Ti Press
+ 4
RIVA SAN VITALE
14.11.19 - 14:360
Aggiornamento : 16:10

C’era una volta il cotto. Il Comune riaccende il passato delle fornaci

Abbandonate ormai da una settantina d’anni, verranno recuperate e valorizzate. Strizzando l'occhio a artigiani e artisti locali, ma anche al turismo

RIVA SAN VITALE - Sono edifici che raccontano del nostro passato. Ma per fare in modo che non scompaiano per sempre, vanno recuperati e valorizzati. Lo si è fatto con nevère, graa, roccoli e a Riva San Vitale si è deciso di farlo anche con il comparto delle fornaci. Strutture in cui nel 1800 si producevano coppi e mattoni, ma ormai abbandonate da una settantina di anni.

Uno sguardo al passato e uno al futuro - L’intento di conservare il sapere e la tradizione del cotto è uno dei motivi che ha spinto il Municipio a lanciarsi in questa ristrutturazione collettiva. Ma c’è dell’altro, perché negli spazi rinnovati verrà sì realizzato un punto d’incontro con oggetti, manufatti e testimonianze storiche, ma al contempo verranno create delle superfici destinate ad artigiani e artisti che si dedicano alla lavorazione di materiali (in particolare la ceramica). Ci saranno poi un piccolo punto ristoro-aggregativo con funzioni di info-point e alcuni spazi dislocati in cui ospitare piccoli eventi e mostre temporanee. 

Un occhio al turismo - Il progetto (promosso assieme insieme all’Ente regionale di sviluppo del Mendrisiotto e Basso Ceresio) si inserisce in una regione il cui tema dei materiali è centrale. Oltre a una valenza culturale ed economica, il rilancio del comparto assume una notevole importanza turistica. Il tema dei materiali è infatti centrale nel Mendrisiotto e collega varie offerte che ruotano attorno alle Cave di Arzo (Monte San Giorgio) e alle Gole della Breggia, con il suo Percorso del Cemento.

L'iter per la realizzazione del progetto è comunque ancora piuttosto lungo, come sottolineato dal sindaco di Riva San Vitale Fausto Medici: «Nella migliore delle ipotesi parliamo del 2024». Per quanto riguarda l'investimento, i costi totali ammontano a 3,8 milioni. Un milione e mezzo viene coperto dai sussidi, il resto è a carico del Comune.

Ti Press
Guarda tutte le 8 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
TESSERETE
2 ore
Esce di casa e precipita in un burrone, ferito un anziano
L'uomo è stato recuperato dell'Unità di Intervento Tecnico dei pompieri di Lugano
LUGANO
4 ore
La galleria Lione-Torino sarà progettata a Lugano
Il Gruppo Pini si è aggiudicato l’appalto per la progettazione e direzione lavori di opere sulla linea ferroviaria per 1,5 miliardi di euro
CASTEL SAN PIETRO / ZURIGO
6 ore
Crollo in borsa per Medacta: «Ha deluso completamente»
Dopo l'avvertimento sulla crescita inferiore del previsto, il titolo sta perdendo circa il 22% del suo valore. Gli analisti deplorano la mancanza di trasparenza
CANTONE
9 ore
Meno drammi nei laghi e fiumi ticinesi
La campagna di prevenzione "Acque sicure" sembra aver dato buoni frutti: i decessi registrati quest'anno sono stati "solo" due
CANTONE
10 ore
L'improbabile corsa del fisco per tappare il buco del petroliere
Le autorità fiscali intimano al nigeriano Kola Aluko il versamento di 1,5 milioni per imposte non versate. Lo scoperto della Città è di 450mila franchi. Ma il 50enne è da tre anni uccel di bosco
FOTO
CANTONE
11 ore
Nel Verbano le isole ora sono... ticinesi
A Brissago è stato ufficialmente siglato il passaggio di proprietà dell'Isola Grande e dell'Isola Piccola al Cantone
CANTONE
12 ore
Medacta lancia un avvertimento: «Crescita 2019 inferiore al previsto»
Negli Stati Uniti e in altri mercati minori la domanda si è sorprendentemente indebolita
VIDEO
BELLINZONA
15 ore
Addio Peter Pan: il responsabile è in lacrime
Il Ticino perde un locale storico. “Serata nostalgia” con ex collaboratori e clienti. Sul palco lo Swiss Elvis. Gianni Morici: «Qui dentro ho messo l’anima. Spiace per le nuove generazioni»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile