CANTONE
03.08.19 - 17:050
Aggiornamento : 19:33

«Lugano Marittima e Ginevra, successi che ci spingono verso Cannes»

Il linguista Alessio Petralli rilancia l’idea di una spiaggia stile “La Croisette”. Se ne parlerà, di nuovo, martedì sera alle 18 alla biblioteca cantonale, con vari ospiti

LUGANO – La spiaggia “stile La Croisette” di Cannes, a Lugano? A (ri) lanciare il dibattito, a inizio anno, era stato il linguista Alessio Petralli, direttore della Fondazione Möbius. Ora Petralli torna alla carica. Con nuove argomentazioni. E martedì 6 agosto, alla biblioteca cantonale di Lugano, ne parlerà ancora pubblicamente.

Professore, cosa la spinge a cavalcare ulteriormente l’onda?
Il successo di Lugano Marittima, prima di tutto. E poi l’altrettanto apprezzata apertura della nuova spiaggia di Ginevra, la Plage Publique des Eaux Vives. Non dimentico, inoltre, i tanti riscontri positivi avuti dopo il mio contributo al capodanno luganese.

Chi interverrà, oltre a Lei, durante la serata di martedì, moderata dal direttore della biblioteca, Stefano Vassere?
Urs Lüchinger, geologo e presidente di Federpesca, che presenterà i vincoli geologici ed ecologici connessi a una spiaggia in cui lui crede molto. Luca Gambardella, direttore dell’istituto Dalle Molle di studi sull’intelligenza artificiale, che spiegherà come la digitalizzazione potrà contribuire alla creazione di un nuovo concetto di lungolago. Andreas Kipar, architetto paesaggista di fama internazionale, che ci mostrerà concretamente come potrebbe essere il futuro delle rive del Ceresio. Infine, il sindaco Marco Borradori, che darà un suo parere personale su questa idea.

Finora si è discusso tanto. Ma Lei crede veramente che si possa passare dalle parole ai fatti?
Serve uno studio di fattibilità. Con tanti esperti che in due o tre mesi al massimo arrivino a proporre alla politica delle soluzioni concrete. Comprendendo costi e benefici. Io sono convinto che sia fattibile. 

Da dove deriva questo suo ottimismo?
La spiaggia di Ginevra è costata poco più di 100 milioni di franchi. Così come la futura copertura dell’autostrada ad Airolo, soldi trovati in pochissimo tempo: metà provenienti dalla Confederazione e metà dal Cantone. Se si è trovata questa cifra per Airolo, destinata a un’opera importante, perché non si può fare altrettanto per un investimento che porterebbe a Lugano e al Ticino fior di benefici?

Commenti
 
Roberto E Marijana Pereira 2 mesi fa su fb
Speriamo qualcosa di buono si pensa di fare.
Alex Moscatelli 2 mesi fa su fb
Il disagio proprio!
Stefano Tonini 2 mesi fa su fb
Bisogna investire!
Maurizio Reichlin 2 mesi fa su fb
Uno dei mali di questa Nazione è l'"assistenzializzazione cronica", ovvero gente che ad ogni iniziativa confonde i fondi per gli investimenti con i fondi per gli aiuti sociali -perché convinta che la socialità dopata e fagocitata sia la cura per il benessere del Paese-.
Tiziano Galeazzi 2 mesi fa su fb
Meglio l isola 🤪🤪🤪👍
Max Bartolini 2 mesi fa su fb
Tiziano Galeazzi ovviamente.. 😂😂...
sedelin 2 mesi fa su tio
fantastico, bellissimo! finalmente un'idea intelligente lontana dal cemento :-)
vulpus 2 mesi fa su tio
Ma sembra una delle tante proposte preelettorali, di quelle fantasiose. Se partiamo poi dal principio del confronto con quello che verrà fatto ad Airolo è già tutto sbagliato in partenza. Ad Airolo è una soluzione di opportunità. Ci sarà del materiale in esubero dallo scavo del secondo tunnel, per il quale creare una deponia avrebbe dei costi molto elevati senza trascurare il posto. Qui si tratta di voler creare una spiaggia, innaturale, che con il tempo, essendo un riempimento scivolerà poi verso il fondo. Ma se proprio vogliono creare qualcosa di attrattivo, visti anche i recenti successi sul lungolago, l'operazione interessante sarebbe quella di rendere pedonabile, in modo stabile tutto il lungolago, creando un aggiramento della zona ,con una soluzione in galleria , o sotto la superficie del lago, soluzione già adottata altrove e con successo.Almeno i milioni sarebbero a beneficio della città e di tutti gli ospiti
Igor Petralli 2 mesi fa su fb
Aiutare i cittadini fa proprio schifo eh... c'è già la foce... ah no buttiamo soldi per farci vedere... ah poi una volta costruita chi paga la manutenzione? Stiamo coi piedi per terra che di soldi per cazzate ne buttate abbastanza.
Brega84 2 mesi fa su tio
Fantastico!!! Speriamo non ci vogliano altri 50anni!!!!
Um999 2 mesi fa su tio
Lugano marittima? Già il nome stesso è una stonatura di per sé, poi lasciamo perdere tutto il resto. Ho letto tanti commenti che in poche parole trasmettono il senso della realtà attuale e come il tutto si percepisce, che poi è la verità nuda e cruda. Consiglio: prima di voler fare gli “sborroni” eufemismo coniato dai nostri vicini, sarebbe meglio ma piuttosto azzeccato iniziare ha realizzare progetti più consoni alla città di Lugano ma soprattutto alla sua popolazione. Mamma mia, avvolte non capisco proprio nulla .... forse sono troppo normale o troppo impegnato a sbarcare il lunario per il mese.
Stefanie Kuemin 2 mesi fa su fb
Lugano fa pena..era bella 30 anni fa..oggi da pena
Otto Bodmer 2 mesi fa su fb
Stefanie Kuemin ai tempi del Neandertal si stava da Dio, neh?
Max Bartolini 2 mesi fa su fb
Tiziano Galeazzi Giovanni Albertini
Elena Rusconi 2 mesi fa su fb
Allora da luganese trovo questa cosa semplicenente redicola Lugano non è Ginevra e gia questo dovrebbe farvi capire che proprio una cosa cosi è inconcepibile...poi leggo...la Croisette di Ginevra è costata POCO PIU DI 100 milioni di franchi come la copertura dell"autostrada di Airolo...soldi provenienti da Confederazione e Cantone....ma io dico ma come si possono sprecare questi milioni per una spiaggia per fare i fighi quando ci sarebbero cose molto ma molto piu inportanti da mettere a posto vedesi AVS...DISOCCUPAZIONE...AIUTI A PERSONE che hanno pagato da una vita tasse e altro e che ora non ce la fa piu? Il bello piace a tutti..l'idea di questo progetto pure ma non mi sembra il caso di sprecare tutti questi soldi per fare una Croisette a Lugano...
Marco Serbelloni 2 mesi fa su fb
Elena, la croisette no, ma questa città deve darsi da fare. NOn è possibile che dalle 18 30 scatti il coprifuoco. E' un mortorio totale. Qualcosa si deve fare, e siete voi ticinesi che dovete spingere i politici di lugano a cambiare questa città
Elena Rusconi 2 mesi fa su fb
Marco Serbelloni si è vero e un mortuorio a parte il centro non c'e nessuno...ma non mi risulta che in citta vicine italiane vedi Como alla sera ci sia chissa che cosa...mi paragono a Como perche e una poccola citta come Lugano ..se guardo Milano probabilmente cambia gia tutto ma Lugano non e Milano fosse solo per la diversita di turisti che la frequentano...i politici e qui ce ne sarebbe da dire..forse iniziando a regolarizzare gli stipendi della gente che qui ci lavora e in primis ci vive perche con queste paghe da fame possono fare anche la Vela di Dubai pa poveri siamo e poveri restiamo!
Orsettina 2 mesi fa su tio
Ben detto Alessandro. Concordo in pieno!!!
Orso 2 mesi fa su tio
Finalmente uno con le idee chiare. A riva del Garda in trentino(italia), ci sono almeno 3 spiagge cosi e gratuite. Andate a vedere quanti turisti hanno (6 volte quelli di Lugano e hanno 3 volte meno abitanti). La gente in vacanza qua non ci viene!!! paghi anche per fare la pipi. e per cosa dovrebbe venire? per vedere due cavolate che in 1 ora lo hai fatto? sveglia.....
Alessandro Milani 2 mesi fa su fb
Ma nn fate piu cagate pf...che ritorni la lugano anni 80....che è meglio!già è 1 cimitero se nn fosse x quelle 2/3cose in estate!e riguardo al turismo i negozi alm fino alle 23 devono restare aperti e riguardo hai ristoranti è già bello che ti servono dopo le 22!
Vi In 2 mesi fa su fb
Alessandro Milani esattamente! Pensa che in Grecia andavo a cena a mezzanotte, ristoranti colmi di gente...a Lugano alle 22 se va bene, ti dicono la cucina è chiusa!!! Ma dove vuole arrivare questa città??? Al mortorio totale!!
Alessandro Milani 2 mesi fa su fb
Vi In purtroppo nn si possono fare i paragoni con italia..grecia..spagna o altro ma...almeno i 3 mesi estivi se si vuole che sia turistica è cosi!
Vi In 2 mesi fa su fb
Alessandro Milani daccordissimo con te!!
Marco Serbelloni 2 mesi fa su fb
Scusate, ma Como e Varese sono messe meglio da questo punto di vista? credo proprio di no. Due mortori di città come lugano. Io vengo da una regione del centro nord italia e devo dire che Varese e Como sono messe peggio di Lugano.
Emilia De Caro 2 mesi fa su fb
Ragazzi però se fate paragoni dal punto di vista turistico con nazioni come Italia, Grecia ecc.. Fatele da tutti i punti. In Italia sono aperti fino alle 3? Ok ma il 90% dei dipendenti di quei locali sono pagati pochissimo, in Grecia idem visto che a livello economico sta pure messa peggio... Già ci si lamenta che il personale di alcuni settori in ticino è tutto frontaliere. Secondo voi chi prenderebbero a lavorare i gestori dei locali per potersi permettere di state aperti fino alle 3?
Bayron 2 mesi fa su tio
Megalomani!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora

Quasi tutto il Ticino sotto l'occhio dei radar

Escluso dalla lista solo il distretto della Leventina. Rilevamenti semi-stazionari a Piotta e Serocca d'Agno

MENDRISIO
1 ora

Per fare un “Fiore” ci vuole un Manager

Il nuovo cantiere per sostituire la storica cremagliera, la strategia mirata sulle comitive in pullman. La Ferrovia Monte Generoso cerca un nuovo gerente in vetta e traccia un bilancio

CANTONE
4 ore

Tre giorni di acquazzoni su (quasi) tutto il Ticino

MeteoSvizzera ha diramato un'allerta piogge di livello 3 (pericolo marcato) per tutte le regioni a sud delle Alpi eccetto il Mendrisiotto

LUGANO
4 ore

Si cerca Catherine Burkhard

La 18enne ha fatto perdere le proprie tracce la mattina del 16 ottobre

CONFINE
5 ore

Colpo grosso al valico di Ponte Tresa

La Guardia di finanza di Varese ha sequestrato titoli e soldi per oltre 180mila euro a quattro cittadini israeliani

CANTONE
6 ore

Turisti più giovani e da tutta Europa, ecco il futuro del Ticino

Angelo Trotta ha fatto un primo bilancio a 100 giorni dall'inizio del suo mandato e presentato la propria visione sugli orientamenti futuri: «Per una strategia definitiva ci vorrà più tempo»

BELLINZONA
7 ore

«Il diritto alla privacy per proteggere chi lavora sul treno»

Transfair chiede alle FFS di sostituire il nome del personale del treno riportato sulla targhetta con un numero identificativo. Un modo per evitare ritorsioni da parte dei viaggiatori

CANTONE
10 ore

«Disgustato da come il Ticino possa distruggere una vita. Me ne vado»

Un imprenditore italiano, cui è stato negato il permesso C, denuncia un verbale di Polizia «volontariamente falsato». L'autorità ribatte: «Domanda gestita in modo corretto»

CANTONE
12 ore

Ecco l'unico candidato che "difende" i premi

In un sondaggio su 57 politici, Stefano Rappi è stato il solo in Ticino a definire «tollerabile» un ulteriore aumento dei premi di cassa malati. E spiega perché

CAPRIASCA
20 ore

Così il cane Fred se ne frega di Municipio e polizia

Da anni, l’animale circola liberamente per le vie di Tesserete. I suoi proprietari continuano a ricevere multe. A toglierlo dalla strada, però, non ci pensano proprio

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile