Keystone - foto d'archivio
CANTONE / SVIZZERA
26.11.19 - 10:170
Aggiornamento : 11:39

Per Natale candele di cera o Led?

I consigli dell'UPI e della Suva per evitare gli incendi senza rinunciare alla romanticità di questo periodo

di Redazione

BERNA - La fiamma di una candela ed è subito atmosfera natalizia. Ma per evitare incendi in questo periodo è importante adottare tutti gli accorgimenti necessari, restare sempre vigili e seguire i consigli del Centro di informazione per la prevenzione degli incendi (CIPI), dell'UPI e della Suva. «Le ghirlande luminose e le candele LED sono sempre più diffuse e raccomandate come alternativa sicura».

La principale causa di incendio - Le candele non sorvegliate figurano tra le principali cause d'incendio in case e appartamenti su tutto l'arco dell'anno. A chi non vuole rinunciare alle candele in cera si raccomanda di spegnerle sempre prima di uscire dalla stanza. Una candela lasciata incustodita può essere rovesciata da bambini intenti a giocare o animali domestici e dar fuoco a oggetti facilmente infiammabili. Se nonostante tutto dovesse svilupparsi un incendio, bisogna chiamare subito i pompieri e mettere in salvo le persone. Solo in seguito si può provare a spegnere l'incendio. L'importante è non mettersi in pericolo.

LED anche sull'albero di Natale - Nell'ambito del sondaggio 2019, l'UPI ha posto diverse domande in relazione al periodo natalizio. Risultato: l'anno scorso il 58% della popolazione residente in Svizzera aveva un albero di Natale a casa, di cui uno su quattro addobbato con candele in cera. Questo significa che le candele in cera vengono utilizzate solo nel 15% dei nuclei familiari.

I consigli dell'UPI e della Suva per un Natale e un Avvento senza incendi:

  • le candele e le ghirlande LED sono più sicure delle candele in cera;
  • immergere il tronco dell'albero di Natale in acqua per tenerlo fresco più a lungo;
  • tenere a portata di mano una coperta antincendio per i casi di emergenza (cfr. prodotti.upi.ch);
  • spegnere le candele che non si possono sorvegliare;
  • collocare le candele su una base non infiammabile, a una distanza sufficiente da tessili, decorazioni e altri materiali infiammabili;
  • verificare che le candele siano fissate correttamente e in verticale sulla corona dell'Avvento o sull'albero di Natale;
  • sostituire le candele prima che siano completamente consumate, ad esempio quando sono a due dita traverse dalla corona dell'Avvento o dall'albero di Natale;
  • non accendere candele su decorazioni con rami secchi;
  • non bruciare mai corone dell'Avvento e alberi di Natale nel caminetto, ma eliminarli correttamente.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
CANTONE
12 min
In città si respira già aria di Natale
Luminarie accese e persone per le strade (con le precauzioni causa Covid)
FOTO
MELIDE
3 ore
Fiamme da una canna fumaria, pompieri in azione
Il fuoco è stato domato prima che si propagasse al tetto
CANTONE
6 ore
Un paio di cose da sapere quando si prenota la terza dose
Da «Ci si può prenotare anche se vaccinati da meno di 6 mesi?» a «Siamo sicuri che mi danno il farmaco giusto?».
CANTONE
10 ore
Qualche fiocco di neve in arrivo in serata?
Sarà in ogni caso una breve parentesi. Ma la neve, fino a basse quote, potrebbe tornare durante la settimana
Lugano
22 ore
Più Donne chiede delucidazioni sul caso dell'ex funzionario del Dss
Dopo che la loro interrogazione non ha avuto seguito dai vertici, tornano con un'interpellanza che contiene 15 domande
CANTONE
1 gior
I più scattanti con il "booster" agli over16
A questa cifra vanno aggiunte le persone che si sono rivolte alle farmacie e agli studi medici
RIAZZINO
1 gior
Al Vanilla la musica resta spenta
Il Consiglio federale è andato incontro alle discoteche. Ma la struttura di Riazzino mantiene la propria decisione
BELLINZONA
1 gior
Il villaggio natalizio di Bellinzona solo per vaccinati e guariti
Per il mercato del sabato e i mercatini in programma varrà invece l'obbligo di mascherina
Ticino
1 gior
Ecco dove verranno posizionati i radar la prossima settimana
La polizia ricorda che «la velocità elevata permane una delle maggiori cause d'incidenti»
CANTONE
1 gior
La cucciolata che non intenerisce gli allevatori
Il nascita di tre lupacchiotti è «una cattiva notizia» commenta l'associazione per la protezione dai predatori
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile