TiPress
LOCARNO
22.07.19 - 06:430
Aggiornamento : 08:16

Record di pubblico per Moon&Stars2019

Sono stati 60'000 gli spettatori di Piazza Grande. Oltre 130'000 persone per Food & Music Street

LOCARNO - È tempo di bilanci a Moon&Stars, che nell'edizione 2019 ha raggiunto un numero record di visitatori a Locarno. 60'000 spettatori hanno seguito i concerti in Piazza Grande dall'11 al 21 luglio 2019.

L'edizione 2019 - Non meno di 20 concerti si sono svolti nella pittoresca cornice della Piazza Grande di Locarno da giovedì 11 luglio a domenica 21 luglio 2019. Il nuovo concetto con le sue due zone del festival, Piazza Grande e la Food & Music Street, si è dimostrato valido per la terza volta. La Food & Music Street, con oltre 25 food truck ed il palcoscenico «Piazza Piccola», è stata molto apprezzata sia dalla popolazione locale che dai turisti.

Stelle internazionali - Gli highlight sono state le serate con Eros Ramazzotti, Andreas Bourani, i Jamiroquai e Christina Aguilera. La serata di Liam Gallagher, alla quale sono stati invitati gli abitanti della regione e i visitatori di Locarno, è stata un vero successo. Sia i residenti che i turisti hanno apprezzato questo gesto generoso e hanno festeggiato in una Piazza Grande affollata. Venerdì sera, 19 luglio, ha dimostrato quanto siano attraenti i grandi della musica svizzera come Marc Sway, Stefanie Heinzmann e Lo & Leduc. E con il concerto dei Patent Ochsner insieme a Stephan Eicher, Moon&Stars si è chiuso con un evento di spicco svizzero.

Food & Music Street - Gli organizzatori hanno stabilito un nuovo record con la Food & Music Street, il programma di accompagnamento del festival con concerti gratuiti, food truck e altre attrazioni, che ha attirato oltre 130'000 persone. Il passaggio tra Piazza Grande e il Lago Zorzi ha convinto con oltre 25 food truck, dodici dei quali provenienti dalla regione. Inoltre, sul palco «Piazza Piccola» si sono svolti 45 spettacoli dal vivo - con un gran numero di artisti ticinesi e anche di stelle nazionali come Damian Lynn e i Baba Shrimps.

Più rispetto dell'ambiente - Il concetto dei rifiuti è stato sviluppato in collaborazione con la città di Locarno. Oltre al sistema dei rifiuti municipali, Moon&Stars ha installato 45 stazioni di rifiuti in tutta la zona del festival, dove gli ospiti hanno potuto gettare anche il PET o l'alluminio separatamente. Inoltre, i bar ufficiali Moon&Stars hanno deciso di non utilizzare più bicchieri usa e getta o cannucce di plastica. Il sistema di deposito con bicchieri riutilizzabili ha dimostrato il suo valore. In circolazione c’erano circa 25'000 bicchieri riutilizzabili al giorno. Il nuovo sistema ha consentito di risparmiare circa due tonnellate di rifiuti e di sostituire circa 25'000 cannucce di plastica con cannucce di carta.

Copertura mediatica e social media - Circa 100 giornalisti e fotografi accreditati hanno creato contenuti riguardanti Moon&Stars. Il festival è stato anche tema al di là dei confini nazionali. Un esempio di questo è l'«Evening Standard»; il quotidiano di Londra ha riportato della serata di tutto esaurito con Christina Aguilera ed Aloe Blacc con il titolo «Star Attraction Aguilera At Festival». La community Moon&Stars è stata intrattenuta da un content team interno di 15 persone. Il livestream del concerto di Joss Stone ha raggiunto oltre un quarto di milione di utenti in tutto il mondo solo sulla pagina Facebook di Moon&Stars. In totale, oltre 50’000 abbonati hanno goduto di oltre 200 contributi su Facebook e Instagram. Sono state generate 3'500’000 impressions e 600’000 video views.

Un finale tutto svizzero - È stata una serata di chiusura ricca di emozioni e ricordi quella di domenica, con due leggende della musica svizzera. I Patent Ochsner e Stephan Eicher insieme sul palco che gli ospiti del festival ricorderanno per sempre. Sono canzoni che hanno confortato un'intera generazione durante il primo dolore d'amore e in cui ogni frase dal primo brano all'ultimo ritornello è stata cantata ad alta voce. Insieme, Patent Ochsner e Stephan Eicher hanno dato al pubblico classici come «W. Nuss vo Bümpliz», «Scharlachrot», «Ludmilla», «Hemmige», «Des hauts, des bas» o «Déjeuner en paix».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
10 ore
Vanno solo alle elementari e hanno già lo Smartphone
Si abbassa sempre di più l’età in cui i ragazzini hanno il primo approccio con le nuove tecnologie. “Colpa” anche delle cattive abitudini dei genitori? L’analisi dell’esperta Eleonora Benecchi
FOTO E VIDEO
LUGANO
12 ore
Studente espulso: i compagni protestano fuori dal carcere
Il rimpatrio forzato di un 19enne - da ieri alla Stampa - ha innescato una manifestazione di solidarietà da parte degli allievi della Csia
CANTONE
12 ore
Mensa obbligatoria negli asili, il tamtam diventa mediatico
L’Aripe, associazione che critica l’impostazione ticinese, si sta muovendo con una serie di articoli sulle testate d’oltralpe per segnalare «in negativo l’unicum del nostro cantone».  
FOTO
BEDRETTO
13 ore
Veicolo in fiamme sulla Novena, lievi ustioni per il conducente
Sul posto sono intervenuti i Pompieri dell'Alta Leventina, la Polizia, e un'ambulanza che ha prestato i primi soccorsi al ferito e l'ha trasportato in ospedale
CANTONE
15 ore
Ecco Lu, il nuovo agente a 4 zampe della Polizia cantonale
Il nuovo collega della sezione cinofila è stato presentato oggi sulla pagina Instagram del corpo
GIUBIASCO
16 ore
Col furgoncino nel fiume, arrestato il guidatore-ladro
Il veicolo, di proprietà di una ditta di pompe funebri, era rubato. Dopo due incidenti l'automobilista aveva tentato la fuga. Invano
LOCARNO
18 ore
Un’immobiliare contro il venditore ambulante: «Chiamate la polizia»
La Assofide Sa mette in guardia gli inquilini: «Non l'abbiamo mandato noi e neppure il Cantone». Lui si difende: «Diffamazione e violazione della privacy»
TICINO / VENEZUELA
21 ore
Un prete rivoluzionario, da Curio al Venezuela
Don Angelo Treccani fa il missionario in un paese allo sbando: serve più di mille pasti al giorno ai bisognosi, grazie alla generosità ticinese
VIDEO
CANTONE
22 ore
L’amianto che dorme nelle case: «Prima di svegliarlo fate una perizia»
Il materiale è tornato d’attualità, ma i più ignorano le potenziali “bombe” che si trovano nelle abitazioni costruite prima del 1991. L’esperto: «Il Ticino, purtroppo, è fanalino di coda in materia».
FOTO
BELLINZONA
23 ore
Col furgoncino vola nel riale
Sul posto Polizia e Pompieri, oltre alla Scientifica. Non sono note le condizioni del conducente
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile