TIpress
+ 3
BELLINZONA
12.10.19 - 16:290
Aggiornamento : 18:25

Oltre 200 persone per la pace in Siria: «Fermiamo Erdogan»

La manifestazione, svoltasi nella calma e senza incidenti di rilievo, è andata in scena questo pomeriggio nelle strade della capitale: «Ci opponiamo all'aggressione immotivata al popolo curdo»

BELLINZONA - È partito puntuale alle 15.00 dalla Posta di Bellinzona, il Corteo - organizzato dalla Comunità curda, da quella siriaca e dal Comitato ticinese per la ricostruzione di Kobane -  per opporsi «all'aggressione perpetrata dall'esercito turco» ai popoli del Nord-Est della Siria.

Alla manifestazione - svoltasi nella calma e senza incidenti di rilievo - hanno partecipato tra le 200 e le 250 persone. Tra di loro anche membri del ForumAlternativo, dei Verdi, del Partito Socialista, del Movimento per il socialismo del gruppo Io l'8ognigiorno e del Csoa il Molino. Tutti uniti per dare voce a chi non ce l'ha. Tutti uniti per denunciare «un'aggressione immotivata» al popolo curdo. «Fermiamo la guerra, fermiamo Erdogan».

Questi i messaggi lanciati dai manifestanti che hanno sfilato lungo le strade della Capitale. Manifestanti che non hanno esitato a contestare ferocemente il presidente turco. «Erdogan assassino. Terrorista. Fascista», questi i cori più urlati durante il corteo. 

Gli organizzatori invitano le comunità internazionali e le organizzazioni della società civile di tutto il mondo «ad agire immediatamente contro l'invasione del Nord-Est della Siria da parte dello Stato turco». Una guerra che ha già provocato le prime vittime tra i civili e che secondo gli organizzatori potrebbe dare nuova linfa «alla rinascita dell'ISIS». «L'invasione delle truppe turche - viene specificato in un volantino - creerà i presupposti per rianimare il gruppo jihadista» che tornerà ad essere una volta di più «una minaccia per l'intero Medio Oriente, l'Europa e il Mondo, causando morti e distruzioni indicibili e costringendo milioni di persone a fuggire dalle loro case e diventare rifugiati».

Manifestazione anche a Zurigo - Diverse migliaia di persone - per la maggior parte curdi di Svizzera e simpatizzanti - hanno partecipato questo pomeriggio a Zurigo a una manifestazione di protesta contro l'offensiva turca nel nord della Siria. I partecipanti si sono radunati verso le 15.00 nel centro storico della città sulla Limmat e hanno inscenato un corteo per le vie di Zurigo accompagnato da fischi e musica popolare curda. Il motto della manifestazione era «No alla guerra nel nord - e nell'est della Siria!». I dimostranti ha scandito anche slogan del tipo «Esercito turco fuori dal Kurdistan», «Erdogan - Terrorista» e «Stop al terrore». Stando alla polizia zurighese, non vi sono stati disordini.

Tipress
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
42 min
Non è ancora il momento di mettere via l’ombrello
Le allerte maltempo sono per il momento alle spalle. La prossima settimana si annuncia però nuovamente grigia e carica di pioggia
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Chi saranno i due "senatori" ticinesi? Siamo al rush finale
Ultime ore per votare, le urne chiudono alle 12. Quattro nomi per due posti: Filippo Lombardi, Marina Carobbio, Marco Chiesa e Giovanni Merlini
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
Lotto, vinti oltre 20 milioni. Forse in Ticino
La schedina vincente potrebbe essere stata giocata nel nostro cantone. I numeri estratti: 10, 19, 25, 29, 38, 40 e 2
FOTO
LUGANO
18 ore
Furgone distrutto dalle fiamme in un piazzale a Viganello
Il veicolo ha preso fuoco questo pomeriggio in via agli Orti. Sul posto pompieri e polizia
FOTO
MENDRISIO
23 ore
Bambini e alberi si abbracciano e crescono insieme
Questa mattina è stato ufficialmente presentato il progetto “Alberi della vita – Un albero per ogni bambino”. Obiettivo: «Regalare un futuro sostenibile per i nostri giovani»
VAUD / BELLINZONA
1 gior
Ha moglie e figlia in Ticino, ma l’espulsione è “giusta”
Permessi di dimora non concessi a causa di precedenti penali. Negli ultimi giorni il Tribunale federale ha dato una volta ragione e una torto alle autorità cantonali. Ecco le due storie
FOTO
LUGANO
1 gior
Cinque anni fa la frana che strappò due vite a Davesco
Erano da poco passate le 2.30 del mattino. La pioggia provocò il crollo di un muro di contenimento, che travolse una palazzina
FOTO E VIDEO
MINUSIO
1 gior
L'auto urta un muretto e finisce sul tetto
Nel veicolo, che circolava in direzione di Locarno, c'erano due persone, soccorse dal personale del Salva
CUGNASCO-GERRA
1 gior
In questi wc c'erano strani traffici: fermato un giovane
La polizia è intervenuta nella serata di martedì. Il ragazzo sarebbe stato trovato in possesso di stupefacenti. Coinvolti anche minorenni?
CANTONE
1 gior
I radar sbirciano ovunque... tranne che in Vallemaggia
Controlli della velocità previsti in quasi tutti i distretti la prossima settimana. Rilevamenti semi-stazionari a Golino e Agra
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile