CANTONE
19.09.19 - 14:570
Aggiornamento : 17:10

Dopo i funghi tocca alle castagne. E sarà un'ottima annata

Grazie alla stagione meteorologicamente favorevole, l'obiettivo dell'Associazione Castanicoltori è chiaro: «Almeno 40 tonnellate nei centri di raccolta»

MONTECENERI - I frutti del castagno sono ormai maturi e i primi ricci sono già iniziati a cadere. È quindi tempo di andare nei boschi a raccoglierli, «informandosi però che non si tratti di selve o boschi gestiti dal proprietario, oppure chiedendogli il permesso», mette in guardia l'Associazione Castanicoltori della Svizzera italiana. Insomma, il detto dei nostri nonni che "la castagna ha la coda, chi l'acchiappa è sua" non sempre vale.

Una volta raccolte, le castagne si possono evidentemente portare a casa, ma si possono pure consegnare nei centri di raccolta, che saranno aperti da lunedì 23 settembre a mercoledì 30 ottobre a Cadenazzo, Stabio, Muzzano e Biasca.

Nelle tabelle allegate, oltre ai giorni, gli orari d’apertura e il prezzo corrisposto per le varie classi di grandezza, sono indicate anche le modalità di raccolta. Il prezzo delle castagne di piccolo calibro rimarrà di 1.50 CHF/Kg, quello delle castagne più grandi di 3.00 CHF/Kg.

Obiettivo: battere il 2017 - L’anno scorso sono state consegnate nei centri di raccolta 21 tonnellate di castagne. Nel 2017, invece, si erano raggiunte ben 40 tonnellate. Quest’anno si punta a ripetere o superare il risultato ottenuto due anni fa. A questo scopo l’Associazione dei Castanicoltori, in collaborazione con Paolo Bassetti, ha organizzato dei gruppi di raccolta che andranno in maniera mirata nelle selve castanili gestite. All’iniziativa ha aderito anche Caritas Ticino, che metterà a disposizione personale per la raccolta.

Riuscire a garantire un buon volume di raccolta è una delle chiavi del successo della castagna ticinese in una filiera produttiva. In questa direzione, continua anche quest’anno la collaborazione con Sandro Vanini SA per la produzione di vermicelles.

Stagione favorevole - La stagione, dal punto di vista meteorologico, è stata favorevole. Il tempo tendenzialmente asciutto durante la fioritura e un’estate più piovosa di quella dell’anno scorso hanno portato a un buono sviluppo dei ricci e anche i timori per un ritorno massiccio del cinipide si sono rivelati infondati.

L’Associazione dei Castanicoltori della Svizzera italiana ricorda che le castagne sono un prodotto naturale, che non subisce alcun trattamento chimico o di concimazione, dato che nelle selve e nei boschi sono proibiti. Un nuovo progetto didattico di “Scuola in Selva” prenderà il via tra poco, per sensibilizzare anche i più giovani sull’inestimabile patrimonio culturale, paesaggistico ed economico rappresentato dal castagno.

L’invito, ancora una volta, è quello di continuare a mantenerlo vivo e il modo migliore per farlo è non lasciare che le castagne marciscano nei boschi.

Allegati
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
4 ore
«Apertura ritardata? Colpa della pandemia»
La crisi degli scorsi mesi ha influito sui cantieri, sulla formazione dei macchinisti, nonché sulla consegna dei treni.
CANTONE
5 ore
Su Piazzaticino.ch è tempo di Poestate
Parte proprio ora, con la sua prima di tre serate, l'edizione 100% virtuale del festival letterario luganese
BALERNA
5 ore
45enne scomparso: è l'ex infermiere dell'OBV accusato di omicidio
S.V. è scomparso la mattina del 30 maggio da Balerna.
ARBEDO-CASTIONE
6 ore
Camion bloccato in un sottopasso
È successo attorno alle 16 in territorio di Arbedo
CANTONE / CONFINE
6 ore
Turismo degli acquisti, primi furbetti pizzicati in dogana
Registrato un aumento del 20% del traffico transfrontaliero
CANTONE
7 ore
«Dopo 93 giorni mia figlia ha riabbracciato il papà e i nonni»
Il racconto di una mamma: «Il bene di mia figlia è più forte delle incomprensioni fra genitori». E anche del coronavirus
CANTONE
10 ore
«Aveva perso la fiducia di tutti»
L'ex comandante Antonini sconfessato dal Tribunale amministrativo federale. Confermata la sospensione
CANTONE
10 ore
Il ballottaggio per il Consiglio degli Stati è valido
Lo ha stabilito il TRAM, che ha respinto il ricorso presentato lo scorso novembre dall'avvocato Gianluca Padlina
CANTONE/CONFINE
10 ore
Ticinese fermato in dogana, rischia la multa per un giornale
Nel caso specifico si è chiuso un occhio. Niente multa, ma l'acquisto è stato lasciato oltre confine.
CANTONE/BERNA
12 ore
Non chiamateli omicidi "passionali"
Femminicidio: le deputate ticinesi Gysin e Carobbio chiedono una svolta linguistica (ma non solo) nel codice penale
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile