fotopedrazzini.ch
Il Parco di Arbigo attorniato dal complesso dell'ex Caserma di Losone
LOSONE
22.07.19 - 09:050
Aggiornamento : 15:51

Il parco dell’ex Caserma è ora aperto al pubblico

Con una superficie di quasi 13'000 m2, il Parco Arbigo è il più grande del Comune

LOSONE - Dove prima marciavano i soldati ed echeggiavano le esplosioni delle granate, ora giocheranno i bambini e passeggeranno i cani al guinzaglio. Oggi, lunedì 22 luglio 2019, il Municipio di Losone ha aperto al pubblico il Parco Arbigo, come è stata ufficialmente battezzata la vasta area verde che si estende di fronte all’ex Caserma. Con una superficie di quasi 13'000 m2 è il più grande parco pubblico del Comune, escludendo la riserva forestale urbana del Parco del Bosco di Maia.

Il viale centrale è accessibile unicamente alle biciclette, mentre i veicoli possono entrare solo con autorizzazione municipale.

Il Comune informa che non sarà possibile organizzare grigliate e accendere fuochi, e il cancello viene chiuso la notte (fino ad agosto il parco sarà aperto dalle 09:00 alle 21:00). Inoltre, è stato attivato un bagno pubblico.

Il Parco Arbigo ha visto passare generazioni di soldati: prima i granatieri, le forze speciali svizzere, quindi, i sanitari, e, infine, il Comando granatieri. Nel 2014 la piazza d’armi è stata acquistata dal Comune con l’aspirazione di restituire alla popolazione un’area che è stata a lungo una delle terre comuni di Losone. «L’apertura al pubblico del parco è un primo simbolico atto verso la realizzazione di questo intento».

Durante il Locarno Film Festival, dal 7 al 17 agosto, l’ex Caserma accoglierà, inoltre, il BaseCamp, la nuova struttura dedicata ai giovani talenti della rassegna locarnese. «Il parco sarà, quindi, un luogo di incontro fra i locarnesi e i designer, artisti e registi, ospiti nelle sale in cui prima alloggiavano i militari».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
MEZZOVICO-VIRA
50 sec
Vandalismi contro l'Ordine dei medici
Sulla facciata dello stabile è comparsa la scritta "terroristi". Un insulto pesante a chi da un anno combatte il Covid
CANTONE
1 ora
C'è troppo smog: velocità ridotta in tutto il Sottoceneri
Gli 80 km/h entreranno in vigore alle 13.30 e riguarderanno l'A2 fra Rivera e Chiasso e l'A394 fra Mendrisio e Stabio.
BELLINZONA
2 ore
Violenta rissa a Giubiasco, fermati sei giovani
Un 21enne è stato ferito in modo grave alla testa con un oggetto contundente. Ferite più leggere per altre tre persone.
CANTONE
2 ore
Covid: 52 positivi, ma nessuna vittima
Nelle ultime ventiquattro ore sono state ricoverate 5 persone. Quattro, invece, sono state dimesse
CANTONE
3 ore
«Lo sballo da farmaci ha ucciso mio figlio»
Dal dramma, lo slancio per aiutare gli altri: «Tante vite possono essere salvate»
CANTONE
4 ore
I 366 giorni di coronavirus del dottor Christian Garzoni
Il direttore sanitario della Clinica Luganese di Moncucco ricorda il 25 febbraio di un anno fa e il primo paziente Covid
CANTONE
6 ore
I media di fronte alla novità del coronavirus
L'esperto: «È stato fatto un buon lavoro, senza allarmismo ma nemmeno banalizzazione»
FOTO
CANTONE
6 ore
Un anno di pandemia
Il 25 febbraio 2020 venne segnalato il primo caso di coronavirus in Ticino (e in Svizzera).
CANTONE
15 ore
In Ticino è come se fosse morto un piccolo paese
Il Covid ha creato un "buco" nelle statistiche demografiche: 857 decessi in più in un anno.
CANTONE
17 ore
«Aprire le terrazze? Creerebbe tensioni»
Massimo Suter deluso dalla decisione del Consiglio Federale. E anche dalla prospettiva di una riapertura "a metà"
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile