Archivio Depositphotos
CANTONE
12.11.19 - 22:550
Aggiornamento : 13.11.19 - 10:22

Una petizione per salvare i bus per Malpensa

È stata lanciata un paio di giorni fa in vista dell'interruzione dei collegamenti su gomma prevista per la fine di quest'anno

Verso Malpensa

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BELLINZONA - All'aeroporto di Milano Malpensa bisogna poter arrivare anche in bus. Lo sostengono i cittadini che da un paio di giorni stanno firmando una petizione online che chiede di mantenere il servizio di trasporto su gomma con partenza dal Ticino. Si tratta soprattutto di una questione di comodità e affidabilità, come sottolinea il promotore della raccolta di firme: «Spesso ci sono ritardi e la tratta è regionale, con tutte le fermate». E aggiunge: «Certamente togliendo il bus Ticino-Malpensa vi sarà un aumento di traffico di auto verso l'aeroporto».

A partire dal 1. gennaio 2020, come noto, lo scalo milanese si potrà raggiungere soltanto in auto o in treno. L'Ufficio federale dei trasporti non ha infatti rinnovato la concessione a nessuna società di bus, con l'obiettivo di permettere il consolidamento dell'offerta ferroviaria. La concessione sarebbe dovuta scadere già alla fine del 2017, con l'apertura della linea Stabio-Arcisate. Ma la proroga era stata decisa a causa del ritardo nell'attivazione del collegamento ferroviario diretto con Malpensa.

Sulla questione la politica non ha mancato di interpellare a più riprese il Consiglio federale e di recente anche il Governo ticinese. Da Berna è stato fatto sapere che tra tre anni l'Ufficio federale dei trasporti potrebbe valutare il rilascio di nuove concessioni per i bus.

Nel frattempo la ticinese Giosy Tours, una delle compagnie che assicura diversi bus al giorno tra il Ticino e Malpensa, ha comunicato il licenziamento di undici dei suoi diciotto dipendenti. L'azienda sarà inoltre costretta a vendere sei dei suoi mezzi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seoseo 2 anni fa su tio
Il treno è tranquillo,senza i problemi di traffico e puntuale.
Nmemo 2 anni fa su tio
Che fa lo Stato? L’impiccione favorendo qualcuno a scapito di altri? Si lasci a ogni persona una libera scelta in un mercato libero.
Litapeppino 2 anni fa su tio
Filiopo Lombardi politico che sei a Berna da 20 anni vuoi i voti dei ticinesi, scrivi : per un Ticino ascoltato a Berna ecc... è il momento di fare ( finalmente ) qualcosa per i ticinesi e per quelli che da gennaio perderanno i posti di lavoro. Datti da fare, cerca di muoverti per far si che non venga tolta la linea di Bus. Non solamente per il tuo Ambri Hockey, anche li i tifosi arrivano con i Bus. Ha dimenticavo tu come politico hai Bus e treni gratuiti. Non sarebbe male se ( finalmente) dopo 20 anni che sei a Berna faresti VERAMENTE qualcosa per i ticinesi a parte proporre aumenti ecc... Che sia stato organizzato per favorire le ferrovie oramai lo abbiamo capito tutti. Gia vediamo i problemi dei posti a sedere nei vagoni, gente che deve stare in piedi, poi ci saranno ritardi ecc... chissa quanti perderanno gli aerei per spostarsi, oppure per andare in vacanza. Poveri noi ticinesi siamo proprio messi male, mal governati politici scadenti che guardano solamente i loro sporchi interessi, e quanto li senti in televisione solamente a promettere che si, impegneranno per il bene della gente. Siete la categoria più falsa che possa esistere, e oltretutto vi manteniamo ccon stipendi e pensioni dorate, che schifezza !
driver1973 2 anni fa su tio
Di troppo protezionismo si muore
negang 2 anni fa su tio
Ci risiamo ! Ma i bus sono la cosa più' comoda , frequente e veloce che c'è' per Malpensa. Al di fuori degli orari di punta sono i migliori ed i più' economici. Inoltre se uno va in vacanza per 15 gg ha anche valigione non da poco. Il treno per questo e' molto piu' scomodo e non parliamo se devi fare cambio a Varese con magari rampe di scale da fare su e giù'. No, il bus deve rimanere e che siano le FFS a cercare di essere concorrenziali con questo mezzo. Tolto il bus immagino i prezzi per una andata e ritorno in treno. No grazie. allora vado in auto e lascio la la macchina a prezzi ben inferiori , basta già' essere in 2 che conviene.
francox 2 anni fa su tio
Ci si lamenta delle troppe auto in circolazione e si tolgono i bus. Ridicolo.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Lugano
4 ore
Più Donne chiede delucidazioni sul caso dell'ex funzionario del Dss
Dopo che la loro interrogazione non ha avuto seguito dai vertici, tornano con un'interpellanza che contiene 15 domande
CANTONE
6 ore
I più scattanti con il "booster" agli over16
A questa cifra vanno aggiunte le persone che si sono rivolte alle farmacie e agli studi medici
RIAZZINO
7 ore
Al Vanilla la musica resta spenta
Il Consiglio federale è andato incontro alle discoteche. Ma la struttura di Riazzino mantiene la propria decisione
BELLINZONA
9 ore
Il villaggio natalizio di Bellinzona solo per vaccinati e guariti
Per il mercato del sabato e i mercatini in programma varrà invece l'obbligo di mascherina
Ticino
9 ore
Ecco dove verranno posizionati i radar la prossima settimana
La polizia ricorda che «la velocità elevata permane una delle maggiori cause d'incidenti»
CANTONE
10 ore
La cucciolata che non intenerisce gli allevatori
Il nascita di tre lupacchiotti è «una cattiva notizia» commenta l'associazione per la protezione dai predatori
LUGANO
10 ore
Obbligo di mascherina in centro a Lugano
La misura scatta domani, sabato 4 dicembre, nella zona pedonale della città
SVIZZERA
11 ore
Niente test a scuola, il sindacato protesta
Il Vpod/Ssp invoca una maggiore protezione dell'insegnamento in presenza
CANTONE
15 ore
Gli anni ticinesi di Highsmith in un documentario
Le riprese del film sono di recente iniziate sul Lago Maggiore e in Valle Maggia
CANTONE
16 ore
In Ticino il booster è per tutti
Da subito tutti gli over 16 che hanno ricevuto la seconda dose da almeno sei mesi possono prenotare il richiamo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile