Archivio Tipress
CANTONE
18.11.19 - 15:510
Aggiornamento : 16:19

Proteste per Mark: «Nessun fermo davanti al carcere»

La risposta di Gobbi in merito alla manifestazione contro il rimpatrio del diciannovenne che ha avuto luogo tra il 23 e il 24 ottobre davanti alla struttura detentiva

BELLINZONA - Sono diverse le domande sollevate dai deputati MPS-POP-Indipendenti sul recente rimpatrio forzato del diciannovenne Mark e della sua famiglia. Ma oggi durante la seduta del Gran Consiglio, da parte del Dipartimento delle istituzioni non c’è stata nessuna risposta sul caso specifico: «Per motivi di riservatezza e segreto d’ufficio» ha spiegato il consigliere di Stato Norman Gobbi.

Gli interpellanti si erano chinati anche su presunti fermi avvenuti nella notte tra il 23 e il 24 ottobre, davanti al carcere della Stampa, dove compagni di scuola di Mark stavano manifestando. «Quella notte non vi è stato nessun intervento di polizia» ha sottolineato Gobbi, osservando però che durante la mattinata del 24 ottobre un assembramento di persone aveva lanciato pietre e altro materiale tentando di impedire l’uscita di una vettura dalla struttura detentiva. «La polizia cantonale ha proceduto a un controllo dei presenti, rilevando le loro generalità».

Per quanto riguarda l'incarcerazione di Mark e sul rimpatrio avvenuto nonostante un ricorso pendente, Gobbi ha risposto da un punto di vista generale. E ha spiegato che la detenzione amministrativa può durare fino a sei mesi in vista di un rimpatrio coatto e «in caso di comportamento refrattario». E che nella procedura di allontanamento di una persona gli esecutivi cantonali «sono meri esecutori delle decisioni emesse dalle autorità federali». Prima di un’eventuale sospensione di una procedura, «viene chiesto un parere della Segreteria di Stato della migrazione».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 ore
A colloquio con due massoni, e le loro rivelazioni
Ne abbiamo incontrati due. Hanno rivelato ciò che accade nei gruppi massonici e chi sono. Qualcosa di inquietante è emerso
FOTO / VIDEO
LUGANO
8 ore
Il venerdì sera deserto della Foce
Prima serata di chiusura per lo sbocco del Cassarate. La zona sarà off-limits dopo le 20 anche domani e domenica
PORZA
9 ore
Qualche goccia di pioggia, un po' di sole... e spunta l'arcobaleno
La breve parentesi di temporale ha regalato uno spettacolo di colori in cielo
CANTONE
12 ore
Radar sull'attenti in quattro distretti
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti per la prossima settimana
SONDAGGIO
CANTONE
12 ore
«Rilanciamo il turismo con un hovercraft tra Locarno e Bellinzona»
Una mozione UDC invita il Ticino a risollevare il settore con idee innovative
LUGANO
14 ore
Un giro di boa per la traversata ai tempi del coronavirus
La nuotata popolare avrà luogo il prossimo 23 agosto e la partecipazione è limitata ai residenti in Svizzera
CANTONE
16 ore
Poliziotti sotto tiro, il sindacato reagisce
Il sindacato Ocst funzionari di polizia segnala l'aumento di attacchi, fisici e verbali, contro le forze dell'ordine
GORDOLA
17 ore
Chi ha aiutato Aurèle sulla via dei Monti Motti?
La polizia è in cerca dell'uomo che aveva aiutato Aurèle a ritrovare la via. Si è smarrito di nuovo.
CANTONE
17 ore
Furbetti dei crediti Covid: denunciati in 10
In Ticino la Procura indaga su una serie di presunti abusi sui prestiti garantiti dalla Confederazione
LUGANO
18 ore
Spaccio di coca, quattro arresti
In manette anche un 75enne. Sequestrati alcune decine di grammi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile