Switzerland Tourism/Giglio Pasqua
MENDRISIO
20.09.19 - 12:470

Importante riconoscimento nazionale per "Bike'n'Wine"

Il progetto che unisce le due ruote al nettare di Bacco ha vinto il premio Svizzero dell’enoturismo, categoria “Ambiente/Sviluppo”

MENDRISIO - Il premio Svizzero dell’enoturismo, categoria “Ambiente/Sviluppo”, è stato vinto dal progetto “Bike’n’Wine – Pedalando nel Mendrisiotto alla scoperta del vino” 

Nell’ambito dello sviluppo delle proprie offerte, un paio d’anni fa, Mendrisiotto Terroir ha deciso di sviluppare l’offerta “Bike’n’Wine – Pedalando nel Mendrisiotto alla scoperta del vino”. Un’idea di progetto proposta da una giovane che, nell’ambito della preparazione del proprio lavoro di diploma presso la SSAT (Scuola Superiore del Turismo) ha cercato la collaborazione dell’Organizzazione Turistica Regionale ed è stata quindi introdotta a Carlo Crivelli di Mendrisiotto Terroir che ha accettato con entusiasmo di sviluppare la sua idea. Terminata la scuola e ottenuto il diploma, Giada Genini ha quindi continuato ad essere coinvolta nello sviluppo di quel tema di studio che, in breve tempo, è diventata una vera e propria offerta turistica, oggi promossa anche da Svizzera e Ticino Turismo.

L’esperienza proposta da “Bike’n Wine” prevede la messa a disposizione di bici per piccoli gruppi che vengono quindi accompagnati da una guida locale in una passeggiata che contempla una serie di visite e degustazioni, seguendo il racconto del percorso che trasforma l’uva in vino. L’itinerario, che ha già potuto essere sperimentato da un buon numero di turisti, ha una lunghezza di 5km ed è adatto anche ai meno sportivi.

Questo progetto, nato dalla passione e dal coinvolgimento di persone che amano particolarmente il Mendrisiotto ed il settore dell’enogastronomia, è stato recentemente candidato al concorso nazionale per il Premio svizzero dell’enoturismo, che è alla sua terza edizione, vincendo nella categoria “Ambiente/Sviluppo”. I dossier di candidatura inoltrati da svariati cantoni erano in totale 50 e le giurie che hanno valutato i progetti erano due, una professionale e una popolare.

La cerimonia di premiazione si è svolta lo scorso 12 settembre a Chamoson in Vallese, alla presenza di numerosi appassionati e professionisti del settore. Il vincitore del Premio svizzero dell’enoturismo e quelli delle 7 categorie (Architettura/Paesaggi, Arte/Cultura, Scoperta/ Innovazione, Ambiente/Sviluppo, Ristorazione/Ospitalità, Servizi/Organizzazione e Artigiani del Terroir) hanno ora la possibilità di partecipare al “Best of Wine Tourism”, un concorso d’importanza internazionale, che quest’anno si svolgerà a Bordeaux ad inizio novembre in occasione dell’Assemblea Generale della rete dei “Great Wine Capitals”.

Mendrisiotto Terroir è un piccolo Tour Operator incoming, con sede a Balerna, nata con il sostegno dell’Ente Regionale per lo sviluppo del Mendrisiotto e Basso Ceresio (ERSMB), che da alcuni anni collabora con l’Organizzazione Turistica Regionale del Mendrisiotto e Basso Ceresio, per la promozione del territorio e dei suoi prodotti. In particolare le proposte ai turisti mirano prevalentemente alla promozione dell’offerta enogastronomica regionale ed offrono la possibilità di scoprire il territorio con un particolare accento alla scoperta delle tradizioni, dei personaggi e dei prodotti della regione del Mendrisiotto e Basso Ceresio.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
21 min
In Ticino non ci sono più cabine (funzionanti)
Le ultime sono state disattivate negli ultimi mesi da Swisscom, che sta procedendo a rimuovere le postazioni rimaste
CANTONE
1 ora
Appartamenti sfitti? «Sfruttateli come Airbnb»
L’esperienza di Milo Chiocca, a caccia di proprietari disposti a lanciarsi sulla piattaforma per locazioni a breve termine
LAVENA PONTE TRESA
12 ore
Non riesci nei tuoi studi? Puoi attaccarti al tram
Da qualche mese l’Istituto Fogazzaro ha aperto una “filiale” italiana, il Centro Atlante, a due passi dal confine e dal trenino FLP. Altro nome, stessa preside. Lo scopo: garantirsi un piano B
LUGANO
14 ore
La lettera della vittima in aula: «Non sono più tua figlia. Addio, papà».
Maria Galliani, legale della giovane abusata dalla "coppia horror" del Bellinzonese, racconta il presente della sua assistita: «A 17 anni si è ritrovata sola. Ora sta lottando»
VIDEO
GRANCIA
14 ore
Scairolo, acqua marrone e «odore di vernice»
La situazione segnalata da un lettore. L'Ufficio della gestione dei rischi ambientali e del suolo: «Verificheremo»
LUGANO
15 ore
«Stava giocando ai lego e i genitori l'hanno chiamato mentre facevano sesso»
Al processo contro la coppia del Bellinzonese che abusava dei figli, parla l'avvocato del ragazzo: «Ancora oggi il mio assistito è legato a mamma e papà»
LUGANO
16 ore
«Faccio fatica a definire genitori queste due persone»
Processo contro la coppia horror del Bellinzonese: la procuratrice pubblica Marisa Alfier chiede una pena di 15 anni di carcere per l'uomo e di 14 anni e 6 mesi per l'ormai ex moglie
VIDEO
GAMBAROGNO
17 ore
L’inferno alle 7 di mattina: al lavoro coi nervi a pezzi
Chiuso il nucleo di Quartino. Tutto il traffico si riversa sulla strada cantonale. Il test video di Tio/20minuti. E la rabbia degli automobilisti: «Vergognoso»
LOCARNO
18 ore
Delta Resort: «Il Municipio di Locarno fa il necessario?»
Interpellanza di Pier Mellini al Municipio sul suo operato e sull’ordine di vigilare affinché gli appartamento non siano utilizzati come residenza
CANTONE
19 ore
La rivelazione shock del padre: «Toccarmi con mia figlia era diventata un'esclusiva»
Processo alla coppia dell'orrore. Il 50enne, che abbelliva i filmati hard con effetti speciali e colonne sonore, gioca a nascondino col giudice. Intanto emerge che la madre era gelosa della ragazza
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile