tipress
L'ospedale Beata Vergine
MENDRISIO
24.11.19 - 10:530

Infermiere «killer», i colleghi rischiano il posto

Nuovi strascichi nel caso dei presunti omicidi intenzionali all'ospedale Beata Vergine. L'Eoc ha convocato alcuni dipendenti

di Redazione

MENDRISIO - Misure severe. Dall'ammonimento al licenziamento. È tutt'altro che chiuso il caso dell'infermiere dell'ospedale Beata Vergine di Mendrisio, accusato dalla Procura di avere soppresso intenzionalmente diversi pazienti malati di cancro. Alcuni ex colleghi del 45enne - riferisce oggi il Caffè - sono stati convocati dall'Eoc nei giorni scorsi. 

I sospetti - spiega il domenicale - non riguardano gli omicidi in sé ma alcuni reati "minori". Foto e video dei pazienti registrati a loro insaputa dall'infermiere, forse con qualche complice. E poi condivisi tra colleghi via chat.

Un comportamento scorretto e passibile di denuncia. E infatti, una trentina di familiari dei pazienti si sono costituiti accusatori privati. Dal canto suo, l'Ente ospedaliero non sembra intenzionato a prendere la questione sottogamba. Alcune lettere di convocazione - riferisce il Caffé - sono state inviate nei giorni scorsi a un gruppo di dipendenti: conterrebbero un «generico riferimento» a gradi diversi di responsabilità e a «conseguenze professionali». Compreso il licenziamento. Un messaggio chiaro, neanche troppo velato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANOBBIO
3 ore
“Tutti in gioco” è sempre più in partita tra divertimento e Vip
 «È una grande gioia» spiega l'ideatrice Simona Gennari «vedere i progressi di tutti gli allievi»
CANTONE
6 ore
«Vogliamo che Agno diventi lo scalo dei furbi?»
Giancarlo Seitz sulla sicurezza dello scalo luganese: «Da due anni non c'è più nemmeno la Polizia cantonale».
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
7 ore
L'estate sta finendo... è arrivata la prima neve
In Ticino il limite delle nevicate è sceso a 2'200 metri. A Goms, in Vallese, qualche fiocco è arrivato a 1'300 metri
LUGANO
9 ore
«Hanno lanciato sassi, per questo gli agenti hanno sparato»
Il Comandante della polizia di Lugano: «Tutta l'operazione si è svolta nel rispetto delle norme di proporzionalità».
CANTONE
10 ore
Semine e Locarno, nessun arbitro per tre settimane
La Commissione arbitrale della FTC ha deciso che non invierà fischietti fino al 10 ottobre.
FOTO
LOCARNO
14 ore
Tutto il Fevi in piedi per la “sua” Loredana
Un fortissimo e caloroso abbraccio ha stretto il pubblico locarnese alla cantante.
BELLINZONA
17 ore
Tensione alle stelle, rissa e partita sospesa
Doveva essere un incontro (calcistico) quello fra Semine e Locarno. Ma si è trasformato in scontro (fisico).
CANTONE
19 ore
Il terrorismo sbarca a Lugano, raccontato da chi l'ha vissuto
La figlia di Aldo Moro insieme ai colpevoli: una «giustizia riparativa» per andare avanti
MENDRISIO
1 gior
«Salverei il mio rosso che è stato servito anche alla Casa Bianca»
Novantadue anni lui, 190 l'azienda. Cesare Valsangiacomo racconta perché l'attuale non è la stagione più difficile
LUGANO
1 gior
Festa non autorizzata nel parco di Villa Saroli
La scorsa notte la polizia è intervenuta per disperdere oltre un centinaio di giovani e ripristinare la quiete pubblica
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile