foto tio/02min
Lo scontrino del test
LUGANO
13.11.19 - 06:070
Aggiornamento : 10:31

Come è facile ordinare sushi "di contrabbando" dall'Italia

Boom di ticinesi nei ristoranti oltre confine. E alcuni non disdegnano le consegne di pasti a domicilio: in barba alle regole doganali. Abbiamo fatto un test

LUGANO - Tutti pazzi per il sushi. Ma anche per il kebab, e l'intramontabile pizza: sono un flusso ininterrotto i ticinesi in trasferta nei ristoranti oltre confine, a Ponte Tresa o Ponte Chiasso, sempre strapieni. Ma negli ultimi tempi i clienti sono diventati più esigenti e pantofolai. Così, alcuni ristoratori si sono attrezzati per il “food delivery”. 

C'è solo un piccolo problema: non si può fare. Le regole doganali parlano chiaro. Le consegne di pasti a domicilio dall'Italia alla Svizzera «rientrerebbero nella categoria della cosiddetta merce commerciale» spiegano dalle Dogane. «Andrebbero quindi soggette a dichiarazioni d'importazione». Ma alle frontiere ticinesi non sono mai arrivate richieste simili, da parte di “corrieri” di pizza o sushi. 

Eppure c'è chi tenta la sortita, in barba ai controlli doganali. Abbiamo fatto un test, contattando una serie di ristoranti e pizzerie (13 in tutto) nella fascia di confine. Quattro effettuano consegne a domicilio, e di questi solo uno – una pizzeria di Ponte Chiasso – si fa dei problemi ad attraversare il confine. «In Svizzera? Non è possibile, ci dispiace». 

Altri tre ristoranti si dicono invece disponibili: in due casi anche la sera e nel weekend. Quando gli uffici doganali sono chiusi. «Facciamo consegne in Ticino, ma solo per importi superiori ai trenta franchi» spiega un ristoratore di Ponte Chiasso. Ordiniamo: 38 euro di sushi e sashimi. Tempo mezz'ora e il corriere si presenta all'indirizzo fornito, a Chiasso, con tanto di scontrino (e il prezzo indicato anche in franchi). Nessuna aggiunta per la trasferta. 

Il fenomeno non è del tutto nuovo. Già nel 2014 l'Afd aveva registrato un «flusso crescente» di fattorini delle pizze al confine tra Basilea e Baden-Würtenberg, intimando ai ristoratori di regolarizzarsi. In Ticino i “contrabbandieri” di pasti a domicilio sono più rari, ma «si tratta comunque di concorrenza sleale» secondo il direttore di GastroTicino Massimo Suter. «I ristoratori ticinesi devono sottostare a un'infinità di regole e sono già danneggiati dal turismo del sushi. Ora si vedono rubare i clienti a casa propria con metodi sleali». L'associazione invoca quindi «più controlli» sui furbetti. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Ul Cunili 1 anno fa su tio
Appunto in Svizzera non si può fare ma il sottoceneri non é Svizzera; é Italia o peggio; 4 mondo. Tra poco anche il Sopraceneri come tutto il Ticino sarà così! Grazie politici! Votate votate che con tartine al salmone stanno risolvendo i problemi di questo ultimo e sfigato cantone Svizzero.
Pongo 1 anno fa su tio
se non avete i soldi per cenare al ristorante state a casa barboni! Macchina in leasing + cena a 15 euro e si esce a far finta di esser sciuri
Pongo 1 anno fa su tio
@Pongo il vostro problema è che guadagnate uno sputo al mese e metà lo mandate via in tasse ma volete sempre e comunque andare in vacanza, andare al ristorante, guidare la macchina ecc e urlate alla crisi perché non riuscite a fare queste cose...
miba 1 anno fa su tio
@Pongo Non poteva mancare il fenomeno della giornata, alias gran risolutore dei problemi del Ticino! Bravo, tu sì che la sai lunga! Però prima dovresti accertarti che quando schiacci i caratteri della tastiera il cervello sia collegato alle dita.....
Pongo 1 anno fa su tio
mangiatevela voi quella m........
Ambra Monaldo 1 anno fa su tio
io dico muro
vulpus 1 anno fa su tio
E se rimettessero i controlli fissi alle dogane? Immaginiamoci quanta merce possa venir importata di straforo, senza sdoganamenti. Poi ci meravigliamo quando fornitori e artigiani nostrani hanno prezzi, a confronto " esorbitanti".
francox 1 anno fa su tio
non ci avevo mai pensato..
giampa 1 anno fa su tio
Bravi ticinesi....poi se vi viene la cagherella, mi raccomando, chiamate il ristorante per reclamare....
driver1973 1 anno fa su tio
@giampa Si. Perché se non mangi cose svizzere viene la cagarella.... Viene di più a pagare 4 pizze da asporto 50 fr.
miba 1 anno fa su tio
@giampa La realtà è molto semplice. Viviamo in un cantone di frontiera con i salari più bassi ed una disoccupazione più alta in Svizzera. Non sono tutti milionari come te e quindi mi sembra evidente che le persone approfittino dove si può risparmiare e cioè appena al di là del confine , alias uscire una volta ogni tanto a cena, dal meccanico, a fare la spesa, comperare i regali di natale, dal parrucchiere, in farmacia, ecc ecc ecc. Mi rispondi che non sei milionario? In tal caso problema tuo se decidi di buttare i tuoi soldi dalla finestra. Sai, c'è gente che in Italia compera l'acqua minerale San Pellegrino la quale appartiene alla Nestlé, quindi.....
giampa 1 anno fa su tio
@miba Il problema vero e' che volete fare i signori anche se non potreste permettercelo. Facile votare prima i nostri e poi andare a comprare tutto di la! Come gia' detto altre volte si preferisce commentare comodi comodi dietro ad uno schermo piuttosto che scendere in piazza...visto che andate in Italia per fare acquisti di qualsiasi genere, perche' non cambiate anche la residenza??
giampa 1 anno fa su tio
@miba Sempre fare la colpa ai politici...facile! Chi li elegge? Il popolo!! Sei andato a votare? Sé si, accetto la discussione, altrimenti, coerenza e meglio tacere. Ps: in altre parti del mondo, Lavena- Ponte Tresa ad esempio, la gente scende in piazza ed ottiene dai politici. Qui alla gente va bene cosi'....
Fran 1 anno fa su tio
@miba Sottoscrivo ogni singola parola!
don lurio 1 anno fa su tio
I politici continuano a dire PRIMA I NOSTRI le aziende assumono in continuazione frontalieri. Tanti anni fa i ticinesi spazzacamino emigravano a lavorare . Ora emigrano a mangiare e contrabbandano ogni sorta di cosa onde pagare meno. Non diciamo più PRIMA I NOSTRI…...
miba 1 anno fa su tio
Concordo al 100%, alla faccia di Suter che oltre ai prezzi stratosferici in Ticino prende anche gli attacchi di bile per il sushi a domicilio :):):)
miba 1 anno fa su tio
@miba ...era la risposta per Fran
Fran 1 anno fa su tio
@miba Super?
Fran 1 anno fa su tio
@miba Ops... Suter. A chi ti riferisci?
Picet 1 anno fa su tio
Vorrei rispondere a Franz. Sono anch'io uno di quelli che va a mangiare una pizza in Italia per questioni di prezzo però devo dire che ho trovato un ristorante a lugano dove per 2 pizze, una napoli e una al salame, una birra da 3 dl e una da 5 dl ho pagato Fr. 28.- non male vero?
marco17 1 anno fa su tio
Sputano sull'Italia e gli Italiani da mattina a sera, vituperano contro l'apertura delle frontiere e l'invasione di frontalieri e poi non solo fanno la spesa e mangiano al ristorante oltreconfine: adesso si fanno addirittura consegnare i pasti a domicilio dall'Italia. E poi lamentatevi pure del "povero Ticino" di cui siete i soli responsabili.
giampa 1 anno fa su tio
@marco17 Bravissimo!! La penso esattamente come te!!
Fran 1 anno fa su tio
@marco17 Siamo costretti a fare la spesa in Italia, esattamente come voi siete "costretti"(????) a lavorare a 3000 lordi in CH. I nostri 3000 valgono la metà qui da e per noi ok. Per cui, se vuoi dare aria alla bocca fallo a casa tua.
Maxy70 1 anno fa su tio
Dalla vicina Penisola arriva di tutto e ben più al nero: autonoleggio con conducente, donne pulizie, artigiani, giardinieri, ecc.. Si tratta di infrazioni ben più gravi del sushi o kebab, dove la sanzione oltretutto é irrisoria, visto l'esiguo valore. Aprite le dogane e diminuite il personale delle Guardie di confine. Migliorerà sempre!
Fran 1 anno fa su tio
Pizza? Rigorosamente in italia. Sono almeno 6 anni che non mangiamo più in Ticino. Uno perché trovare una pizzeria degna di questo nome nel Locarnese e Bellinzonese è diventato impossibile. E due: il prezzo! Esempio italia: 1 vegetariana, 1 olive capperi cipolla, 1 coca zero, 1 prosecco, 7.5 dl acqua gasata , 1 macchiato, 1 sorbetto vodka: 30 euro. Fate un Po voi. Con 2000 fr di pensione voi dove mangereste la pizza? Italia forevere!
giampa 1 anno fa su tio
@Fran Bene, allora puoi anche trasferirti definitivamente di la cosi' te la godi appieno. Occhio a non lamentarti poi!
giampa 1 anno fa su tio
@Fran Bene, puoi anche trasferirti cosi' ti godi la "dolce vita"....occhio a non lamentarti poi eh!
red 1 anno fa su tio
@Fran Salve Fran, puoi contattarci a cronaca@tio.ch o telefonicamente? Un caro saluto
driver1973 1 anno fa su tio
@giampa Probabilmente vi fanno il lavaggio del cervello da piccoli. Continuate a pensare che in Italia si muore di fame. In realtà vi rode il c... perche' i vostri colleghi di lavoro che arrivano da fuori campano molto meglio di voi. Ho amici svizzeri che hanno scelto di vivere in Italia e l'unico rammarico ere il fatto di non aver fatto questa scelta molto prima
giampa 1 anno fa su tio
@driver1973 Hai amici che abitano di la? Segui! Cosa aspetti? Bla bla bla...fiero di essere svizzero ed abitare a casa mia!!
TOP NEWS Ticino
CANTONE
21 min
«Ci stiamo lamentando di un Paese che ci ha dato due vaccini efficaci»
Svizzera lenta e debole? La strategia rossocrociata analizzata da Alessandro Diana, infettivologo e vaccinologo.
LUGANO
1 ora
«Denunciate chi avvelena i cani»
L'invito è del Municipio e del sindaco Borradori ai suoi cittadini. Anche ai 151 che hanno firmato la raccomandata
LUGANO
1 ora
Aeroporto, il Municipio ha scelto con chi prendere il volo
Licenziato il messaggio per l'autorizzazione a intavolare trattative con Amici dell'aeroporto e Marending-Artioli
CANTONE
2 ore
Un vero flop l’idea dei ristoranti trasformati in mense
Massimo Suter, presidente di GastroTicino: «In Ticino manca la massa critica»
CANTONE
3 ore
Si cerca Miguel Rozalen Jover
Residente a Chiasso, ha fatto perdere le sue tracce dal 10 di febbraio.
FOTO
BELLINZONA
4 ore
Luce verde al semi-svincolo di Via Tatti
Il Consiglio di Stato ha comunicato la crescita in giudicato della parte cantonale del progetto.
CANTONE / SVIZZERA
5 ore
I ticinesi si fanno scartare
L'idoneità al servizio è del 68,5%. Tra i cantoni, il Ticino viene dopo solo Vallese, Neuchâtel e Glarona
CANTONE
7 ore
I nuovi positivi sono 50, ma c'è una vittima
Viene segnalata una nuova classe in quarantena, per la precisione presso la Scuola media di Viganello.
VIDEO
CANTONE
7 ore
La sfida dei musei: «La gente ha bisogno di cultura»
Coi recenti allentamenti delle restrizioni, i musei hanno riaperto i battenti. È ripartita anche la Da Vinci Experience
CANTONE
11 ore
A caccia di clienti del sesso in Ticino
Qui i locali erotici sono chiusi. Altrove c'è chi può restare aperto. Il direttore dell'Oceano: «Una totale incoerenza»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile