Deposit
CANTONE
28.09.19 - 08:000
Aggiornamento : 13:35

«Stavolta ti pago anche in bottiglie». Tensione tra vigna e azienda vinicola

Aumentano le cantine che pagano le uve con un buono da spendere in enoteca. «Attenzione però a non esagerare, potrebbe essere un boomerang» dice il direttore di Ticinowine

LUGANO - Iniziano a ribollire le uve nei tini, ma anche qualche animo sale di gradazione. L’elevato quantitativo sui filari e le oggettive difficoltà di smercio del prodotto ultimo, il vino, stanno rimescolando i rapporti tra aziende produttrici e viticoltori. Uno di essi ha contattato Tio/20Minuti per segnalare una novità che gli ha lasciato l’amaro in bocca: circa un mese fa un’importante cantina ticinese l’ha informato per lettera che da questa vendemmia non avrebbe più pagato interamente il raccolto in contanti. Ma saldato 15% della cifra stabilita con un buono da spendere presso l’enoteca dello stessa azienda.

«Sono astemio» - Per il vignaiolo che consegna uve per circa 20mila franchi, vorrebbe dire comprare vino per 3’000… «Sono pure astemio - fa notare -. Ma soprattutto ci sono cantine che effettuano dei metodi di pagamento alternativi, però te lo fanno almeno sapere per tempo (ad inizio anno), di modo che uno possa scegliere a chi consegnare l’uva...». Dall’altro capo del telefono l’azienda che gli ritira l’uva ribatte che «il 15% potrebbe diminuire, è una quota indicativa perché negli scorsi mesi dai nostri conferitori d'uva ci è stato annunciato un importante quantitativo... alla fine dipenderà dall’uva complessiva ritirata - chiarisce l’azienda produttrice -. Non si dimentichi che l’uva merlot viene pagata un prezzo elevato e viticoltori stessi dovrebbero impegnarsi per favorire e promuovere lo smercio del vino».

Non è la sola azienda - Non è un unicum e altre aziende stanno intensificando pratiche simili, afferma Andrea Conconi, direttore di Ticinowine, l’interprofessione impegnata nella promozione della viticoltura ticinese. La sua è una voce equidistante tra chi coltiva l’uva e chi la vinifica. «Ci troviamo - è la premessa - in una situazione di mercato in cui ci si rende conto che si produce di più di quello che si riesce a vendere». Sulla tempistica c’è però da ridire: «A me rincresce che si arrivi a ridosso della vendemmia ad annunciare questi cambiamenti. Purtroppo però, va anche detto, ci sono viticoltori che producono le uve e non comprano una bottiglia di merlot per tutto l’anno. E non vale dirsi astemi perché una cena con amici la organizzano tutti».

Il brutto del buono - Una quota di pagamento in bottiglie dunque ci può stare, ma con dei limiti, ad esempio la Cantina sociale di Mendrisio retribuisce così i piccoli, ma con un 3% di vino e per un quantitativo massimo di uva consegnata (che può corrispondere alla fine a qualche cartone di merlot). Il rischio aumentando la soglia è che il viticoltore rivenda poi, ad esempio ai ristoratori, il vino ricevuto ma ad prezzo più basso di quello praticato dalla cantina: per quest'ultima sarebbe un boomerang. Inoltre, conclude a mo' di paradosso il direttore di Ticinowine: «Non si può rendere alcolizzato chi consegna 100 quintali d’uva. Il nostro scopo è far bere un moderazione e non spingere al consumo eccessivo».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
5 ore
Vaccino per partire, «ma anche per fare il bucato»
Per i non vaccinati Stati Uniti e Australia sono diventate impossibili, e la Germania invivibile.
LUGANO
12 ore
A luglio torneranno gli Swiss Harley Days
I primi tre giorni del mese saranno all'insegna delle due ruote, in riva al Ceresio
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
«In Ticino la richiesta di uffici crollerà»
Uno studio di Credit Suisse prevede che in Svizzera la domanda di uffici tornerà a crescere.
CANTONE
14 ore
Altre tre classi in quarantena, in tutto sono 53
Il Decs ha aggiornato l'elenco delle sezioni costrette al confinamento a causa del Covid-19.
CHIASSO
16 ore
Il centro di vaccinazione momò cambia casa
L'attuale struttura di Canavée (Mendrisio) verrà spostata al Palapenz (Chiasso).
CANTONE
1 gior
Selvaggina, più che alla radioattività occhio al piombo
Il Laboratorio cantonale ha analizzato diversi "prodotti" della terra alla ricerca di radioattività e metalli pesanti
LOCARNO
1 gior
Anche Locarno si mette la mascherina
Raccomandata in centro e nelle zone molto frequentate, nel villaggio di Locarno On Ice ingresso solo con il 2G
LOCARNO
1 gior
Dopo il pestaggio sarà rafforzato da subito il pattugliamento
La decisione presa dal Municipio al termine della seduta odierna.
LUGANO
1 gior
Naturalizzazione negata all'imam? Decisione da rivedere
Il Tribunale amministrativo federale ha accolto il ricorso dell'imam di Viganello, rimandando l'incarto alla SEM
FOTO
CANTONE
1 gior
Nuove officine FFS da 580 milioni di franchi
Aumenta l'investimento, anche a causa della «crescita delle attività nel futuro stabilimento»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile