Tipress
Dal 2014 al 2018, scrive il Consiglio federale, «i premi versati dagli assicurati ticinesi non hanno, nel complesso, coperto i costi».
CANTONE
14.11.19 - 10:170

In Ticino «costi della salute più alti e quindi premi più alti»

Il Consiglio federale risponde a Marco Chiesa: «Dal 2014 al 2018 i ticinesi hanno pagato in media premi inferiori ai costi medi per assicurato»

di Redazione
ats

BELLINZONA - In Ticino i costi legati alla salute negli ultimi anni sono stati superiori alla media svizzera, di conseguenza lo sono stati anche i premi di cassa malattia pagati dagli assicurati ticinesi: essi devono infatti coprire i costi specifici dei singoli cantoni. È quanto scrive oggi il Consiglio federale in risposta ad un quesito di Marco Chiesa (UDC/TI).

Il consigliere nazionale ticinese chiedeva perché si autorizzino in Ticino premi di cassa malattia più alti rispetto alla media svizzera: a sud delle Alpi nel 2020 le tariffe cresceranno al di sopra della media elvetica, ossia del 2,5%, mentre addirittura in dieci cantoni questi scenderanno leggermente.

«Non c'è da meravigliarsi che la popolazione ticinese sia scioccata e arrabbiata. I premi dell'assicuratore malattia incidono sempre più sul portafoglio dei ticinesi e ben presto non saranno più sopportabili», sottolineava Chiesa, in un'interpellanza depositata lo scorso settembre.

Nella sua risposta, il Consiglio federale precisa che negli anni dal 2014 al 2018 i ticinesi hanno pagato in media premi inferiori ai costi medi per assicurato. Siccome «per controllare la copertura dei costi, l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) si basa sul rapporto tra i costi summenzionati e i premi incassati», risulta evidente che quanto pagato dai ticinesi non è bastato a coprire le spese. «Negli anni in questione - precisa il Governo - i premi versati dagli assicurati ticinesi non hanno, nel complesso, coperto i costi e non c'è stato quindi alcun finanziamento incrociato a favore degli assicurati di un altro Cantone».

Inoltre, precisa il Consiglio federale, i premi devono coprire i costi specifici dei cantoni: il loro ammontare dipende quindi direttamente dal livello dei costi cantonali, che sono strettamente correlati alla struttura demografica e all'offerta di cure nel Cantone stesso.

In ogni caso, l'UFSP interpella regolarmente i cantoni riguardo ai costi stimati per il loro territorio e alle stime avanzate dagli assicuratori. I pareri dei cantoni consentono all'UFSP di verificare le estrapolazioni e i preventivi cantonali degli assicuratori. Il Dipartimento federale dell'interno - precisa il governo - intende rimanere in contatto con la Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità per meglio definire il ruolo dei Cantoni in questa procedura.

Commenti
 
Stella Daverio 4 sett fa su fb
Concordo troppi anziani in ticino allora, se vogliono il b ed l clima che paghino
anndo76 4 sett fa su tio
Malos, vogliamo parlare dei furti sui prezzi svizzeri degli stessi farmaci che trovi nelle 4 nazioni confinanti ? 3 volte di piu' che qui !!! perche' la cassa malati, se compro in Italia il farmaco NON me lo fa' dedurre ? risparmio io ma risparmiano LORO nei rimborsi no ?? fatti 2 domande e non prendertela solo con il frontaliere ( oramai sposrt ticinese di chi e' senza motivazioni )
Lore62 4 sett fa su tio
@anndo76 ESATTAMENTE! ...è da quando c'è la LAMAL che ci prendono in giro!! ;-)
Malos Ciflan 4 sett fa su fb
Vogliamo parlare anche dei frontalieri che si mettono in insai per aggirare la cassa malattia che non pagano
Ferdi Nando 4 sett fa su fb
gli anziani che vengono da fuori e quindi non residenti fino al pensionamento in Ticino, dovrebbero pagare una tassa di soggiorno speciale... Io sono stufo di pagare per loro... Loro vongono qui a farsi la bella vita a spese altrui... 😡😠😡😠😡😠
Noah Ignazitto 4 sett fa su fb
Gli anziani di tutta la confederazione vengono in Ticino a godersi la pensione e ci meravigliamo che i costi legati alla sanità siano più alti rispetto agli altri cantoni... Wow...
Damiano Peter Borato 4 sett fa su fb
Gli aumenti previsti ufficialmente in Ticino erano del 2,5% per il 2020. La realtà parla di un aumento del 8-10%. Qualcuno non torna.
Andrea Fenyö 4 sett fa su fb
Giovani (che spendono poco in sanità) emigrano a fronte di anziani (che spendono tanto in sanità) che immigrano, da cantoni dove spendevano e pagavano poco. Basterebbe questo a spiegare lo squilibrio.. Ticino: ottimo luogo per nascere e per morire, ma a quanto pare non per vivere..
Ivana Kohlbrenner 4 sett fa su fb
Se vogliamo una cassa malati stile italia poi non vi lamentate se la meta delle prestazioni saranno fuori cassa ..xche all TV è già stato detto veda un medico .....chi si vorrà curare veramente lo dovrà pagare di tasca propria e xchi non è bricco cio equivale a non potersi curare ......non vi illudetevi che scendano i costi non saranno assicurati è matematico o no ?
Raffaella Norsa 4 sett fa su fb
Ivana Kohlbrenner signora la cassa malati stile Italua (che tra l’altro è considerata la migliore in Europa) è pubblica siamo qui ad essere diversi dagli altri per non parlare del fatto che pago uno sproposito ogni mese di cassa malati e devo andare a curarmi privatamente a Milano e ad operarmi a Zurigo...
Ivana Kohlbrenner 4 sett fa su fb
Raffaella Norsa sarà come dice lei ma quello che si sente da amici colleghi e alla TV osrl ben diversamente cara signora ..eh no non ci siamo x nulla
Alessandro Ale Marra 4 sett fa su fb
Ivana Kohlbrenner per sentito parlare, io di persona sto combattendo con la parodontite, che malattia dichiarata, e che in Italia mi sarebbe riconosciuta, qui la cm non mi passa nemmeno l'antibiotico, e sono a operazioni a quota 4000.- se questo è civiltà. E serietà nel trattare i malati, allora stiamo proprio apposto, ma continuate a chinare la testa e paghiamo.
Raffaella Norsa 4 sett fa su fb
Ivana Kohlbrenner signora non lo dico io ma l’Europa, tra l’altro ripeto, solo in Svizzera c’è questo sistema. I medici italiani sono i migliori al mondo è, anche questo non lo dico io ma le statistiche. Certo che se ha amici che vivono al Sud è molto probabile che si lamentino ma, i motivi sono altri...
Raffaella Norsa 4 sett fa su fb
Alessandro Ale Marra a me quando il mio dentista ha mandato alla cassa malati la fattura (da 1500 chf quando in Italia costa dai 180 ai 250 euro) per la devitalizzazione di un dente hanno risposto che non rimborsavano, quando gli ho chiesto il perché mi hanno risposto che la carie e gli ascessi tu vengono perché non ti lavi i denti...😂no comment
Alessandro Ale Marra 4 sett fa su fb
Raffaella Norsa già.. no comment, cosa si vuole commentare, é il sistema..se crolla, finisce la giostra.
Ivana Kohlbrenner 4 sett fa su fb
Raffaella Norsa la competenza dei medici esula dal contesto
Treccani Danilo 4 sett fa su fb
Elementare Watson
Ronni Gharib 4 sett fa su fb
Acqua calda
Mattiatr 4 sett fa su tio
La cassa malati unica e statale, come richiesta e ben voluta da molti qua nel blog, secondo me sarebbe solo un fardello per noi comuni cittadini. Questo lo affermo in piena coscienza dopo aver constatato che tutto ciò che diviene statale mostri a breve e lungo termine delle carenze.¶ Unificare tutto vorrebbe dire creare un pentolone enorme dove i soldi escono ed entrano senza alcun controllo, un po' come ora. Difatti noi siamo confrontati con un aumento costante dei costi sanitari, che ci porta a fantasticare sulle case e a proporre delle soluzioni farlocche e irrealizzabili. In primo luogo dobbiamo puntare a un'analisi più accurata del sistema, dei costi e delle entrate. Non possiamo permetterci di basare l'intera politica assicurativa su un singolo numero. Oggi peccano le soluzioni proprio perché ritengo che non abbiamo i sufficienti dati. Cosa è che costa veramente? Le fratture? Le operazioni? Cosa? Dopo che avremo questi dati potremo esprimerci, ad oggi siamo ignoranti e non possiamo per quindi esporre delle proposte o delle soluzioni reali. ¶ Buona giornata a tutti.
tazmaniac 4 sett fa su tio
@Mattiatr per fortuna qualcuno usa ancora la zucca...ma farlo capire, non è facile...del resto, piaccia o meno, altre compagnie che sono state "privatizzate" hanno mostrato che, con la concorrenza in gioco, alla fine hanno dovuto calare le braghe e rivedere al ribasso i propri prezzi...non si capisce perché per le CM dovrebbe essere il contrario...
miba 4 sett fa su tio
@Mattiatr Ciao Mattiatr, non sono al 100% d'accordo con la tua opinione... Ci sono troppi fattori (ed interessi...) nel pentolone della nostra sanità ed in merito alle casse malati. Non dico che la CMU sarebbe la panacea per tutti i mali ma almeno alcune cosette sarebbero messe più in chiaro rispetto ad oggi. Prima tra tutti la questione delle riserve (non più necessarie). Poi c'è la forza contrattuale che sarebbe ben diversa se fosse la Confederazione, contrariamente ad oggi dove ogni assicuratore malattia (o gruppo di assicuratori) tratta individualmente con i fornitori di prestazioni. E non da ultimo un bel colpo di spugna all'attuale menefreghismo della classe politica che non ha nessun interesse a cambiare qualcosa dal momento più del 50% dei nostri parlamentari a Berna sono intrallazzati con un assicuratore malattia o un fornitore di prestazioni se non entrambi (e non lo dico io ma il Blick...). Ed infine basta infilare nella LAMal ogni cazzata immaginabile cercando di equiparare tutto ad una malattia.....
Mattiatr 4 sett fa su tio
@miba Secondo me la forza contrattuale da parte del popolo sarebbe invariata se non inferiore. Guardiamo per esempio le FFS, che aumenta i prezzi, e nessuno ha ancora capito il perché. Alla fine se il servizio è uguale, e i cantieri sono pagati dalle tasse, che stiamo pagando? Stessa cosa per Swisscom, perché aumentano costantemente i prezzi degli abonamenti? Per compensare gli investimenti di Fastweb in Italia?¶ Per la chiarezza ti porto il caso Posta, che ha speso milioni per entrare nel mercato francese, clamorosamente fallita. Perché i 26 milioni di sussidi destinati alle zone di periferia (cosa che mi tange) non sono mai arrivati?¶ Io personalmente preferisco vedere i dati prima di dare in mano a degli incompetenti (politici), o un monopolio in mano ad un CEO. In ogni caso non sarebbe la mia opzione.
anndo76 4 sett fa su tio
@miba io proporrei una domanda alla quale MAI ho avuto risposta...ma che potrebbe abbassare notevolmente il costo del rimborso dei farmaci: 1- se uno deve prendere un farmaca per x giorni, perche' la farmacia ( come in molti stati ) NON mi vende le pastiglie o altro necessarie alla cura, ma confezioni da 100 pz? soldi buttati no ? 2- perche' se compro online anche all'estero o fisicamente , in Italia, francia, austria o germania NON mi rimborsi il costo dei farmaci ? costano un terzo che da noi GLI STESSI FARMACI !! avremmo TUTTI un vantaggio economico ( minor spesa per chi ha bisogno, quindi minor rimborso dalle casse malati e cosi via. Qui mi sembra invece che devono tutti "STRAPAGARE" E non mi dite che i farmaci sono diversi !! stesse case produttrici e stabilimenti in europa !! come la LIND eccellenza svizzera e produce a Varese....
Thor61 4 sett fa su tio
@Mattiatr È il principio della presa per il cxlo da parte del CF che ha detto di aver "Privatizzato" tutto quello che prima era sotto la Regia Federale, nella realtà oggi usa i tuoi/nostri soldi per finanziare qualsiasi cosa e poi il dividendo lo spartisce tra i vari "Soci" tra cui il primo beneficiario guarda che caso è SEMPRE lo stato/CF, in pratica TU paghi e LORO incassano. Una CM unica permetterebbe di avere gli stessi costi su TUTTO il territorio nazionale e un netto abbassamento dei premi. Resta il fattore che lo stato/CF non deve rubare come fanno attualmente le casse malati, altrimenti siamo al punto iniziale. Saluti
Mattiatr 4 sett fa su tio
@Thor61 La famosa privatizzazione è la prova che pure la famosa sinistra, linda e chiara, è populista quanto la lega. Il populismo in fondo è l'atteggiamento volto ad assecondare le aspettative del popolo, indipendentemente da ogni valutazione del loro contenuto, della loro opportunità. Quindi come per la lega la colpa è dei frontalieri, per i socialisti la colpa è dei privati e delle famose privatizzazioni. Privatizzazioni che di fatto non esistono, le FFS per esempio, sono state ristrutturate, ma sono tutt'ora 100% appartenenti alla confederazione. Difatti il CF è tenuto a delineare il servizio delle SBB, che poi verrà assecondato dal ceo FFS. Il che direi che di privato non ha molto, anche perché se così fosse si situerebbe in una situazione di monopolio, illegale in Svizzera.¶ Tornando alla cassa malati, su quali basi puoi dire che statalizzare porterebbe un servizio di maggiore qualità a costi migliori? Mi chiedo sinceramente come hai fatto, non avendo dati né informazioni.
Thor61 4 sett fa su tio
@Mattiatr Vedo che hai solo letto il mio testo, altrimenti trovavi la risposta alla tua domanda.
Mattiatr 4 sett fa su tio
@tazmaniac Oppure vice versa, le aziende statali aumentano i il prezzo dei servizi senza alcun apparente motivo.
tazmaniac 4 sett fa su tio
@Mattiatr esatto.
gluvi 4 sett fa su tio
ANDATE A CAGARE NON ERA RIVOLTO A CHI COMMENTA bensì al`( onorevole CF per lo studio. Mi scuso x equivoco
elvicity 4 sett fa su tio
conosco di gente che per un nulla va a farsi vedere o a fare analisi e controlli di vari tipi perchè ipocondriaci.. oltralpe sono sicuramente meno preoccupati per un 'brufolo'
Thor61 4 sett fa su tio
@elvicity Parte 1 - Scrivo per me stesso, ma penso che valga per quasi tutti. Io non sono un medico per cui se non mi sento bene non mi reco al pronto soccorso (Durante le ore in cui lo studio del mio medico è aperto ovviamente) ma vado dal mio medico curante abituale per farmi dire cosa ho e come posso stare MEGLIO!!! Tu no??? Personalmente non vado dal medico per un brufolo, ma l'ultima volta che ho fatto finta di nulla poi è venuta un'ambulanza per portarmi d'urgenza in ospedale.
Thor61 4 sett fa su tio
@elvicity Parte 2 - Tu medita pure, ma già non si fa più prevenzione perchè i media ti fanno sentire degli spreconi, a cui si aggiunge un CF che spara balle colossali per tentare di giustificare le proprie incompetenze e inadenpienze, tant'è che pochi anni fa i ticinesi furono "Rimborsati" (Più una presa per il cxlo che un reale rimborso) perchè avevano pagato per anni i premi più alti ingiustificatamente. A quanto pare continuamo a pagare di più per danni causati da altri e non dalle persone che GIUSTAMENTE se stanno male vanno e DEVONO andare dal medico, i veri problemi delle casse malati li ha creati il CF e i loro amichetti come cassius che prima di fare il CF faceva il galoppino delle casse stesse, metti a posto loro e vedrai che il sistema sanitario Svizzero torna alla normalità, non certo facendo morire le persone perchè non vanno più dal medico. Saluti
elvicity 4 sett fa su tio
@Thor61 scusa Thor61, mi spiace se ti sei sentito offeso.
Thor61 4 sett fa su tio
@elvicity Non mi sono affatto sentito offeso, al massimo sono preoccupato dal fatto che si punta il dito contro il malato, che è l'ULTIMO dei problemi per quanto riguarda i premi delle casse malati e di costi della sanità. Sappiamo tutti quanto tutte le parti politiche siano culo e camicia con casse malati e soci, per cui incolpare coloro che hanno meno responsabilità in tutto questo, ancor più grave è che molti con tutto questo bailamme e condanna verso chi va dal medico lo trovo assai schifoso, perchè io non essendo medico se sto male è a lui che mi rivolgo e questo non mi pone il problema dei costi sanitari perchè sono ben conscio che non sono io la causa dei problemi di costi nella sanità Svizzera. Sono i politici mangioni che devono sistemare il problema, lo stesso stanno facendo con il BIO e l'Ambiente o Clima, puntano il dito contro di te/noi che NON siamo la causa dei problemi. Per cui ribadisco NESSUNA offesa ;o)))) Saluti
gluvi 4 sett fa su tio
Ma andate a cagare
Frankeat 4 sett fa su tio
@gluvi Bonjour finesse
miba 4 sett fa su tio
@gluvi Ti ringraziamo tutti per il tuo acume e la tua intelligenza nel tuo preziosissimo contributo alla discussione
gluvi 4 sett fa su tio
@miba finché si discute e non si fa una cippa , il problema non sussiste
gluvi 4 sett fa su tio
@Frankeat Lascia perdere la Finesse
Ivan Galbusera 4 sett fa su fb
„I premi devono coprire i costi specifici dei cantoni: il loro ammontare dipende quindi direttamente dal livello dei costi cantonali, che sono strettamente correlati alla struttura demografica...“ Questo é anche una conseguenza, dovuta all’emigrazione verso la Svizzera interna o in Italia, dei ticinesi. La popolazione invecchia ed ad usufruire della CM é l’80enne in casa anziani e non il 30enne. Come una piramide, in alto gli anziani e sotto i giovani che sostengono, ma in Ticino, quelli che la stanno sostenendo son sempre meno. Secondo me il cantone dovrebbe iniziare ad interessarsi di questa problematica inerente la fuga dei giovani. Vedere gli effetti negativi che potrebbero esserci in Ticino.
Gladys Jei 4 sett fa su fb
Ivan Galbusera la risposta data dal consiglio federale non la trovo proprio inerente...si fà passare il Ticino per il Cantone che spende di più...ma in Svizzera interna non è tanto meglio. Dove vivo pago lo stesso premio del Ticino...ci sono diversi ospedali che a quanto pare bisogna chiudere. Però poi non ci sono più medici e pediatri e quindi quelli che ci sono non prendono più pazienti nuovi. La differenza è che forse rispetto al Ticino la gente è portata meno a correre dal medico per un raffreddore. Ci sono forse dei cantoni che hanno un riferimento più basso, ma non credo ne siano rimasti molti. Diciamo che la problematica legata alla cassa malati aleggia in tutta la Svizzera, ma a qualcuno fà comodo così, al posto di guardare veramente a possibili soluzioni nel futuro. Non sarà sicuramente più sostenibile a questi ritmi.
Nadine Ferrari 4 sett fa su fb
Gladys Jei Guarda che "superiori alla media svizzera" non significa "più alti in assoluto", perciò è possibilissimo che dove vivi tu si paghi lo stesso premio del Ticino...
Gladys Jei 4 sett fa su fb
Nadine Ferrari certamente...però visto che leggo praticamente ovunque che solo in Ticino si paghino premi così alti...ecco non è così. Giusto un appunto, non toglie nulla al mio pensiero che urgono soluzioni.
Ivana Kohlbrenner 4 sett fa su fb
Ivan Galbusera in Ticine ci sono troppo medici venuti dall Italia difatti l Italia ha gravissimi problemi sono senza dottori ....idem x le strutture domiciliari affidate a gestionevfrontalieta ...ma cosa avete combinato ? Ora non paghiamo e veniamo accusati di mangiare la sanità il che non corrisponde a verità ..il pasticcio è stato creato da chi da permessi a tutti i dottori che scappano dall Italia ..fate il necessario fate il Vs lavoro onestamente ci sono più dottori esteri che pazienti vetusti a carico delle casse malati ovviamente ....inaudito
Cristiana Veri 4 sett fa su fb
Ivana Kohlbrenner nella svizzera tedesca sono medici germanici .....il numero chiuso dei medici svizzeri è il responsabile della mancanza di medici, mentre nel settore infermieristico ma Ca Va il personale indigeno, come in tutta la svizzera
Cristiana Veri 4 sett fa su fb
Ivana Kohlbrenner lo stesso problema nel resto della svizzera.....il numero chiuso dei medici , a provocato la carenza, mentre in quello infermieristico, come inctutta la avizzera svizzera manca il personale
Ivana Kohlbrenner 4 sett fa su fb
Cristiana Veri lei è mal informata difatti hanno varato ira pochi giorni fa una misura x contenete il fenomeno ...a Berna si intenda ....si il numero chiuso x i medici in Svizzera è cosa incomprensibile ...ma ciò non togli che la fuga senza controllo verso la ns terra dei medici italiani ha generato un grave problema un italia e e a noi chiaramente ..difatti abbiamo costi ora più alti di tutta la svizzera
Marta 4 sett fa su tio
il partito socialista (che si dichiara sostenitore del popolo ma a tutti gli effetti rimpinza solo le tasche dei già ricconi) ha ideato la LAMAL: è ora che ponga rimedio affossandola e creandone una veramente sociale...!
anndo76 4 sett fa su tio
@Marta guarda che basterebbe smembrare il "cartello" dei farmaci. chiedi alla cassa malati se cmpri un farmaco fuori dalla svizzera pagandolo 3 volte MENO se te lo fa' dedurre. ti dice no !! allora di cosa parliamo ? sono lobbisty
Yoebar 4 sett fa su tio
Dunque paghiamo anche la parte dei milionari svizzero tedeschi e germanici pensionati che vengono a passare gli ultimi loro anni di vita in Ticino, e vi assicuro che sono molti. Tra questi ci sono anche i politici di oltr’alpe. Bene.......
Lore62 4 sett fa su tio
@Yoebar Per forza, il Ticino sta diventando una gigantesca CASA ANZIANI...XD
anndo76 4 sett fa su tio
@Lore62 verissimo ! non a caso una nota banca, a chiasso, ha creato una residenza per anziani....tutti confort, centri medici, negozi etc ( prima c'e' il parcheggio pubblico ) questo perche' SANNO che il ticino sara' popolato solo di anziani...e non e' l'unica che lo fa'
Marta 4 sett fa su tio
sono tutte BALLE. sono le industrie farmaceutiche, le farmacie che devono mettersi in riga! NESSUNO va dal medico cantando!!
Alessandro Milani 4 sett fa su fb
I sostenitori delle casse private sono quelli che hanno i soldi
Webster 4 sett fa su tio
Se vogliamo parlare di coesione federale e di solidarietà, ricordo al C.F. che il Ticino è stato il Cantone più colpito dal disastro Cernobyl. Ciò ha avuto ed ha ancora oggi delle conseguenze sulla salute (tumori) dei Ticinesi e regione insubrica. Quindi oltre che al danno anche la beffa. C.F. è una vergogna!
Cesare Saldarini 4 sett fa su fb
Iniziamo a cambiarlo questo consiglio federale.
jena 4 sett fa su tio
Si possono prendere diversi provvedimenti x ridurre i costi a carico delle casse malati... il problema che nessuno ci vuole mettere mano per non calpestare i piedi a qualcuno. Vorrei sapere quanto si risparmia solo abolendo i famosi 300 franchi rimborsati se uno si iscrive ad una palestra ??? (esempio di costo a carico di tutti).
Val Caste 4 sett fa su fb
Magari incominciare a punire tutti gli abusi che ci sono e sono tanti, partendo da chi rilascia ricette a iosa e chi distribuisce a piene mani 🌿in più tutti quelli che corrono dal Doc per ogni minima cretinata e la collettività pur non usando si trova a pagare anche per questo 🌿🌿una cassa unica con più controllo è la miglior soluzione 🌿ma non è stata accettata quindi come sempre non andiamo avanti e lasciamo il cantiere aperto a sprechi e abusi in ogni dove 🌿
Alessandro Milani 4 sett fa su fb
Val Caste nn è stata accettata xchè se.no non possono piu mangiare dottori e farmacisto che dispensano 1 primi esami su esami inutili e sotto banco senza fattura vendono farnaci naturali anti età ecc..farmacisti che stranamente ti propongono le stesse cose e mai un generico e 3 punire chi va x un cazzo x ogni cosa x e x 1 aspirina si fa fare la ricetta questi sono da stangare
Val Caste 4 sett fa su fb
Appunto la famosa notizia del farmacista che hafattotanto rumore è sparito non ne parlano più chissà come mai 🌿
Giorgio Cerri 4 sett fa su fb
Val Caste non ho capito cosa vuol dire "chi distribuisce a piene mani"
Val Caste 4 sett fa su fb
Ma forse il farmacista
Alessandro Milani 4 sett fa su fb
Giorgio Cerri nn ci vuole molto...
Ivana Kohlbrenner 4 sett fa su fb
Val Caste scusi ma non sarebbe meglio controllare le cure a domicilio x esempio affidate a gestione frontaliera ? 'IMMAGINI COSA COSTANO ALLE CASSA MALATI .. E XCHE ' non a gestione Svizzera ? Troppi pasticci e lasciate perdere ilnpovetetto che va da medico xche non si sente bene ..i costi spropositati arrivano da gestione infedele orima dibtutto del cantone ...
Val Caste 4 sett fa su fb
Ivana Kohlbrenner ma forse non parlo italiano ho detto iniziamo da lì 🌿chiaro che non è abbastanza 🌿parlare di abusi per lei cosa vuol dire 🌿buona serata 🌿
Dioneus 4 sett fa su tio
Solita risposta farlocca del CF
Pietro Rezzonico 4 sett fa su fb
la mia cassa è aumentata dell'8% con la motivazione che si sono adeguati alle altre casse, quindi ora vorrei che tutti i sostenitori delle casse private mi dicano dove vedono la concorrenzialità tanto preziosa per non avere una cassa unica!!!!
Gus 4 sett fa su tio
Ho sempre sostenuto l'idea della cassa malati unica e ne sono sempre più convinto
vulpus 4 sett fa su tio
A questo punto senza la trasparenza delle CM, ogni e qualsiasi presa di posizione interessa poco.
Pepperos 4 sett fa su tio
Trasferimento ad Herisau (*_*)
Maxy70 4 sett fa su tio
Continuo a ritenere inammissibile che non vi sia una parità di trattamento tariffaria a livello nazionale, per quanto concerne la base LAMal. La complementare é una offerta sul libero mercato, ogni CM può fare la propria.
KilBill65 4 sett fa su tio
Unica cosa!!!....Adesso basta!!!.....Dobbiamo non piu' pagare per protesta!!!.....Forse cosi potremmo discuterne…..Ma la mia domanda e'!!!......Ma dove sono i politici che ci avevano promesso di sistemare la questione "casse malati"???......
gluvi 4 sett fa su tio
@KilBill65 MA CHI ? On De Rosa di turno quaquacquaqua
Ecthelion 4 sett fa su tio
Mi meraviglio sempre di quanta gente commenti senza avere la minima idea di ciò di cui sta dicendo. 1) Se i 65enni pagassero nel cantone di origine, il risultato sarebbe che i nostri premi sarebbero ancora più alti (visto che hanno tutto il diritto di farsi curare da noi ma pagherebbero oltralpe). Ricordo che queste persone lasciano da noi anche fior di imposte e che quindi ben venga la Florida ticinese 2) I frontalieri che non pagano la cassa malati non hanno diritto di farsi curare in Ticino, ma devono farsi curare in Italia. Quindi non incidono minimamente sul sistema sanitario. Anche in questo caso val la pena di ricordare che i frontalieri pagano le stesse imposte dei residenti (con sistema di prelievo diverso), ma non usufruiscono dei nostri servizi (scuole, sanità, sussidi, ecc.). Quindi al netto ci guadagnamo eccome.
Pepperos 4 sett fa su tio
@Ecthelion Mi spiace lei ha detto un imprecisione!!!! I frontalieri sono soggetti al pagamento della cassa malati. Può informarsi presso l'ufficio competente ( Bellinzona ) o chiedere presso una cassa malati.
Equalizer 4 sett fa su tio
@Ecthelion Purtroppo il poco informato sei tu, già per logica se fosse vero quanto tu dici nei cantoni con ospedali specialistici come sono Zurigo, Berna e Losanna i cittadini dovrebbero pagare delle quote assurde, ma non è il caso perché i cantoni e le rispettive CM coprono i costi dei loro pazienti, in quanto ai frontalieri sono assicurati sul lavoro come qualsiasi dipendente Svizzero quindi si rientrano nei costi della nostra sanità, sia che si ammalano o che si rompono.
Dioneus 4 sett fa su tio
@Pepperos Non è assolutamente così, ha ragione Ecthelion. La cassa malati può offrire ai frontalieri entro un certo chilometraggio di continuare ad usufruire della cassa malati svizzera a tariffe agevolate, ma non vi è obbligo. Ai frontalieri vengono tolti i contributi generici dallo stipendio come ai residenti, ma non sono soggetti alla cassa malati CH e se vogliono farsi curare in CH pagano prezzo pieno se rinunciano alla CM agevolata. Ho diversi amici frontalieri e sono ben informato della cosa.
Equalizer 4 sett fa su tio
Sono anni che lo dico, a tutti i connazionali ultra 65enni che vengono a passare i loro ultimi giorni/anni nel nostro cantone va fatto obbligo di pagare la CM presso l'ultimo cantone di residenza per 10 anni, come diretta conseguenza si potrà vedere da dove arrivano i soldi per le cure mediche e finalmente si farà chiarezza su chi fa cosa. C'è inoltre un'altro punto scuro di cui nessuno parla eppure pesa sui nostri conti, sono gli oltre 60'000 frontalieri che non esistono come popolazione ma anche essi si ammalano e si rompono come tutti gli altri, quindi fanno numero negli ospedali ma non lo fanno come popolazione non essendo residenti e di conseguenza non appaiono nelle statistiche e le sfalsano (non per colpa loro) non indicando queste ultime chi genera i costi e la sua provenienza, confederato o straniero che sia.
marcopolo13 4 sett fa su tio
Ma l'idea della cassa malati non è quella che indipententemente da chi sei, quanto guadagni ecc., costa "uguale" per tutti? Bah. Via alla cassa malati unica (tanto alla fine ci fottono come vogliono in ogni caso :-) )
curzio 4 sett fa su tio
@marcopolo13 L'iniziativa per una cassa malati unica è stata bocciata dal popolo, inclusi ticinesi. Quindi, ci siamo fottuti da soli e non ci meritiamo altro!
anndo76 4 sett fa su tio
@curzio concordo in pieno :-(
marcopolo13 4 sett fa su tio
@curzio Esatto!
Dioneus 4 sett fa su tio
@curzio Sante parole.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
CANTONE / ALBANIA
1 ora
I terremotati ringraziano i ticinesi
Ecco dove sono finiti i beni che avete donato con generosità dopo l'appello su Tio. «Grazie di cuore a tutti»
FOTO
BELLINZONA
3 ore
Neve, sbanda e finisce in un riale
Sul posto la Tre Valli Soccorso che ha provveduto al trasporto del ferito in ospedale
SAN VITTORE (GR)
5 ore
La presunta rapina si rivela una messinscena
La valigetta con un milione di franchi rubata a San Vittore non è mai transitata dai Grigioni. Ora l'uomo afferma di aver mentito sul luogo, ma non sulla rapina
FOTOGALLERY
CANTONE
5 ore
Dopo la neve il vento. Fino a 130 km/h
Neve in pianura ancora possibile fino alle 15 di oggi. Sole per il weekend
CANTONE / ITALIA
6 ore
Primo omicidio a 15 anni, condannato Pulice
Riconosciute le attenuanti per il sicario della 'ndrangheta, che aveva aperto diverse attività a Lugano, ora collaboratore di giustizia
LUGANO
7 ore
«Forse con l’eredità di mia nonna riuscirò ad arginare quel buco»
Raffaello Molina, imprenditore legato all’obbrobrio di Breganzona e al caso Adria, ha sul groppone un fallimento da 18 milioni di franchi. Ma ci sono novità
MENDRISIO
18 ore
«Un riconoscimento atteso da anni e che va alla gente»
L'iscrizione delle Processioni nella lista Unesco «non dev'essere un punto d'arrivo» per il presidente Gabriele Ponti. Nadia Lupi di Mendrisiotto Turismo: «Uno stimolo, ma anche responsabilità in più»
CANTONE
20 ore
«Ha ucciso la nonna per darle una lezione»: 18 anni al nipote
L’autore del delitto di Caslano è stato condannato per assassinio. La pena sospesa a favore di un trattamento stazionario
LUGANO
20 ore
Mezzo milione per uno studio: obiettivo lungolago
Il Municipio di Lugano ha licenziato il messaggio per il credito al masterplan. Al via la progettazione
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile