Immobili
Veicoli
tipress
GRAVESANO
05.12.19 - 16:460
Aggiornamento : 20:30

Ars Medica non è sotto inchiesta

La presa di posizione della clinica, sul caso delle "operazioni fasulle". «Non siamo oggetto di procedimenti penali»

GRAVESANO - Ars Medica si chiama fuori. Mentre procedono gli accertamenti su alcune presunte "operazioni fasulle" eseguite da un neurochirurgo, la clinica di Gravesano tiene a mettere i punti sulle "i". E in un comunicato odierno, chiarisce di non essere «oggetto di alcun procedimento» penale né amministrativo. 

Il caso è noto. La Procura ha avviato mesi fa degli accertamenti sul professionista, a seguito della denuncia di alcuni pazienti. Ma «nessun procedimento è stato aperto nei confronti della struttura e del suo personale» ribadisce Ars Medica. 

I vertici dell'azienda e i collaboratori si dicono «fortemente provati» dalla situazione. E parlano di una «ingiustificata sfiducia nei confronti di una struttura riconosciuta come polo di compentenza dalla popolazione ticinese». Auspicando «la conclusione più celere possibile» dell'indagine in corso.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
miba 2 anni fa su tio
Se la clinica ha fatturato al paziente e/o alla cassa malati e ora fa Ponzio Pilato allora mi è tutto più chiaro, alias l'apice della malasanità....
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
8 ore
Il Ceresio è da livello B... una secca da record
Non piove da mesi, il bacino è ai minimi storici e tra i proprietari di imbarcazioni cresce il malcontento
CANTONE
8 ore
Nessun distretto sfugge ai radar
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 31 gennaio al 6 febbraio
CANTONE
11 ore
Droni peggio degli avvoltoi: rischiano di rovinare il nido del Gipeto
«Lasciamo tranquilli questi rapaci» è l'appello lanciato da Ficedula ai disturbatori
FOTO
BELLINZONA
14 ore
Dorme al gelo, lo aiutano e tenta la fuga
Un giovane, al freddo, in un sacco a pelo. È quanto osservato questa mattina di fronte a un negozio in via Henri Guisan
CANTONE/ITALIA
14 ore
Ancora uno sciopero, Tilo fermi domenica in Italia
Disagi per chi viaggerà tra il Ticino e l'Italia domenica. Circoleranno solo gli Eurocity
CANTONE
18 ore
«Don Tamagni si sente come se il mondo gli fosse crollato addosso»
La solitudine del prete in carcere per avere rubato 800.000 franchi. Nonostante tutto, riceve visite e sostegno.
AGNO
1 gior
L'operaio schiacciato da un macchinario è deceduto
Si tratta di un 51enne svizzero domiciliato nel canton Zurigo.
LUGANO
1 gior
Frontaliere, ma «vive in Marocco»
Nuovi dettagli sul caso del presunto prestanome della 'ndrangheta con un piede in Ticino
LUGANO
1 gior
Lugano, dopo anni in calo, diventa più grande
Nel corso del 2021 la popolazione è aumentata di 95 unità.
CANTONE
1 gior
«La cassa nera mi è stata ordinata»
Al Tribunale militare parlano l’ex comandante Antonini e l’ex capo dello stato maggiore delle guardie di confine
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile