Keystone - foto d'archivio
CANTONE / SVIZZERA
19.09.19 - 09:010

Cittadinanza svizzera revocata, sarà ricorso

L’avvocato dell’ex agente di Argo 1: «La notizia è stata strumentalizzata politicamente». E contesta anche la contrapposizione tra “svizzero doc” e “svizzero impuro”

BELLINZONA - Per la prima volta il Governo federale ha deciso di revocare la cittadinanza svizzera a una persona con doppia cittadinanza, Ümit Y., ex agente di Argo 1. Ma l’avvocato ricorrerà al Tribunale amministrativo federale. A darne notizia è lo stesso legale del 34enne turco-svizzero sulle pagine de la Regione.

L'uomo è stato condannato nell'agosto del 2017 dal Tribunale penale federale di Bellinzona a due anni e mezzo di reclusione, di cui sei mesi da scontare. L'accusa? Avere operato come "indottrinatore" rafforzando i concetti di islam radicale in altri (per il gruppo fondamentalista islamico Jabhat Al-Nusra) e avere ospitato in Turchia un uomo che voleva raggiungere la Siria.

L’avvocato Castelli smentisce l’affermazione della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) secondo cui l’eccezione per la revoca della cittadinanza (se la condotta è di grave pregiudizio agli interessi e quindi alla sicurezza della Svizzera) è soddisfatta. La SEM scrive che l’uomo è stato condannato per propaganda e reclutamento di combattenti a favore di un’organizzazione islamista vietata. Ma «non gli è mai stato contestato di aver reclutato combattenti», dice l’avvocato. E aggiunge «peraltro la fazione di Jabhat al-Nusra combatte l’Isis».

Il legale dello svizzero-turco, però, lancia un’accusa ben più pesante: il provvedimento della SEM è a suo parere «politico», «oltretutto in piena campagna elettorale». Castelli denuncia la strumentalizzazione della notizia, «anticipatagli per e-mail due ore dopo averla divulgata ai media».

L’avvocato chiederà pertanto l’annullamento della decisione, giustificandola con il fatto che il suo cliente «non ha mai rappresentato una minaccia per la sicurezza e l’immagine della Svizzera», ma soprattutto sollevando il pericolo del rischio di arbitrio nella revoca della cittadinanza in violazione del principio costituzionele di discriminazione: «la contrapposizione tra lo “svizzero doc” e lo “svizzero impuro”».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
«Ora incrociamo le dita»
I campeggi hanno riaperto i battenti, oggi. L'associazione di categoria: «La stagione si può ancora salvare»
CONFINE
2 ore
Niente gite in Italia, le dogane restano vuote
Nonostante la riapertura della frontiera, i ticinesi sembrano ancora restii dal recarsi in Italia
MURALTO
6 ore
Aggredito sul lungolago, notte in ospedale
La vittima, un 35enne della regione, è stata picchiata da un ragazzo più giovane. Per futili motivi.
CANTONE
7 ore
«Quest'estate troppi giovani a casa»
I Giovani UDC ticinesi sono preoccupati per la disoccupazione under 25. E chiedono misure urgenti
CANTONE
19 ore
Garzoni: «Sì a piscine, fiumi e laghi. E dimagriamo»
Il direttore della clinica Moncucco sulle dichiarazioni di Zangrillo: «Non è certo che il virus sia mutato».
CANTONE
22 ore
L'ex infermiere dell'OBV è stato ritrovato morto
Il 45enne era scomparso lo scorso 30 maggio da Balerna. La sua automobile era stata rinvenuta ieri a Buseno.
CANTONE
23 ore
Al via su Piazzaticino.ch la seconda serata di Poestate
Il festival letterario luganese ritorna questa sera alle 18.00 con la sua edizione 100% online
FOTO
LUGANO
23 ore
Il nuovo volto della Foce per contenere gli assembramenti
Uno specifico arredo, con panchine e altri accorgimenti, è stato posato per delimitare il numero di presenze.
CANTONE
1 gior
Galleria del Ceneri, discoteche e spesa in Italia. Norman Gobbi a 360°
Il presidente del Governo ha toccato diversi temi durante un'intervista rilasciata a Radio Ticino.
CANTONE
1 gior
«La ricerca attiva del virus continua: 100 tamponi al giorno»
In conferenza stampa oggi erano presenti il medico cantonale, il presidente dell'Ordine dei medici e Renato Pizolli
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile