tipress (archivio)
CANTONE / BERNA
13.12.19 - 14:330

Negozi: in un anno sono 72 in meno

Commercio al dettaglio in fase di contrazione. In Ticino il dato era in controtendenza, ma non quest'anno

di Redazione
Ats/DM

ZURIGO - Il commercio al dettaglio è in fase di contrazione in Svizzera, perlomeno per quanto riguarda quello stazionario: negli ultimi 10 anni sono stati chiusi 31'400 negozi e ne sono stati aperti 28'600 di nuovi, con una flessione di 2800 unità.

In Ticino meglio, ma non quest'anno - Il Ticino sarebbe in controtendenza (negli scorsi anni ha mostrato la maggiore crescita netta fra tutti i cantoni), se non fosse per il dato registrato nell'ultimo anno, come rivela oggi uno studio di Crif, società attiva nel campo dell'azione antifrode, dei controlli di solvibilità e dell'informazione per aziende e privati.

A livello nazionale gli anni fra il 2009 e il 2015 hanno registrato un calo netto di punti vendita: nel 2016 vi è stata invece una ripresa, confermata anche nel 2017 e nel 2018. Ma quest'anno si è registrato nuovamente un forte divario fra chiusure (2900) e aperture (2300) di attività, spiega Crif, che basa la sua analisi sulle iscrizioni al registro di commercio.

Le disparità regionali sono comunque importanti. In Ticino si osserva la maggiore progressione netta, con 1418 cessazioni e 1670 fondazioni di attività (+252); una tendenza che non è confermata dai dati del 2019 (195 e 123: saldo -72). Il cantone italofono è seguito da Lucerna, Argovia, Friburgo e Svitto.

I Grigioni si confermano invece in linea con il trend nazionale (843 e 705: saldo -138). Particolarmente negativo, con un bilancio di 1000 negozi chiusi al netto, si presentano Berna e Vaud. Zurigo è stabile, perdendo circa 100 unità di vendita.

Le principali chiusure - Il maggior numero di chiusure è stato osservato in Svizzera per i negozi di abbigliamento (2000), le edicole (1700), i generi alimentari (1400), le apparecchiature informatiche e software (1400), gli articoli sportivi (1100), nonché fiori e piante (1000).

Sul fronte delle nuove aperture dominano edicole (2100), abbigliamento (2000), generi alimentari (1800), negozi di fiori (1400), commercio di oggetti d'arte (1100) e articoli sportivi (1000).

A picco i negozi di apparecchiature informatiche - Se si confrontano le cancellazioni con le nuove fondazioni, i negozi di apparecchiature informatiche hanno registrato il calo più marcato, con oltre il 50% di attività in meno. Una crescita negativa è mostrata anche da articoli sportivi e abbigliamento. Sale per contro il numero di negozi di fiori, negozi specializzati di generi alimentari e chioschi.

Molte delle attività appena fondate spariscono velocemente. Il 30% dei 28'600 nuovi negozi aperti nell'ultimo decennio ha dovuto chiudere: un quinto abbassa le saracinesche terminato un solo anno di attività e il 18% dopo due anni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
GORDOLA
6 ore
«Le multe “fioccano” se si entra in contromano»
Il Capo dicastero sicurezza pubblica risponde al gruppo Lega-UDC contro la fotocamera mobile per i controlli
FOTO
CANTONE
6 ore
Con l'acquazzone arrivano anche i disagi alla circolazione
Scontri e allagamenti sulle strade del cantone dopo una pioggia (forse) più sostanziosa dell'allerta di grado 2 diramata
CANTONE
8 ore
Ora parlano le casse malati: «I ticinesi vanno troppo dal medico»
Perché un rincaro così toccherà solo al Ticino? Proviamo a capirlo con Celine Antonini di Curafutura
CANTONE
9 ore
Dopo l’agenda scolastica, l’attacco è al catalogo dei libri
Unione democratica federale si scaglia contro il DECS, colpevole di “indottrinare” gli allievi verso sinistra
CANTONE
12 ore
I fungiatt scatenati sul web
In Ticino il bosco virtuale più affollato si trova in un gruppo su Facebook
CANTONE
12 ore
Carnevale solo per mangiare
Il Consiglio di Stato ha deciso che i festeggiamenti carnascialeschi saranno permessi unicamente in ambito gastronomico
CANTONE
15 ore
Le cliniche non ci stanno: «L'aumento dei premi non è colpa nostra»
La presenza di numerose cliniche private in Ticino non c'entra nulla: «È un pregiudizio ideologico», ammonisce l'ACPT.
LOCARNO
17 ore
Lili Hinstin abbandona il Pardo
Il Locarno Film Festival e la sua direttrice artistica cessano la loro collaborazione
CANTONE
17 ore
Potrai vivere il tuo Ticino fino a San Silvestro
L'azione "Soggiorna in Ticino" prolungata fino al 31 dicembre. Quella "Gusta il Ticino" fino al 31 ottobre.
CANTONE
20 ore
Due tamponi positivi in Ticino da ieri
Nelle strutture ospedaliere ticinesi risultano attualmente ricoverate due persone per il Covid-19
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile