.

Prendendo parola Cassis ha voluto ringraziare «tutti coloro che per questa vittoria hanno lavorato sodo senza perdere per strada, davanti alle sfide di tutti i giorni, la propria identità. Un pensiero particolare va a Giuseppe Poma, presidente della Fondazione per ben 40 anni: non ha potuto godere di questo successo, ma ne è stato un artefice imprescindibile». Questa tradizione è particolarmente importante perché, citando Dostoevskij, il Consigliere federale è del parere che «a Pasqua ci ricordate che “la bellezza salverà il mondo”».

Il record - Non solo un traguardo, ma anche un record. L’entrata come tradizione immateriale nel patrimonio Unesco delle processioni della Settimana Santa porta una tripletta al Canton Ticino, che con tre patrimoni Unesco – oltre alle Processioni il Monte San Giorgio e i castelli di Bellinzona – è in testa alla classifica nazionale.

Democrazia e dialogo - Le processioni sono state prese come esempio per sottolineare come siano un bellissimo esempio di democrazia della cultura: «Qui a Mendrisio la cultura non è elitaria - continua Cassis - ma popolare e partecipativa. Le processioni sono anche un impressionante esempio di dialogo tra generazioni: da un lato perché coinvolgono persone di ogni ambito ed età, dall’altro perché la tradizione si tramanda nelle famiglie attraverso i secoli».

L’identità - «Per la Svizzera - ricorda il Consigliere federale - le processioni sono la quarta iscrizione nel patrimonio immateriale, dopo la Fête des vignerons (2016), il carnevale di Basilea (2017) e la gestione delle valanghe (2018). Ma non è tutto: abbiamo all’attivo anche due candidature collettive andate a buon fine: l’anno scorso abbiamo ottenuto assieme ad altri 7 Paesi europei il label Unesco per l’arte dei muretti a secco. E pochi giorni fa, assieme alle processioni, è diventato patrimonio immateriale anche l’alpinismo, una candidatura portata avanti da Svizzera, Francia e Italia. Muretti, montagne, vendemmia, maschere, processioni. Non sono fattori secondari, ma tratti distintivi della nostra cultura e della nostra identità. Sono, per l’appunto, veri e propri patrimoni che meritano di essere riconosciuti come tali, in primo luogo da noi stessi, e poi dalla comunità internazionale».

Unesco in Ticino - Il prossimo mese di maggio il Ticino ospiterà la settima riunione interregionale delle Commissioni nazionali per l’Unesco. È la prima volta che questo evento avviene in Europa, e avrà luogo a Lugano, «nel cuore del continente europeo».

Ti-press (Francesca Agosta)
Guarda tutte le 16 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Roberto Giannazzo 9 mesi fa su fb
🙈
Wunder-Baum 9 mesi fa su tio
Bravo ignazio, ben detto !
Ade Gheiz 9 mesi fa su fb
Ora che la poltrona è salva, è sollevato
fakocer 9 mesi fa su tio
S'é l'ha stüdiaa cusé stù Cassis par tirà föra tütt ki parol dificil in un'atim....
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
«Ho una targa che scotta»
Un mistero irrisolto dagli anni di piombo: la pista porta... a una ditta di pulizie del Bellinzonese
FOTO E VIDEO
GAMBAROGNO
1 ora
Due feriti lievi nell'incidente sul piano di Magadino
Il conducente di una Citroën avrebbe tamponato violentemente la Toyota che lo precedeva
TORRICELLA-TAVERNE
3 ore
Strani movimenti nell'ex prigione: ecco cosa succede
Il Naravazz è ufficialmente chiuso nel 2013. Ma puntualmente la popolazione nota curiose attività.
CANTONE
11 ore
Premi 2021: «Loro con le tasche piene, noi bistrattati»
L'esperto di sanità e socialità Bruno Cereghetti: «Un aumento vergognoso che non trova giustificazione»
CANTONE
12 ore
30'000 firme contro l'eutanasia degli animali sani
Sono state consegnate oggi a Daniele Caverzasio, il comitato: «Aspettiamo con fiducia la risposta del Parlamento»
LOSONE
13 ore
Un caso di Covid-19 alle medie di Losone
La classe è stata messa eccezionalmente in quarantena, i sintomi del ragazzo si sono manifestati dopo una gita
CANTONE
14 ore
Rustico in fiamme a Novaggio
I pompieri di Novaggio sono impegnati nell'opera di spegnimento
FOTO
LUGANO
16 ore
Bus doppio prende la rotonda e... ci rimane incastrato
È successo oggi proprio davanti alla stazione di Lugano, il traffico è rimasto bloccato in entrambe le direzioni
CANTONE
17 ore
«Siamo molto delusi, è inaccettabile»
Casse malati, in Ticino è record di rincari. Il Covid non ha abbattuto i premi. La diretta con il direttore del DSS
CANTONE
17 ore
Anche Lugano corre per il WEF
Tra le opzioni al vaglio anche Montreux e il Bürgenstock.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile