Comune Massagno (edizione 2018)
I bambini danno il buon esempio contro il littering.
MASSAGNO
10.09.19 - 12:360
Aggiornamento : 14:39

Torna Clean-up day, il Comune cerca volontari

L'evento si svolgerà nelle giornate di venerdì 13 e sabato 14 settembre: «Combatti anche tu contro il littering»

MASSAGNO - Venerdì 13 e sabato 14 settembre, in occasione del Clean-up day, Massagno si organizza insieme a scuole e volontari per pulire parchi e spazi verdi. Gli interessati sono pregati di annunciarsi presso l’Ufficio tecnico comunale.

La giornata Clean-up - ricordiamo - è un progetto del gruppo d’interesse per un ambiente pulito (IGSU) che si svolge in tutta la Svizzera il 13 e il 14 settembre. A Massagno l’evento è coordinato dall’Ufficio tecnico comunale e prevede per la giornata di venerdì il coinvolgimento delle scuole comunali, mentre per la giornata di sabato si cercano dei volontari per continuare il lavoro dei bambini. I cittadini interessati possono aderire liberamente ad ambedue i momenti in qualità di volontari. «Per la giornata di sabato - precisa il comune in una nota - l’evento avrà luogo solamente se si raggiunge il numero minimo di 8 volontari».

Gli obiettivi - L'obiettivo è quello di pulire i parco giochi e gli spazi verdi presenti sul territorio comunale sensibilizzando al contempo la popolazione sul problema dei rifiuti abbandonati sul suolo pubblico (littering). Lo scopo è la raccolta della maggiore quantità di immondizia e, in seguito, il corretto smaltimento. In questo modo, il comune lancia un segnale contro il littering e in favore di una Svizzera pulita.

Come aderire - Chi desidera partecipare, può iscriversi entro venerdì 7 settembre 2018 annunciandosi presso l’Ufficio tecnico comunale. Per i partecipanti minorenni è necessario il consenso dei genitori. Si consigliano vestiti impermeabili e calzature appropriate.

Il PLRT si rimbocca le maniche per l’ambiente - Anche il PLRT ritiene che il littering rappresenti un comportamento «irresponsabile e irrispettoso, un problema di società che genera costi evitabili e mette a repentaglio sicurezza e qualità di vita di molte specie viventi – uomo compreso». Per queste ragioni s’impegna in prima linea nella lotta contro tale fenomeno, consapevole del fatto che «il buon esempio debba venire anche – e soprattutto – dalle Istituzioni e dalle forze politiche maggioritarie».

In collaborazione con i suoi attori sul territorio e i membri del #PLRTeam, il PLRT ha selezionato quattro località in cui focalizzare la propria azione al Clean-Up-Day 2019. Per partecipare è sufficiente presentarsi sul posto alle ore 10 di sabato 14 settembre. Il materiale per la pulizia sarà distribuito sul posto (è consigliato portarsi i guanti). La fine dell’azione è prevista attorno alle 13. Ecco i 4 luoghi scelti:

  • Locarno, Parco della Pace
  • Bellinzona, Gnosca, passerella Gnosca-Claro (ritrovo al parcheggio del campo di calcio di Gnosca)
  • Mendrisio, Capolago, ritrovo parcheggio pista skater
  • Lugano, Agno, Parco Comunale “Al Lago”
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LAVENA PONTE TRESA
4 ore
Non riesci nei tuoi studi? Puoi attaccarti al tram
Da qualche mese l’Istituto Fogazzaro ha aperto una “filiale” italiana, il Centro Atlante, a due passi dal confine e dal trenino FLP. Altro nome, stessa preside. Lo scopo: garantirsi un piano B
LUGANO
6 ore
La lettera della vittima in aula: «Non sono più tua figlia. Addio, papà».
Maria Galliani, legale della giovane abusata dalla "coppia horror" del Bellinzonese, racconta il presente della sua assistita: «A 17 anni si è ritrovata sola. Ora sta lottando»
VIDEO
GRANCIA
7 ore
Scairolo, acqua marrone e «odore di vernice»
La situazione segnalata da un lettore. L'Ufficio della gestione dei rischi ambientali e del suolo: «Verificheremo»
LUGANO
7 ore
«Stava giocando ai lego e i genitori l'hanno chiamato mentre facevano sesso»
Al processo contro la coppia del Bellinzonese che abusava dei figli, parla l'avvocato del ragazzo: «Ancora oggi il mio assistito è legato a mamma e papà»
LUGANO
8 ore
«Faccio fatica a definire genitori queste due persone»
Processo contro la coppia horror del Bellinzonese: la procuratrice pubblica Marisa Alfier chiede una pena di 15 anni di carcere per l'uomo e di 14 anni e 6 mesi per l'ormai ex moglie
VIDEO
GAMBAROGNO
9 ore
L’inferno alle 7 di mattina: al lavoro coi nervi a pezzi
Chiuso il nucleo di Quartino. Tutto il traffico si riversa sulla strada cantonale. Il test video di Tio/20minuti. E la rabbia degli automobilisti: «Vergognoso»
LOCARNO
10 ore
Delta Resort: «Il Municipio di Locarno fa il necessario?»
Interpellanza di Pier Mellini al Municipio sul suo operato e sull’ordine di vigilare affinché gli appartamento non siano utilizzati come residenza
CANTONE
11 ore
La rivelazione shock del padre: «Toccarmi con mia figlia era diventata un'esclusiva»
Processo alla coppia dell'orrore. Il 50enne, che abbelliva i filmati hard con effetti speciali e colonne sonore, gioca a nascondino col giudice. Intanto emerge che la madre era gelosa della ragazza
FOTO E VIDEO
CHIASSO
12 ore
Tamponamento in via Rampa, conducente ferita
L'incidente è avvenuto attorno alle 10 di questa mattina. Sul posto soccorsi e polizia
LUGANO
13 ore
«I nostri figli in quei momenti erano oggetti al servizio della coppia»
Si apre il processo nei confronti dei due genitori del Bellinzonese che per anni avrebbero abusato sessualmente dei loro ragazzi. Filmando spesso le folli gesta. Ammissioni shock da parte della mamma
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile