depositphoto
LUGANO
06.09.19 - 10:300
Aggiornamento : 15:52

Cacciato dal lavoro «per il mal di schiena»

Un educatore in prova presso un istituto socio-sanitario è stato lasciato a casa, quando un problema di salute si è aggravato. Il Vpod: «Settore sotto pressione».

LUGANO - Sulle spalle dei lavoratori il peso aumenta, nel settore dell'assistenza e delle cure. E proprio per un forte mal di schiena un giovane educatore del Luganese è stato lasciato a casa, di punto in bianco, dall'ente per cui lavorava. 

Problema generale - La lettera di disdetta è arrivata a inizio settimana. Nelle stesse ore il Vpod lanciava l'allarme (l'ennesimo in realtà) sulle condizioni di lavoro nel ramo socio-sanitario in Ticino: il sindacato denuncia un «clima negativo» generalizzato, «mancate sostituzioni di malattie e infortuni», «turnistica inadeguata». 

La vicenda - Il caso di M.L., 25enne luganese, è singolare ma casca a fagiolo. Il giovane ha iniziato a giugno un periodo di prova come educatore presso un ente del Luganese che si occupa di disabili. Vuole aiutare il prossimo, ma ha a sua volta un problema.

Schiena da operare - «Dopo poco tempo ho avvertito l'aggravarsi di un dolore cronico alla schiena che, a un esame medico, è risultato necessitare un'operazione» racconta il giovane. «Ho avvisato il datore di lavoro fin da subito – afferma – e l'ho aggiornato in modo trasparente ad ogni sviluppo». 

«Su tutte le furie» - Ma la notizia dell'operazione non piace al direttore dell'ente. «È andato su tutte le furie» racconta il 25enne. La versione del dirigente è diversa: «Avevamo già delle perplessità, abbiamo agito senza rancore nel rispetto delle regole» spiega. «Semplicemente, l'educatore non ha superato il periodo di prova». E il problema di salute «non era emerso in fase di assunzione, anzi abbiamo ricevuto dal collaboratore un certificato di buona salute». 

«Settore sotto pressione» - Dopo alcuni giorni arriva la famigerata lettera di disdetta, e il giovane informa il sindacato. Ma «purtroppo in simili circostanze si può fare poco» ammette Massimo Mantovani del Vpod. «I tre mesi di prova sono un periodo decisamente poco tutelato. È un buco legislativo, ma in generale tutto il settore è sotto pressione negli ultimi anni. Avere dipendenti in malattia si traduce in aumenti dei premi assicurativi. E questo ai datori di lavoro dà fastidio». All'origine di tutto, secondo il sindacalista, ci sarebbero «le politiche cantonali di contenimento dei costi». Che alla fine si scaricano sulla schiena - magari già malridotta - dei dipendenti. 

Commenti
 
pinna blu 1 mese fa su tio
Che strano eh??? Oggi ti spremono come un limone e poi quando diventi inutile una pedata nel deretrano.....che mondo!!
Karmen Goy 1 mese fa su fb
Ma infatti che I giovanissimi frontalieri si sentano agevolati poi si vedra
Renato Binetti 1 mese fa su fb
Vietato assentarsi dal lavoro causa mal di schiena clausola 69 capov.71 valida solo per noi fessi made in ch
Nives Cameroni 1 mese fa su fb
Se ti ammali la porta e' li ! E' gia' pronto il frontaliere ! E' brutto da dire ma e' cosi !
Nives Cameroni 1 mese fa su fb
Questi che licenziano , hanno gia' il frontaliere pronto che aspetta !
Renato Binetti 1 mese fa su fb
Provare per credere....
Giù Cav 1 mese fa su fb
Sembra assurdo ma è questa la politica, dobbiamo stare attenti ad ammalarci che facciamo tutti la stessa fine, l'importante è pagare la cassa malati 🤬
Nadia Bordogna Stevanato 1 mese fa su fb
capisco ...però lui non è stato sincero quando ha compilato lo stato di salute! certo che se scriveva del problema alla schiena non lo avrebbero assunto di sicuro ...perciò un po’ lo “giustifico” ...un po’
Nives Cameroni 1 mese fa su fb
Il mal di schiena non e' considerato , non sanno che prende anche le gambe ? Per credere si deve provare !
GI 1 mese fa su tio
strano che, con un dolore di quel genere e cronico, una persona si faccia assumere in quello specifico settore.....dove i pesi da sollevare non mancano !
Karmen Goy 1 mese fa su fb
Karmen Goy 1 mese fa su fb
Mio marito dopo13 anni e stato licenziato per problemi gravi,alla schiena ,se le ditta sul lavoro
Romy Ribi 1 mese fa su fb
Ma i sindacati che si pagano ogni mese non possono fare nulla? Altrimenti a che servono?
Karmen Goy 1 mese fa su fb
Romy Ribi , zero ,provate a passare , (risposta) giuro
Nives Cameroni 1 mese fa su fb
Romy Ribi forse ai frontalieri !
Damiano Iannino Schipilliti 1 mese fa su fb
Romy Ribi a pagarli e basta
Doni Tella Cattani 1 mese fa su fb
Io ho lavorato per 32 anni in un foyer per persone diversamente abili. Ho avuto due problemi di salute gravi (by bass al cuore e rottura di uns caviglia)e mi e stata data la possibilità di curarmi e di riprendere il lavoro.ora,a 60 anni, mal di schiena forte non mi da più la forza necessaria per svolgere bene il mio lavoro. Ho deciso di andare in pensione anticipata con estrema tristezza...il mio istituto mi ha sempre apprezzata e autata 😊
Jimmy Meier 1 mese fa su fb
Questo mi sembra il giusto approccio che un datore di lavoro deve avere verso un collaboratore. Una malattia cronica non è sinonomo di incapacità lavorativa. Mi disgusta parecchio il comportamento di questa struttura pubblica visto che l`AI stessa insiste parecchio su un inserimento professionale prima di concedere un`invalidità.
Doni Tella Cattani 1 mese fa su fb
Jimmy Meier infatti credo che sia importante il rispetto dal proprio datore di lavoro
pegi 1 mese fa su tio
si credo furbi certi scansafatiche...un dolore ed un problema come mi è sembrato di capire non saltano fuori da un momento all'altro. Probabilmente cercava di sfruttare la situazione a suo vantaggio....furbetto questa volta ti è andata male. Vaia succhiare altrove se ci riesci.
sedelin 1 mese fa su tio
così come descritto, se il ragazzo ha (aveva) problemi seri alla schiena é impensabile che possa fare quel lavoro. non può avanzare pretese e segnalare la situazione a TIO.
Pry Pry 1 mese fa su fb
Beh ha sbagliato a dare un certificato di buona salute quando non lo era e su questo non si discute. Ma le domande sono: cosa porta una persona a "falisificare" dei documenti pur di avere o almeno fare una prova in un posto? Ve lo siete mai chiesti?!
Энтони Демарки 1 mese fa su fb
Vabbè se una persona è disperata e cerca un posto di lavoro, fa (quasi) di tutto per ottenerlo e per poi conservarlo. Quindi nel caso specifico il lavoratore, pur avendo il mal di schiena e per mantenere il proprio impiego, ha presentato un certificato di buona salute.
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Pry Pry scusi ma non c’è scritto da nessuna parte che il ragazzo stesse già male prima d’iniziare il lavoro evidentemente, con questo tipo di lavoro il problema si è manifestato in forma più aggressiva e comunque necessità di un’operazione non è un invalido a vita (per fortuna). Dire che ha falsificato il certificato vuol dire anche che a sua volta l’ha falsificato anche il suo medico
Pry Pry 1 mese fa su fb
Raffaella Norsa loro hanno scritto che era un problema cronico che si è aggravato durante la prova e il datore si è arrabbiato perché aveva presentato un certificato di buona salute. Così dicono.
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Pry Pry non c'é scritto che aveva un problema cronico. Se una persona soffre saltuariamente di mal di schiena é ovvio che il medico curante gli rilascia un certificato di buona salute cosi come é ovvio che facendo un lavoro pesante il mal di schiena (se hai già qualche problemino) puo' diventare invalidante. C'é anche scritto che puo' essere risolto con un'operazione per cui...
Bruna Bralla 1 mese fa su fb
Raffaella Norsa effettivamente l’articolo parla di un dolore cronico , cioè preesistente che con un lavoro non adatto si aggrava
Gladys Jei 1 mese fa su fb
Pry Pry comunque avere problemi di schiena non vuole dire non essere in buona salute. Dopo personalmente credo non sia proprio la professione adeguata per chi ha problemi alla schiena. 🙂
Bayron 1 mese fa su tio
Se non ha comunicato il suo problema di salute al primo colloquio non ha nulla da recriminare!! Fare il furbo non paga.
Meck1970 1 mese fa su tio
Purtroppo aveva già un dolore cronico. Inoltre era in prova. Quindi non c'è niente da recriminare.
matteo2006 1 mese fa su tio
Con tutto rispetto potrà dispiacere per il caso singolo ma il datore avrebbe dovuto assumere un'altra persona durante l'assenza del ragazzo pagando "in parte" due persone; oltretutto parla di dolore cronico quindi problema risaputo.
Solo Susy 1 mese fa su fb
ottimo😡
polonord 1 mese fa su tio
Il periodo di prova ha questo nome proprio perché è di prova, quindi dopo la prova si può essere assunti o meno. Nulla da recriminare quindi. Mi chiedo dove sta il problema.
tip75 1 mese fa su tio
TUTTI siamo sotto pressione in Ticino ormai...È VERGOGNOSO
Jimmy Meier 1 mese fa su fb
Fanno a dir poco schifo ! Adesso avranno la scusa per assumere l`ennesimo frontaliere e lasciare a casa un luganese.
Vesna Setek 1 mese fa su fb
Andiamo sempre più in malora!
Richypatty Barbosa Sousa 1 mese fa su fb
A volte mi chiedo se le persone hanno letto L articolo prima di commentare 🤔🤔
Irena Rogozinska 1 mese fa su fb
Dobbiamo pagare tutti assicurazioni per infortunio,malattia ecc poi calcio nel culo perché ti sei permesso di ammalare .
Cristina Botta 1 mese fa su fb
Non puoi aiutare disabili se hai mal di schiena.
Alessandro Ale Marra 1 mese fa su fb
io ho 3 ernie al disco ed il morbo di schörmann, gratuitamente me lo hanno permesso, con programma occupazionale, sono le assicurazioni che non lo permettono, perché 480 al mese di cm non bastano, doverebbero portarla a 2800 per coprire un mal di schiena
Mitsh Mitsh 1 mese fa su fb
Cristina Botta E vero per svolgere questa attività devi avere una mente lucida e un fisico chi supporta certi lavori..ma qua e diverso..ha male finché li passa ...lasciarlo a casa?
Illya Lis 1 mese fa su fb
Alessandro Ale Marra non sarebbe un assicurazione in quel caso, ma un abbonamento alle cure
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Alessandro Ale Marra se avesse portato un certificato medico il programma occupazionale non glielo avrebbero fatto fare.
Cristina Botta 1 mese fa su fb
Ma appunto, cosi non sembra molto credibile.
Marco Bellante 1 mese fa su fb
Benvenuti in Svizzera
Raf Lugano 1 mese fa su fb
questo cerca l AI
Giacomo Fera 1 mese fa su fb
Raf Lugano ti auguro un mal di schiena cronico.... così ti rendi un pò conto cosa significa..... pagherei anche 100 mila franchi per tornare come prima... saluti.
Pry Pry 1 mese fa su fb
Raf Lugano dimostrazione d intelligenza proprio!
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Raf Lugano senti, non voglio essere volgare perché non mi piace esserlo, soprattutto sui social. Prima di fare queste affermazioni pensa a quello che scrivi secondo, se avessi minimamente idea di come funziona AI in Svizzera, ti posso assicurare che sapresti perfettamente che a volte, deve rinunciare a chiederla anche chi sta veramente male, per cui scherza poco sulle malattie della gente!
Raf Lugano 1 mese fa su fb
Pry Pry immagino immagino
Ecthelion 1 mese fa su tio
Non si tratta di un buco legislativo! Il periodo di prova è proprio questo: un periodo di prova. Se la persona non è adatta (per motivi di cui può avere colpa o anche no), non viene confermata. Molto semplice.
Pepperos 1 mese fa su tio
@Ecthelion Anche Dopo i 3 mesi vieni licenziato ( Libera interpretazione ) Poi il problema ricade sempre su la carenza malattia. Credo ci sia Stato un omissioni d'informazioni ( il ragazzo )
mats70 1 mese fa su tio
@Ecthelion A dirla tutta, tanti datori di lavoro se ne approfittano alla grande. Nessuna tutela per il dipendente che può essere licenziato entro i 3 mesi con qualsiasi pretesto vero o presunto
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
7 ore

«Trattamenti da ambulatorio africano e nessuna privacy»

Nuova stilettata dell'avvocato Tuto Rossi contro il medico del traffico Mariangela De Cesare

CANTONE
8 ore

Corteo dei Molinari, il Governo «condanna i toni e le ingiurie»

Il direttore del DI ha risposto all’interpellenza, pur non fornendo cifre precise sul costo dell’intervento della polizia

CANTONE
9 ore

Quella povertà che nessuno vede

Negli ultimi cinque anni sono raddoppiate le richieste a Soccorso d’inverno da parte dei domiciliati in difficoltà economica: «Tante volte le persone non osano chiedere aiuto pur faticando»

CANTONE
10 ore

Ex docente di Montagnola condannato: «Minore messo in pericolo»

Il pretore ha deciso per lui 60 aliquote da 190 franchi sospese per 2 anni e a una multa di 2000 franchi

BELLINZONA
12 ore

Amianto: le FFS si difendono

I vertici dell'ex regia federale sui decessi dei collaboratori in pensione: «Casi noti, monitoriamo la situazione»

FOTO E VIDEO
LUGANO
12 ore

Il robot Sophia che parla agli umani

È sbarcato a Lugano. Può rispondere alle tue domande. Si è presentata durante la seconda edizione del Forum innovazione Svizzera italiana, da oggi al LAC

FOTO
BELLINZONA
14 ore

Ecco il nuovo volto della Posta di Giubiasco

La rinnovata filiale di via Bellinzona 6 è stata inaugurata questa mattina: «Questa sede è apprezzatissima dalla clientela. Siamo orgogliosi di averla rimessa a nuovo»

LUGANO
17 ore

L'impresa di Nicole: campionessa del mondo a 50 anni

Trionfo di una ticinese ai Mondiali Master di judo in Marocco: «Che emozione il salmo svizzero per me»

LUGANO
18 ore

Lavorereste così, a sette piani dal suolo?

In Ticino gli infortuni sul lavoro sono il calo. Ma quelli più gravi, tra cui le cadute dall'alto, restano un problema

FOTO E VIDEO
LUGANO
20 ore

Auto in fiamme nella notte

La vettura è andata completamente distrutta nei pressi della pompa di benzina di Pazzallo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile