Ti Press
+4
RIVA SAN VITALE
14.11.19 - 14:360
Aggiornamento : 16:10

C’era una volta il cotto. Il Comune riaccende il passato delle fornaci

Abbandonate ormai da una settantina d’anni, verranno recuperate e valorizzate. Strizzando l'occhio a artigiani e artisti locali, ma anche al turismo

RIVA SAN VITALE - Sono edifici che raccontano del nostro passato. Ma per fare in modo che non scompaiano per sempre, vanno recuperati e valorizzati. Lo si è fatto con nevère, graa, roccoli e a Riva San Vitale si è deciso di farlo anche con il comparto delle fornaci. Strutture in cui nel 1800 si producevano coppi e mattoni, ma ormai abbandonate da una settantina di anni.

Uno sguardo al passato e uno al futuro - L’intento di conservare il sapere e la tradizione del cotto è uno dei motivi che ha spinto il Municipio a lanciarsi in questa ristrutturazione collettiva. Ma c’è dell’altro, perché negli spazi rinnovati verrà sì realizzato un punto d’incontro con oggetti, manufatti e testimonianze storiche, ma al contempo verranno create delle superfici destinate ad artigiani e artisti che si dedicano alla lavorazione di materiali (in particolare la ceramica). Ci saranno poi un piccolo punto ristoro-aggregativo con funzioni di info-point e alcuni spazi dislocati in cui ospitare piccoli eventi e mostre temporanee. 

Un occhio al turismo - Il progetto (promosso assieme insieme all’Ente regionale di sviluppo del Mendrisiotto e Basso Ceresio) si inserisce in una regione il cui tema dei materiali è centrale. Oltre a una valenza culturale ed economica, il rilancio del comparto assume una notevole importanza turistica. Il tema dei materiali è infatti centrale nel Mendrisiotto e collega varie offerte che ruotano attorno alle Cave di Arzo (Monte San Giorgio) e alle Gole della Breggia, con il suo Percorso del Cemento.

L'iter per la realizzazione del progetto è comunque ancora piuttosto lungo, come sottolineato dal sindaco di Riva San Vitale Fausto Medici: «Nella migliore delle ipotesi parliamo del 2024». Per quanto riguarda l'investimento, i costi totali ammontano a 3,8 milioni. Un milione e mezzo viene coperto dai sussidi, il resto è a carico del Comune.

Ti Press
Guarda tutte le 8 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
GORDOLA
5 ore
Trovato in gravi condizioni il 34enne scomparso
L'uomo di cui si erano perse le tracce il 3 luglio era rimasto vittima di una caduta sui Monti di Metri.
CANTONE
7 ore
Scossa sismica nel Sopraceneri
L'epicentro è stato localizzato dal Servizio sismico svizzero presso la Cima dell'Uomo.
CANTONE
10 ore
Fuori dalla quarantena: nessun sintomo per i giocatori
È terminato ufficialmente venerdì l'isolamento per i venti componenti di una squadra sottocenerina del calcio regionale.
CANTONE / URI
10 ore
Quaranta minuti di attesa al San Gottardo
Al portale nord della galleria si registravano quattro chilometri di coda questa mattina.
CANTONE
22 ore
A colloquio con due massoni, e le loro rivelazioni
Ne abbiamo incontrati due. Hanno rivelato ciò che accade nei gruppi massonici e chi sono. Qualcosa di inquietante è emerso
FOTO / VIDEO
LUGANO
1 gior
Il venerdì sera deserto della Foce
Prima serata di chiusura per lo sbocco del Cassarate. La zona sarà off-limits dopo le 20 anche domani e domenica
PORZA
1 gior
Qualche goccia di pioggia, un po' di sole... e spunta l'arcobaleno
La breve parentesi di temporale ha regalato uno spettacolo di colori in cielo
CANTONE
1 gior
Radar sull'attenti in quattro distretti
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti per la prossima settimana
SONDAGGIO
CANTONE
1 gior
«Rilanciamo il turismo con un hovercraft tra Locarno e Bellinzona»
Una mozione UDC invita il Ticino a risollevare il settore con idee innovative
LUGANO
1 gior
Un giro di boa per la traversata ai tempi del coronavirus
La nuotata popolare avrà luogo il prossimo 23 agosto e la partecipazione è limitata ai residenti in Svizzera
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile