CANTONE / CINA
09.08.19 - 12:030

Giovani comunisti svizzeri a Pechino

Il coordinatore Samuel Iembo e altri sei giovani hanno partecipato alla prima riunione con la Lega della Gioventù Comunista Cinese

Si è svolto nei giorni scorsi presso la propria sede centrale a Pechino la prima riunione bilaterale fra la Lega della Gioventù Comunista Cinese (l’organizzazione giovanile del Partito Comunista Cinese), rappresentata dalla responsabile delle relazioni internazionali Yuan Li, e la Gioventù Comunista Svizzera, rappresentata dal coordinatore Samuel Iembo (che è pure membro della Direzione del Partito Comunista) accompagnato da altri sei giovani.

«L’apertura di canali diretti con la controparte cinese è per noi giovani comunuisti svizzeri un passo avanti considerevole nella nostra politica internazionale, la quale si orienta verso i principi del multipolarismo e della cooperazione win-win fra nazioni sovrane», sottolineano i Giovani comunisti. «In tal senso ambo le parti hanno convenuto come l’integrazione della Confederazione nel progetto “One belt and road” (la Nuova via della seta) promosso dal governo cinese sia di fondamentale importanza per lo sviluppo economico di entrambi i paesi e soprattutto per la emancipazione dei paesi poveri».

L’organizzazione giovanile cinese, nel corso del colloquio ha dimostrato grande interesse e rispetto nei confronti della Svizzera, soprattutto per l’importante ruolo che il nostro Paese può giocare grazie alla sua neutralità. «Anche il nostro know-how in ambiti quali il management è ritenuto molto interessante».

In quest’ottica la Gioventù Comunista Svizzera insiste affinché Berna «intensifichi i rapporti con Pechino», promuovendo così una geopolitica che superi l’attuale unilateralismo atlantico e di rimando rafforzando la stessa sovranità economica della Confederazione che potrebbe diversificare al meglio i propri partner commerciali svincolandosi dai soli interessi di un mercato atlantico ormai in declino.

Si sono discussi anche altri temi che, per quanto concerne la realtà cinese, hanno spaziato dalla protezione dell’ambiente (su cui Pechino sta investendo molto) al fatto che, pur nell'ambito delle riforme di mercato, a milioni di persone è stato garantito materialmente di uscire dalla miseria. Non è poi mancato uno scambio di opinioni circa le modalità di integrazione professionale e di scambio accademico per i giovani cinesi e svizzeri.

Commenti
 
Bayron 3 mesi fa su tio
Spero con un volo di sola andata!!
Nicklugano 3 mesi fa su tio
@Bayron Letto il titolo volevo commentare con un "speriamo che ci restino". Sei stato più veloce di me, mi adeguo e condivido il tuo pensiero.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
MINUSIO
5 ore
L'auto urta un muretto e finisce sul tetto
Nel veicolo, che circolava in direzione di Locarno, c'erano due persone, soccorse dal personale del Salva
CUGNASCO-GERRA
7 ore
In questi wc c'erano strani traffici: fermato un giovane
La polizia è intervenuta nella serata di martedì. Il ragazzo sarebbe stato trovato in possesso di stupefacenti. Coinvolti anche minorenni?
CANTONE
9 ore
I radar sbirciano ovunque... tranne che in Vallemaggia
Controlli della velocità previsti in quasi tutti i distretti la prossima settimana. Rilevamenti semi-stazionari a Golino e Agra
BELLINZONA
10 ore
Amianto killer, tutti uniti per la trasparenza
FFS, sindacati, commissione del personale e Suva in un gruppo di lavoro. «Apprensione e confusione nascono da termini troppo tecnici e la difficile traduzione dal tedesco»
CANTONE
11 ore
Bancomat manomessi, carte clonate e usate in Indonesia
Tre giorni fa è finito in manette un 38enne sul quale pendeva un mandato d'arresto internazionale. La banda colpiva in Ticino e in altri cantoni
CANTONE
12 ore
È record di castagne, non succedeva da 13 anni
Era il 2006 l’ultimo anno in cui si sono superate le 50 tonnellate. L'incubo del cinipide è stato ufficialmente superato
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
Neve: meno del previsto in Ticino, ma oltre Gottardo...
Paesaggi invernali nel Grigioni e nel Vallese
COLDRERIO
16 ore
Ferite troppo gravi, lo scooterista non ce l'ha fatta
Il 43enne, vittima dell'incidente avvenuto lo scorso 10 novembre in via San Gottardo, è deceduto in ospedale
LUGANO
17 ore
In manette un membro della "gang" di Youtube
Si esibiva con una pistola in un discusso video trap. È stato arrestato in un'inchiesta su armi e droga. Denunciato anche un secondo ragazzo
LUGANO
18 ore
Il PLRT fa i conti in tasca a Lorenzo Quadri: «Guadagna 200.000 franchi all’anno»
Il duro attacco del PLRT contro il direttore del Mattino: «Ha un interesse personale nel continuare con la sua verità perchè vive di politica e quindi difende la sua pagnotta»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile