Ti Press
CANTONE
28.08.19 - 11:540
Aggiornamento : 15:04

L'inceneritore compie dieci anni, «ma c'è poco da festeggiare»

L'Osservatorio per la gestione ecosostenibile dei rifiuti valuta in maniera decisamente negativa il bilancio energetico del termovalorizzatore di Giubiasco

BELLINZONA - Sono passati 10 anni dalla messa in funzione dell'Inceneritore di Giubiasco, inaugurato il 9 agosto del 2009. Ma per l'Osservatorio per la gestione ecosostenibile dei rifiuti (Okkio) c'è poco da festeggiare. «In questo periodo - rileva l'Osservatiorio - sono infatti state incenerite preziose risorse, producendo polveri finite in discarica e gas di vario tipo finiti nell’aria». 

Emissioni nocive - Okkio cita quale esempio dell'impatto dell'Inceneritore sulla qualità dell'aria un dato dell’Ufficio Federale dell’Ambiente, secondo il quale i 30 inceneritori svizzeri sarebbero responsabili di circa il 10% del CO2 emesso nel nostro Paese. Ma non solo: «Dai camini vengono emesse grandi quantità di sostanze nocive come il monossido di carbonio (CO), un gas indirettamente responsabile dell’effetto serra, e  di ossido di azoto (NOx), un gas precursore dell’ozono estivo. Senza dimenticare poi la pericolosità delle nanoparticelle, che mancando un limite di legge, non sono nemmeno monitorate!»

Dipendenza dai rifiuti - Anche i dati relativi al risparmio energetico garantito dal termovalorizzatore «sbandierati» dall'Azienda Cantonale dei Rifiuti e dal Dipartimento del territorio vengono criticati: «Il risparmio di nafta tramite la produzione d’energia termica dall’incenerimento è un cane che si morde la coda». Per Okkio l’Inceneritore creerebbe infatti una pericolosa dipendenza dalla produzione dei rifiuti: «Se per produrre calore ci si lega alla combustione dei rifiuti, non ci potrà mai essere una vera volontà politica di ridurli». 

Ecco i dati dei primi 9 anni di vita dell'Inceneritore (quelli disponibili):

  • 1'587'686 tonnellate di rifiuti bruciate
  • 350'793 tonnellate di residui solidi (scorie, ceneri e fanghi idrossidi) prodotte
  • 1'234'967 tonnellate di fumi e gas usciti dai camini e immessi nell’atmosfera. 

Dai calcoli effettuati da Okkio sui dati pubblicati dell’ACR, l’inceneritore in 9 anni ha immesso nell’atmosfera:

  • 7 ton. di polveri solide totali
  • 124 ton. di ossidi di Zolfo, SO2
  • 1'214 ton. di ossidi di Azoto, NO2
  • 27 ton. di componenti del cloro, HCL
  • 10 ton. di ammoniaca, NH3
  • 10 ton. sostanze organiche gassose, C
  • 589 ton. di monossido di carbonio, CO

Non sono però incluse le emissioni dell’inceneritore delle varie fasi di spegnimento ed accensione. Durante queste fasi i filtri vengono spenti e i dati non vengono considerati nel calcolo delle emissioni.

 

Commenti
 
Dario Carri 5 mesi fa su fb
Magari se non fosse stato fatto sovradimensionato non sarebbero costretti a bruciare plastica reciclabile o comperare spazzatura da altre parti della Svizzera per farlo funzionare in maniera ottimale....
Angelo Michele Maiorano 5 mesi fa su fb
Consumismo fuori controllo: il 1968 è finito
Eros Gehri 5 mesi fa su fb
Filomena
Filomena Ruckli 5 mesi fa su fb
Eros che mega M
Kevin France 5 mesi fa su fb
Omar Wicht pensare anche a questo ? Oltre che alle solite cose ?..
Omar Wicht 5 mesi fa su fb
Ciao Kevin hai ragione ci sono molti argomenti e non solo il mio 😉 che anche per motivi personali ... picchio giù duro a volte me ne rendo conto. Questo e’ grave, il clima e’ importante, i giovani si stanno facendo sentire e si danno un gran da fare. Io alla loro età pensavo ad altro , sono onesto 😊
Luca Moccia 5 mesi fa su fb
...poi mi ricordo degli 80km/h in autostrada per ridurre le emissioni delle auto....
Nmemo 5 mesi fa su tio
@Max Bartolin Mi sa dire dove allora la LdT era posizionata?
Max Bartolini 5 mesi fa su fb
l'importante era farlo per il magna magna
seo56 5 mesi fa su tio
Okkio... lasciamo perdere....
Nmemo 5 mesi fa su tio
@seo56 A prescindere c'è di che rallegrarsi che qualcuno, senza le mani infarinate, vigili e si faccia carico d'informare sulla base di quei pochi dati che saranno loro accessibili. Qualcuno ha già quantificato il consumo di energia per raffreddare le acque d'estate per poterle scaricare, a meno che qualcuno sostenga che il teleriscaldamento frutti in quel periodo degli utili?
ziopecora 5 mesi fa su tio
San Francisco, di cui il Ticino intero sarebbe un piccolo quartiere, da oltre 20 anni ha un sistema di gestione dei rifiuti che funziona perfettamente, costa meno di quello delle altre città e, ovviamente, senza dinosauri come quello che si sta a festeggiare.
Bayron 5 mesi fa su tio
Sono anni che Okkio ha perso di credibilità!!
vulpus 5 mesi fa su tio
A schiamazza contro l'inceneritore , va detto che non è sufficiente dire chiudere, bisogna separare e riciclare. Bisogna portare delle soluzioni effettivamente valide e implementabili. Provate a guardare nella fossa dei forni per vedere che m... vi affluisce e valutate cosa si possa separare o riciclare. Tutti cinciano, ma poi tutti agiscono al contrario
york11 5 mesi fa su tio
Se si analizza l'operazione dal punto di vista dell'utilità e ambientale non vi è alcuna logica, infatti a tutt'oggi gli impianti d'oltralpe sono in deficit di rifiuti, ma tutto ha una logica da un profilo finanziario, basta leggere nel sito dell'azienda rifiuti per capire tutto, qualcuno diceva che basta seguire i soldi: cit. "I costi dell’impianto assommano a CHF. 330 milioni da questo importo vanno dedotti i sussidi federali e cantonali..."
Nmemo 5 mesi fa su tio
Nel consiglio di amministrazione ACR oltre a Zali, controllato da Zali direttore del DT, si nota la presenza di Marcello Bernardi, già capo divisione del DT ai tempi del direttore Borrradori, partecipe alla scelta di costruire l’impianto, ben risaputo che in Svizzera esistesse una sovra-capacità di smaltimento dei rifiuti. Altro membro è Ivan Pau-Lessi, lo psicologo, già municipale di Giubiasco che ha condiviso, in quel contesto, il più volte denunciato sfascio delle leggi dello Stato per decisioni e omissione di decisioni assurde. In questo Cantone sembrerebbe impensabile costituire strutture dirigenti sgombre da ogni ipotizzabili esclusioni per situazioni che lo imporrebbero.
Federico Testa 5 mesi fa su fb
"Senza dimenticare poi la pericolosità delle nanoparticelle, che mancando un limite di legge, non sono nemmeno monitorate!» https://feinstaub.ch/it/auswirkungen/efetti-sul-uomo
Srdjan Vukcevic 5 mesi fa su fb
Qualche mese fa ho letto l’articolo che diceva ben l’altro. Quanto grande successo e questo inceneritore, quanti rifiuti sono stati eliminati e energia prodotta. Bla bla bla
GI 5 mesi fa su tio
ovvio che sarebbe stato molto, ma molto meglio, far smaltire i rifiuti Oltralpe.....magari trasportandoli a mezzo veicoli pesanti .....possibile che si vedano "solo i problemi" ??
Maurizio Roggero 5 mesi fa su fb
Interessante vedere come questo osservatorio manipola le informazioni a proprio piacimento per aizzare la popolazione ignorante sul tema inceneritori.... Ancor più interessante sarebbe sapere quale soluzione alternativa hanno questi geni per le 1'587'686 tonnellate di rifiuti bruciate!!
Svizzeraefieradiesserlo 5 mesi fa su tio
Della serie: l'avevamo detto.
Nmemo 5 mesi fa su tio
Ora, per la presenza nel Consiglio di amministrazione del Consigliere di Stato Claudio Zali, che è anche direttore del Dipartimento per legge preposto a vigilare sulla conformità, le esigenze di efficienza, di economicità e di salvaguardia dell’ambiente dell’ACR, sembrerebbe ipotizzabile qualche incongruenza con la legge istituente ACR. Ma in Ticino queste cose non fanno specie.
comp61 5 mesi fa su tio
Un ecomostro.
lilo86 5 mesi fa su tio
Ma..... non era la ditta di Compostaggio a puzzare e a inquinare? Qui va bene tutto!
Kazim Özbey 5 mesi fa su fb
È talmente efficiente che a spegnerlo avremmo solo da migliorarlo.
Nmemo 5 mesi fa su tio
Quell’impianto posto lì è una disgrazia per il vicinato, per il bellinzonese-sud in senso ampio, promosso dal mai dimenticato (in senso negativo) allora sindaco Mauro Dell’Ambrogio. I socialisti di Giubiasco hanno perorato il referendum per la variante ad hoc di PR, sostenendo il collegamento su ferrovia; un tipico approccio da ferroviere destinato a naufragare per una tematica ambientale. Chissà come Borradori, allora capo DT, avrà ringraziato?
Nmemo 5 mesi fa su tio
Quell’impianto posto lì è una disgrazia per il vicinato, per il bellinzonese-sud in senso ampio, promosso dal mai dimenticato (in senso negativo) allora sindaco Mauro Dell’Ambrogio. I socialisti di Giubiasco hanno perorato il referendum per la variante ad hoc di PR, sostenendo il collegamento su ferrovia; un tipico approccio da ferroviere destinato a naufragare per una tematica ambientale. Chissà come Borradori, allora capo DT, abbia ringraziato?
Tartini Danilo 5 mesi fa su fb
Ma dai... ci volevano studi per capirla... studiano ma non riescono a fare un cerchio con un bicchiere... e prendono diversi biglietti da mille al mese... dove andiamo a finire.........
Michela Christen 5 mesi fa su fb
Ma nooo che dite! Particelle dannose nell'aria???? Che novità.. A volte si sente puzza..a volte bruciano gli occhi ..senza poi parlare della 'porcheria' che ti trovi sulle terrazze ..
MrBlack 5 mesi fa su tio
Già nei calcoli qualcosa non quadra...sommando le singole voci risultano 1'981 tonnellate di immissioni nell'aria, un po' troppi partendo da 1'587 di rifiuti. Magari una spiegazione sulla discrepanza... Inoltre gran parte di questi gas sono creati anche in processi naturali. Scritto cosi sembra che siano tutti tossici e morire tutti a breve. Ed infine, manca almeno un bel confronto con i rifiuti pro capite in altri paesi del mondo. Ho letto tutto il rapporto di Okkio e non si dice molto di piu di quanto riportato qui. Va bene, anzi benissimo, essere ambientalisti, ma bisogna esserlo informando in modo corretto. La disinformazione o malinformazione non giova a nessuno. Okkio... :-)
curzio 5 mesi fa su tio
@MrBlack Un litro di benzina pesa 740 grammi. Se la bruci, ottieni 2.3 kg di CO2. Un litro di diesel pesa 850 grammi. Se lo bruci, ottieni 2.6 kg di CO2. Magia delle reazioni chimiche...
Meno 5 mesi fa su tio
@MrBlack Ma cosa centra che questi gas si formano anche in modo naturale? Sono gas che in eccesso mettono a rischio l'ambiente, e tranquillo che l'eccesso non è dovuto alle normali reazioni chimiche che avvengono in natura, ma alle grandi quantità immesse dall'uomo. Noi possiamo ridurle, ridurre i gas prodotti naturalmente invece è giusto un po' più difficile.... non credi?
MrBlack 5 mesi fa su tio
@curzio Giusto! Si creano legami con altri gas durante la combustione. Grazie per la spiegazione. Ritiro questa critica, non le altre due :-))
occhiodiairolo 5 mesi fa su tio
Di solito era chi festeggiava il compleanno a fare l'annuncio e poi, di tutti i detrattori, venivano le lamentele... Ora e tio che cerca le rogne...
Dem Borgna 5 mesi fa su fb
"Gli automobilisti sono la causa dell'inquinamento dell'aria" Cit.
Valerio Castellani 5 mesi fa su fb
Meglio che avere rifiuti ovunque e inquinamenti di tutti i generi !! Detto questo è inutile dire che chi l’ha progettato sapeva già pregi e difetti, però magari la poca responsabilità e maleducazione non aiuta la gente incominci a comportarsi bene nel suo ruolo non si può avere tutto soltanto con la bocca 🥀
Jonathan Bopp 5 mesi fa su fb
Valerio Castellani che cagata di risposta. La soluzione è separare e riciclare. Invece la plastica e la carta vengono usati per far girare l'inceneritore. Qui non si parla della gente ma di chi amministra.
Valerio Castellani 5 mesi fa su fb
Jonathan Bopp perché chi è parla col culo tu
Энтони Демарки 5 mesi fa su fb
Jonathan Bopp Non si può separare e riciclare tutto, dai su siamo seri!
Arminda Armi 5 mesi fa su fb
Jonathn Bopp, la separazione và fatta a monte (a casa),,,quando i camion arrivano all inceneritore,cosa facciamo? scarichiamo tutto, mettiamo 20 persone a separare,poi ricarichiamo tutto su altri 3/4 camion e portiamo i diversi i rifiuti separati in altre destinazioni con buona pace del traffico dell inquinamento e dei viaggi a vuoto. Allora ogni singolo sacco dei rifiuti costerebbe 10 volte tanto. Chi amministra centra ben poco,è la gente che dovrebbe essere piu* sensibile ed educata. OKKIO dovrebbe sensibilizzare la gente e non chi lavora e sà esattamente cosa e come fare. Ma certo che criticare è piu* comodo che lavorare.
Max Negri 5 mesi fa su fb
Un buco nell’acqua.
Luca Selmoni 5 mesi fa su fb
Un altro successo per questo cantone.
Alessandro Milani 5 mesi fa su fb
Luca Selmoni sul cesso da sempre...
Equalizer 5 mesi fa su tio
Ma che l'inceneritore emetta il 10% del CO2 emesso in Svizzera è una bufala megagalattica.
curzio 5 mesi fa su tio
@Equalizer In effetti.... verosimilmente quel 10% di CO2 è riferito allo smaltimento dei rifiuti di tutta la Svizzera.
Meno 5 mesi fa su tio
@Equalizer Veramente l'articolo riporta che la totalità degli inceneritori contribuiscono con il 10% delle emissioni
Mat78 5 mesi fa su tio
Ok allora ci pensi l'OKKIO a smaltire la spazzatura ticinese, non va mai bene nulla, basta sempre e solo sparare a zero.
ziopecora 5 mesi fa su tio
@Mat78 che poi ci vorrebbe talmente poco per fare una ricerca in rete e capire che gli inceneritori, anche a livello economico, fanno oramai parte della preistoria.
demon631 5 mesi fa su tio
@Mat78 Ti do piena ragione
curzio 5 mesi fa su tio
@Mat78 In altri cantoni, hanno gli inceneritori dai quali recuperare ferro, alluminio, argento, oro e altre materie prime. In Ticino si recupera solo il ferro. Il resto finisce in discarica (nei Grigioni, mi sembra)
limortaccituoi 5 mesi fa su tio
@Mat78 Cioè, l'OKKIO, il cui compito è osservare e valutare la gestione e lo smaltimento dei rifiuti, avvisa la popolazione che l'inceneritore non è poi la soluzione verde, definitiva e idilliaca che la politica ci voleva far credere...e tu te la prendi con loro? Certo che sei già un bel fenomeno :D Sarei curioso su cosa avrebbero dovuto fare in quanto osservatorio secondo la tua visione...
Meno 5 mesi fa su tio
@Mat78 Veramente OKKIO fa quello che deve fare, se il medico ti diagnostica una malattia tu dai colpa al medico scusa?
gigipippa 5 mesi fa su tio
@curzio È un altro l'inceneritore da cui si recupera l'oro.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
19 min
Giovane aggredito in pieno giorno al Rabadan
È successo sabato mattina attorno alle 10 in Viale Stazione, la polizia è in cerca dei responsabili
CONFINE
34 min
Voleva passare la dogana con 1,5 milioni in orologi
Fermato al Gaggiolo un cittadino italiano che stava andando a Parma per una fiera con un tesoretto nel baule
CONFINE
1 ora
Un ricovero per coronavirus al Sant'Anna di Como
È avvenuto nella notte al reparto Malattie Infettive. E la seconda vittima italiana è in Lombardia
FOTO E VIDEO
CANTONE
2 ore
Rivera: cade con la moto e si ferisce gravemente
Bloccata una corsia sulla A2 in direzione nord e chiusa l'uscita di Rivera almeno fino alle 11
FOTO
CONFINE
3 ore
Racchette di contrabbando fermate in dogana
La merce, dal valore di 13'000 euro, era stata acquistata in Ticino da un privato italiano che ora rischia grosso
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
3 ore
Gli intrusi (mascherati) assaltano la stazione FFS
Al Rabadan coi mezzi pubblici? Un trend sempre più in crescita. Le mascotte di Tio/ 20Minuti lo hanno verificato
VIDEO
BELLINZONA
12 ore
Imboscata agli Eiffel 65 in hotel
Il mitico duo degli anni '90 si esibisce al Rabadan. La "non intervista" di Tio/20Minuti
RIVA SAN VITALE 
13 ore
Il missile di carnevale accende la polemica a scuola
Una rappresentazione in maschera viene interpretata come «discriminante». Il direttore: «Il messaggio era di pace»
CANTONE / ITALIA
16 ore
Coronavirus: anche una ticinese a "contatto" con il 38enne di Codogno
La donna ha partecipato alla gara podistica, tenutasi a Portofino il 2 di febbraio, nella quale correva l'uomo
ASPETTANDO ESPOPROFESSIONI
LUGANO
16 ore
Unica donna in una classe di 14 maschi. Selene appassionata di meccanica 
Fa l’operatrice in automazione, un settore in cerca di ragazze. Selene ha detto sì e ci ha raccontato perché
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile