FFS
+ 8
BELLINZONA
25.07.19 - 11:250
Aggiornamento : 15:39

La nuova passerella della stazione prende forma in un time-lapse

A giugno sono state posate le torrette dei lift, nei due weekend appena trascorsi le due campate e nelle prossime settimane seguiranno le scale. La fine dei lavori è prevista per dicembre

BELLINZONA - Si inizia a delineare il profilo della nuova passerella della stazione di Bellinzona. E i lavori vanno avanti a ritmo serrato con l'obiettivo di aprire per dicembre. «In giugno - spiegano le FFS - sono state installate le tre torrette che ospiteranno i lift, le notti del 14 e il 21 luglio sono state posate le due campate e nelle prossime settimane è prevista la posa delle rampe delle scale. In autunno seguiranno poi i lavori di finitura e l’installazione dei lift».

Assemblata altrove e posata - I lavori sono iniziati quattro mesi ma non si svolgono tutti sul posto. Anzi. Vista la particolarità delle lavorazioni l’assemblamento delle varie strutture della nuova passerella viene eseguito direttamente in cantiere. «Una scelta dovuta alla particolarità del manufatto che hanno permesso di ottimizzare le fasi di montaggio con le varie strutture che sono state posate con un’autogru».  Le fasi di cantiere sono state anche coordinate con il vicino cantiere di Bellinzona San Paolo, sfruttando parte degli sbarramenti della linea previsti per questi lavori. «Una coordinazione - precisano le FFS - che ha permesso di ridurre i disagi per la clientela».

Una passerella per tutti - La nuova passerella pedonale è lunga circa 35 metri e larga 6 metri. «Si tratta di una struttura a telaio in acciaio con colonne e vetri di sicurezza ai lati alti 2 metri. Collega i tre marciapiedi ed è anche l’accesso più pratico verso i binari per chi arriva in stazione con l’automobile perché si trova all’altezza del nuovo P+Rail». La nuova passerella sarà utilizzabile da tutti e risponde pienamente alla Legge federale sull'eliminazione di svantaggi nei confronti dei disabili.  «Grazie ai tre lift - uno per ogni marciapiede - e alle tre rampe di scale l’accessibilità alla stazione è migliorata in particolare per le persone con mobilità ridotta, le famiglie con bambini o per chi viaggia con le valige». L’investimento totale - tutto a carico delle FFS - ammonta a circa 4.2 milioni di franchi.

Ulteriore punto di accesso - Con la messa in esercizio delle nuove gallerie di base del San Gottardo e del Monte Ceneri è previsto un importante incremento dell’offerta per il Canton Ticino. Per far fronte a tale aumento, alla stazione FFS di Bellinzona sono stati ammodernati e potenziati gli accessi ai treni grazie a marciapiedi più lunghi e più alti e sono stati realizzati nuovi sistemi informativi, nuove pensiline e un nuovo lift a sud del terzo marciapiede. Si è inoltre intervenuti sulla tecnica ferroviaria per accrescere la capacità di transito dei convogli, con l’installazione di nuovi scambi e nuovi segnali. Con marciapiedi più lunghi - ai binari 1, 2 e 3 è ora possibile accogliere treni del traffico a lunga percorrenza lunghi fino a 420 m – per la clientela è importante poter accedere comodamente sull’intera lunghezza dei nuovi marciapiedi. Per aumentare il comfort si è quindi valutata la realizzazione di un nuovo punto d’accesso pedonale a nord, all’altezza del nuovo P+Rail: in questo modo anche da qui l’accesso e gli spostamenti tra un binario e l’altro sono più comodi, pratici e veloci.

FFS
Guarda tutte le 11 immagini
Commenti
 
Tato50 7 mesi fa su tio
@Nadia Masdonati Io, quando l'unico mezzo per spostarsi era la bici, mi incontravo a metà passerella con la "morosina" di Daro. Poi al Buffet della Stazione, una gazosa in due ;-))) Altri tempi ma migliori di questi ;-))
Nadia Masdonati 7 mesi fa su fb
Un'altro ricordo d'infanzia che se ne va con la vecchia passerella che dava sulla casa dei miei nonni a Daro.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Scappano dai postriboli per il coronavirus
Il panico per la pandemia non risparmia i locali a luci rosse. Cala la clientela e le ragazze si prendono una “pausa”
FOTO E VIDEO
CANTONE
1 ora
Coronavirus: uno sguardo nelle tendine per il triage
Lo scopo? Evitare i contatto tra eventuali contagiati e altri pazienti
CANTONE
3 ore
«Ecco perché la gente ruba le mascherine»
Panico da Coronavirus, il sociologo Sandro Cattacin critica le autorità: «Sbagliato fermare carnevali ed eventi».
CANTONE/ITALIA
3 ore
L'odissea di una famiglia ticinese a Malpensa
Cancellato il volo per le Canarie, senza rimborso. «Faremo causa»
CANTONE
10 ore
Nuova notizia fake, si scherza con la salute di tutti
Sono stati diffusi alcuni nostri articoli volutamente modificati. Seguite solo i canali ufficiali
FOTO E VIDEO
VACALLO
14 ore
Rapina a un distributore di benzina
È accaduto in via del Breggia. I tre malviventi si sono dati alla fuga
CANTONE
14 ore
Quindici aziende "lasciano a casa" per il virus
Telelavoro "coatto" per evitare contagi. La lista delle aziende si allunga. L'indagine Aiti
CANTONE
17 ore
Coronavirus: «Ci sono 15 casi sospetti»
Merlani: «Attendiamo i risultati dei test». Le scuole lunedì saranno aperte normalmente
LUGANO-MILANO
18 ore
Chi ha paura di andare a Milano?
Ecco come i nostri lettori si regolano con l'epidemia
LUGANO
21 ore
Lavoratori a casa per il virus: «Chiamano preoccupati»
Alcune aziende in Ticino hanno iniziato a mettere "in isolamento" i lavoratori. Unia: «Diverse sollecitazioni»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile