Ti Press
CANTONE
11.08.19 - 09:060
Aggiornamento : 16:05

Operazioni "fasulle", neurochirurgo sotto inchiesta

In almeno quattro casi avrebbe operato in modo fittizio i propri pazienti. Una 70enne ad esempio si è ritrovata con un'incisione cutanea estranea all'intervento chirurgico dichiarato

LUGANO - È un clamoroso caso di malasanità quello che starebbe emergendo in queste settimane e che è finito sul tavolo della magistratura (e della procuratrice Marisa Alfier). Come anticipa il Caffè, sotto la lente ci sarebbe un neurochirurgo che almeno in quattro casi - presumibilmente dagli ultimi mesi dello scorso anno alle prime settimane del 2019 - avrebbe effettuato delle operazioni "fasulle" in una struttura sanitaria privata del Luganese.

Casi che sono stati segnalati al Medico cantonale dal Civico di Lugano in quanto i pazienti in questione, si erano rivolti al Centro neurologico dopo che, nonostante gli interventi subiti, avvertivano gli stessi dolori persistenti che avvertivano prima delle "operazioni". Le virgolette sono però d'obbligo, perché in realtà i pazienti non venivano affatto operati.

In un caso, ad esempio, una paziente 70enne avrebbe dovuto essere sottoposta a una foraminotomia, ovvero un’operazione alla schiena per alleviare la pressione sui nervi compressi, che provocano forti dolori ai glutei e alle gambe. Ma stando agli esami effettuati alla fine dello scorso gennaio al Civico, la paziente non era affatto stata operata. Dalla risonanza magnetica non è risultato alcun intervento di foraminotomia.

L’operazione, stando agli specialisti del Neurocentro, non era mai stata effettuata, sebbene sulla schiena della paziente, ma non nel punto giusto, era stata praticata una piccola incisione. Insomma, un'incisione che nulla avrebbe a che fare con l'intervento chirurgico dichiarato.

Per questo il neurochirurgo è ora sospettato di lesioni gravi intenzionali. Bisognerà inoltre valutare, in base alle cartelle cliniche, se si è di fronte pure al reato di truffa ai danni delle casse malati e al reato di falsificazione di documenti e certificati. 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
BEDANO
2 ore

Restano solo macerie. Una vicina: «Sono scioccata»

Non ha ancora un nome la vittima del rogo di via Val Barberina. Per saperne di più bisognerà attendere l'identificazione formale

CANTONE
2 ore

Tempo a yo-yo e allerta pioggia di livello 3

In Ticino sono attesi 70-100 mm, con punte locali fino a 140 mm in Alta Vallemaggia, Leventina, Locarnese e Valle Verzasca

FOTO E VIDEO
BEDANO
4 ore

Il silenzio della notte è stato rotto da un boato

Fuori dalla ditta in cui è scoppiato l'incendio questa notte è rimasto solo un furgone. Metà veicolo è stato mangiato dalle fiamme

BELLINZONA
4 ore

Donna morta al Tertianum, nessuna responsabilità per la struttura

Per diminuire ulteriormente i rischi tutti i futuri appartamenti verranno muniti di rilevatori anti-fumo

FOTO E VIDEO
BEDANO
5 ore

Scoppia un incendio nella ditta di vernici, un morto

La vittima sarebbe un collaboratore, travolto da una fiammata quando ha aperto la porta del magazzino

CANTONE
6 ore

Funerali a 3'500 franchi, così 8 su 10 si fanno bruciare

La Svizzera è al primo posto in Europa per l'usanza di cremare i defunti. I numeri sono crescita nel nostro cantone, dove i servizi sono aperti alle salme d'oltreconfine

GAMBAROGNO
9 ore

Fino all’altro ieri, qui si viveva “senza cellulare”

Mentre il mondo assapora il 5G, il villaggio di Indemini, 48 abitanti, può finalmente scoprire i piaceri della telefonia mobile. L’ex sindaco: «Aspettavamo questo momento da 20 anni»

CANTONE
19 ore

«Trattamenti da ambulatorio africano e nessuna privacy»

Nuova stilettata dell'avvocato Tuto Rossi contro il medico del traffico Mariangela De Cesare

CANTONE
21 ore

Corteo dei Molinari, il Governo «condanna i toni e le ingiurie»

Il direttore del DI ha risposto all’interpellenza, pur non fornendo cifre precise sul costo dell’intervento della polizia

CANTONE
21 ore

Quella povertà che nessuno vede

Negli ultimi cinque anni sono raddoppiate le richieste a Soccorso d’inverno da parte dei domiciliati in difficoltà economica: «Tante volte le persone non osano chiedere aiuto pur faticando»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile