tipress
BELLINZONA
14.10.19 - 14:530
Aggiornamento : 16:38

Amianto: le FFS si difendono

I vertici dell'ex regia federale sui decessi dei collaboratori in pensione: «Casi noti, monitoriamo la situazione»

BELLINZONA - Le morti per amianto tra gli ex dipendenti delle Officine bellinzonesi continuano a far discutere. Le FFS oggi hanno diramato una nota, in cui chiariscono di avere «messo in atto le misure necessarie per la protezione dei collaboratori». 

La questione, afferma l'ex regia federale, è ben nota: «La sicurezza dei collaboratori ha priorità assoluta». L'azienda afferma di «rispettare in toto gli importanti standard di sicurezza» e di avere indicato alla Suva i collaboratori che nel corso degli anni sono stati esposti all'amianto. 

«Tutti i lavori presso le FFS, in particolare le lavorazioni sui veicoli e sulle componenti ferroviarie, vengono eseguiti in piena sicurezza» si legge nel comunicato. «Le zone di rischio sono conosciute e documentate in istruzioni di lavoro dettagliate, che descrivono in maniera puntuale e chiara come approcciarsi a queste componenti».

Quanto all'amianto presente all'interno del vecchio stabilimento, come materiale di costruzione, anch'esso sarebbe oggetto di «valutazioni effettuate regolarmente con gli specialisti del settore». A settembre, nel corso dell'ultimo sopralluogo «non sono state individuate criticità». 

E i morti? Quelli non si possono negare. Sull'argomento le FFS garantiscono la «massima trasparenza» e stanno esaminando le misure messe in atto. «Ci è noto che, a causa di esposizioni all'amianto in passato, vi sono stati casi di decessi tra i collaboratori, e ne siamo profondamente rammaricati».

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
La critica di Suter: «Al ristorante seduti, in discoteca in 300»
Il presidente di Gastrosuisse Ticino fa notare alcuni «paradossi» nelle scelte operate da Berna
CANTONE
1 ora
La casa dei sogni post Covid? Di certo quella col giardino
Interessati soprattutto francesi e italiani. L'analista: «Tutto dipenderà dai flussi migratori in Italia».
FOTO E VIDEO
CADEMARIO
10 ore
Finisce contro un'auto, gravi ferite per un centauro
Il motociclista si è scontrato con un veicolo che si immetteva su via Cantonale da una strada secondaria.
VIDEO
CANTONE
11 ore
I festival si possono fare, purchè online: il caso di Poestate
Il festival letterario si trasferisce online, grazie alla collaborazione con Tio.ch/20minuti
SVIZZERA / CANTONE
13 ore
Quell'assalto alle dogane che non c'è stato
L'Amministrazione federale delle dogane non ha rilevato «un aumento significativo» del traffico transfrontaliero.
CANTONE
15 ore
AlpTransit ritarda: «Perché il Ticino non è stato coinvolto?»
Lorenzo Quadri chiede al Consiglio federale di prendere posizione sullo slittamento dell'orario 2021
CANTONE
15 ore
L'orario 2021 slitta ad aprile, il DT: «Ingiustificabile»
Dal dipartimento di Zali vengono espressi «delusione e rammarico» e si denunciano «danni milionari»
FOTO
VEZIA
17 ore
Il non profit si fa professionale
Il Centro competenze non profit è stato presentato stamattina alla stampa dal suo direttore, Giorgio Panzera
FOTO
MAGLIASO
19 ore
Anche gli zoo si preparano a riaprire
Nella struttura di Magliaso è in corso la posa della segnaletica per il mantenimento delle distanze
FOTO
CONFINE
20 ore
L'auto finisce nel lago, muore una 24enne
La tragedia si è consumata nella notte in Via per Cernobbio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile