CANTONE
17.09.19 - 07:150
Aggiornamento : 10:28

Girardi fa istanza alla Corte d'appello: «Nel mio iPhone 5 c'è la prova »

Il direttore del Lumino’s chiede la revisione del processo e fa leva sulla donazione alla Lega, negata da Bignasca: «Se ho dato 50mila franchi, che motivo avevo di far coazione sul loro ministro?»

LUGANO - «La donazione di 50mila franchi al deputato Attilio Bignasca è prova del buon rapporto tra il sottoscritto e le massime cariche della Lega dei Ticinesi, quindi in contraddizione coi fatti per cui sono stato condannato». Chiede la revisione del suo processo Luigi Girardi e lo fa indicando quella che dovrebbe essere la “scatola nera” di ciò che è accaduto: un iPhone 5 su cui il cittadino italiano, ex direttore del locale a luci rosse Lumino’s, era solito documentare i colloqui con le persone che incontrava. Uno smartphone che figura tra il materiale sequestrato dalla polizia cantonale nell’ambito dell’inchiesta che si è conclusa nel giugno 2014 con il processo e la condanna di Girardi a 21 mesi. La pena, confermata nel settembre 2016 dal Tribunale federale, venne inflitta per tentata violenza o minaccia contro le autorità e i funzionari. Nello specifico, secondo il giudice, il patron del Lumino’s aveva fatto pressioni per ottenere la licenza edilizia del locale erotico sul defunto consigliere di Stato Michele Barra - mostrandogli un video in cui si vedeva un suo alto funzionario accompagnato con una prostituta .

L’istanza di revisione alla Corte d’appello e revisione penale (Carp), spedita per raccomandata da Girardi lo scorso 13 settembre 2019, fa leva sull’articolo 410 del Codice di procedura penale. Articolo che, tra i motivi di revisione, cita l’emergere di “fatti o nuovi mezzi di prova anteriori alla decisione”. Alla Carp Girardi chiede di acquisire agli atti il contenuto del suo iPhone, dove ci sarebbe prova della donazione che però Attilio Bignasca ha sempre negato, definendo il suo accusatore un «personaggio senza alcuna credibilità». Ma Girardi insiste: «Se nel maggio 2013 ho dato 50mila franchi al partito di Bignasca che motivo avevo di coattare il suo ministro?». Girardi contesta la coazione, Bignasca nega la donazione (che per cifre superiori ai 5mila franchi - per i singoli politici e di 10mila per i partiti - avrebbe comunque dovuto essere dichiarata): la verità potrebbe arrivare da Cupertino. O più semplicemente da via Pretorio 16, sede del Ministero Pubblico.

3 mesi fa «Ho le prove che Attilio Bignasca ha ricevuto 50.000 franchi»
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 ore

«Trattamenti da ambulatorio africano e nessuna privacy»

Nuova stilettata dell'avvocato Tuto Rossi contro il medico del traffico Mariangela De Cesare

CANTONE
8 ore

Corteo dei Molinari, il Governo «condanna i toni e le ingiurie»

Il direttore del DI ha risposto all’interpellenza, pur non fornendo cifre precise sul costo dell’intervento della polizia

CANTONE
9 ore

Quella povertà che nessuno vede

Negli ultimi cinque anni sono raddoppiate le richieste a Soccorso d’inverno da parte dei domiciliati in difficoltà economica: «Tante volte le persone non osano chiedere aiuto pur faticando»

CANTONE
10 ore

Ex docente di Montagnola condannato: «Minore messo in pericolo»

Il pretore ha deciso per lui 60 aliquote da 190 franchi sospese per 2 anni e a una multa di 2000 franchi

BELLINZONA
12 ore

Amianto: le FFS si difendono

I vertici dell'ex regia federale sui decessi dei collaboratori in pensione: «Casi noti, monitoriamo la situazione»

FOTO E VIDEO
LUGANO
12 ore

Il robot Sophia che parla agli umani

È sbarcato a Lugano. Può rispondere alle tue domande. Si è presentata durante la seconda edizione del Forum innovazione Svizzera italiana, da oggi al LAC

FOTO
BELLINZONA
14 ore

Ecco il nuovo volto della Posta di Giubiasco

La rinnovata filiale di via Bellinzona 6 è stata inaugurata questa mattina: «Questa sede è apprezzatissima dalla clientela. Siamo orgogliosi di averla rimessa a nuovo»

LUGANO
17 ore

L'impresa di Nicole: campionessa del mondo a 50 anni

Trionfo di una ticinese ai Mondiali Master di judo in Marocco: «Che emozione il salmo svizzero per me»

LUGANO
17 ore

Lavorereste così, a sette piani dal suolo?

In Ticino gli infortuni sul lavoro sono il calo. Ma quelli più gravi, tra cui le cadute dall'alto, restano un problema

FOTO E VIDEO
LUGANO
20 ore

Auto in fiamme nella notte

La vettura è andata completamente distrutta nei pressi della pompa di benzina di Pazzallo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile