tipress
BIASCA
18.09.19 - 17:300
Aggiornamento : 20:11

Licenziato dall'Ocst: «Sono distrutto»

Arturo Mellace è stato lasciato a casa dopo 22 anni. La solidarietà degli operai. Ma il sindacato ribatte: «Abbiamo agito per motivi disciplinari, nel rispetto della legge»

BIASCA - Anche i sindacati licenziano. Il sindacalista Arturo Mellace ha ricevuto nelle scorse settimane la disdetta del contratto dal suo datore di lavoro, l'Ocst. Un provvedimento dovuto «a motivi disciplinari» ha spiegato oggi il sindacato in una nota. 

Mellace, 60 anni, residente a Biasca e attivo come sindacalista da 22 anni nel Bellinzonese, ha ricevuto nei giorni scorsi la solidarietà di diversi lavoratori. Oltre 200 persone hanno sottoscritto una raccolta firme per contestare il licenziamento, ha riferito ieri La Regione

L'Ocst tuttavia è irremovibile. «Il licenziamento è avvenuto con una disdetta ordinaria del rapporto di lavoro» ha dichiarato oggi il segretario cantonale Renato Ricciardi. «Abbiamo rispettato i termini contrattuali e legali». Il sindacato non entra nei particolari. Nel testo della raccolta firme, che circola sui social, si legge però che Mellace sarebbe stato «lasciato a casa per avere contestato il suo capo diretto» il quale «pretendeva più produttività intesa come acquisizione di una maggior numero di lavoratori da iscrivere al sindacato». 

Raggiunto al telefono, Mellace dice di essere «distrutto moralmente e fisicamente» e si limita a poche parole. «Ringrazio gli operai per la solidarietà, con cui dimostrano di considerarmi il loro sindacalista» ha commentato a tio/20minuti. Sul licenziamento si limita a dire che «mi ha lasciato di stucco e senza parole. Non me lo sarei mai aspettato».  

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
17 min

«La sconfitta? L’avevo messa in conto»

La leghista Roberta Pantani fuori dal Nazionale. La reazione

COLLINA D'ORO / MUZZANO
1 ora

Collina D'Oro e Muzzano dicono no alla fusione

I cittadini di entrambi i Comuni si sono opposti, seppure in maniera risicata, alla fusione. Un no che segna l'abbandono definitivo del progetto

CANTONE
3 ore

Gysin a chi ruberà la poltrona?

La coalizione Verdi-Sinistra alternativa è pronta a strappare un posto al Ppd o alla Lega. Testa a testa per il seggio

CANTONE / SVIZZERA
LIVE

Greta Gysin va a Berna e prende il posto di Roberta Pantani

Lo scrutinio è ormai concluso. L'ondata verde è arrivata anche in Ticino. Piange la Lega, sorride il PPD che salva il suo secondo seggio. Lombardi il più votato per gli Stati

LOCARNO
9 ore

«Non toglieteci quel treno»

È l’appello di diversi locarnesi, studenti ma non solo, affinché la corsa supplementare della domenica pomeriggio diretta a Zurigo venga mantenuta

CANTONE / SVIZZERA
10 ore

Tutti alle urne, c'è tempo fino a mezzogiorno per votare

Alta l'attenzione sull'eventualità di "un'onda verde", ma anche sulla rappresentanza delle donne in Parlamento

AGNO
20 ore

Fiamme da una canna fumaria, due intossicati

Due anziani sono stati visitati dai soccorritori della Croce Verde di Lugano a causa del denso fumo che ha invaso un'abitazione di contrada San Marco

FOTO
MENDRISIO
21 ore

«La mia esperienza shock: ecco dove mi hanno curato»

Disavventura sanitaria per un giovane ticinese in Sicilia. Durante una vacanza, il ragazzo è stato vittima di una banale lussazione alla spalla. E poi…

CANTONE
23 ore

Contagio da epatite C, ricusato il giudice Quadri

Nuovo colpo di scena nella vicenda che si protrae dal 2013. La Corte dei reclami penali ha accolto la richiesta degli avvocati difensori dell'Eoc

BIOGGIO
23 ore

Incidente nel sottopassaggio, il 30enne rischia la vita

A comunicarlo è la Polizia cantonale. L'uomo è un cittadino svizzero domiciliato nella regione

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile