tipress (archivio)
CANTONE / BERNA
04.09.19 - 13:510

Licenziamenti "sostitutivi", sull'iniziativa si deciderà dopo accertamenti

Fumata nera in seno alla Commissione giuridica degli Stati in merito alla lotta contro il dumping in Ticino

BERNA - Fumata nera in seno alla Commissione giuridica degli Stati in merito alla lotta contro il dumping in Ticino e, in particolare, al contrasto dei licenziamenti volti a sostituire un lavoratore locale con uno meno caro, sia esso residente oppure no.

In una nota odierna dei servizi parlamentari, la commissione indica che prenderà una decisione sull'iniziativa inoltrata dal cantone a sud della Alpi, solo dopo aver svolto ulteriori accertamenti circa le particolarità della situazione del mercato del lavoro locale.

L'iniziativa cantonale domanda di completare l'articolo 336 del Codice delle obbligazioni, stabilendo che la disdetta da parte del datore di lavoro è abusiva se data con l'obiettivo di sostituire il dipendente licenziato con un altro lavoratore che, a pari qualifiche, percepisce un salario inferiore, oppure per il rifiuto del dipendente di accettare sensibili riduzioni di salario a causa di un forte afflusso di manodopera sul mercato del lavoro.

L'iniziativa ticinese mira a realizzare l'iniziativa popolare dell'UDC "Prima i nostri!" e, in particolare, una disposizione che impedisce un licenziamento a seguito di una decisione discriminatoria di sostituzione della manodopera indigena con quella straniera (effetto di sostituzione) oppure che obbliga un salariato ad accettare una sensibile riduzione di salario a causa dell'afflusso indiscriminato della manodopera estera (dumping salariale).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
7 ore

«Trattamenti da ambulatorio africano e nessuna privacy»

Nuova stilettata dell'avvocato Tuto Rossi contro il medico del traffico Mariangela De Cesare

CANTONE
9 ore

Corteo dei Molinari, il Governo «condanna i toni e le ingiurie»

Il direttore del DI ha risposto all’interpellenza, pur non fornendo cifre precise sul costo dell’intervento della polizia

CANTONE
9 ore

Quella povertà che nessuno vede

Negli ultimi cinque anni sono raddoppiate le richieste a Soccorso d’inverno da parte dei domiciliati in difficoltà economica: «Tante volte le persone non osano chiedere aiuto pur faticando»

CANTONE
11 ore

Ex docente di Montagnola condannato: «Minore messo in pericolo»

Il pretore ha deciso per lui 60 aliquote da 190 franchi sospese per 2 anni e a una multa di 2000 franchi

BELLINZONA
12 ore

Amianto: le FFS si difendono

I vertici dell'ex regia federale sui decessi dei collaboratori in pensione: «Casi noti, monitoriamo la situazione»

FOTO E VIDEO
LUGANO
13 ore

Il robot Sophia che parla agli umani

È sbarcato a Lugano. Può rispondere alle tue domande. Si è presentata durante la seconda edizione del Forum innovazione Svizzera italiana, da oggi al LAC

FOTO
BELLINZONA
15 ore

Ecco il nuovo volto della Posta di Giubiasco

La rinnovata filiale di via Bellinzona 6 è stata inaugurata questa mattina: «Questa sede è apprezzatissima dalla clientela. Siamo orgogliosi di averla rimessa a nuovo»

LUGANO
17 ore

L'impresa di Nicole: campionessa del mondo a 50 anni

Trionfo di una ticinese ai Mondiali Master di judo in Marocco: «Che emozione il salmo svizzero per me»

LUGANO
18 ore

Lavorereste così, a sette piani dal suolo?

In Ticino gli infortuni sul lavoro sono il calo. Ma quelli più gravi, tra cui le cadute dall'alto, restano un problema

FOTO E VIDEO
LUGANO
20 ore

Auto in fiamme nella notte

La vettura è andata completamente distrutta nei pressi della pompa di benzina di Pazzallo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile