USI
CANTONE
18.06.19 - 16:240

Il nuovo direttore dell'IRB sarà Davide Robbiani

Subentrerà ad Antonio Lanzavecchia. Dopo una carriera accademica trascorsa negli USA, Robbiani torna in Ticino e sarà pure professore ordinario presso la Facoltà di scienze biomediche dell’USI

BELLINZONA - Il Consiglio di fondazione dell’Istituto di ricerca in biomedicina di Bellinzona e il Consiglio dell’Università della Svizzera italiana hanno nominato del Prof. Davide Robbiani quale nuovo direttore dell’IRB e professore ordinario presso la Facoltà di scienze biomediche dell’USI. Il Prof. Robbiani subentrerà al Prof. Antonio Lanzavecchia a partire dal 1° luglio 2020.

Ticinese di origine, dopo gli studi in fisica e medicina a Berna, ha ottenuto il PhD in immunologia e microbiologia alla Cornell Univerisity. Dal 2005 è attivo presso la Rockefeller University a New York, dove attualmente è Associate Professor and Group Leader. Ritorna in Ticino dopo una brillante carriera accademica negli Stati Uniti, con un grande bagaglio di esperienze che potrà mettere a disposizione per l’ulteriore crescita dell’Istituto con sede a Bellinzona.

«Siamo particolarmente contenti di questa nomina, dall’alto profilo internazionale dal punto di vista scientifico e dall’importante valenza simbolica a livello territoriale, con il ritorno in Ticino di competenze di grande spessore. Sono convito che il Prof. Robbiani saprà dare molto sia all’IRB che alla Facoltà di scienze biomediche nel suo insieme», ha commentato il Rettore dell’USI Boas Erez: 

Sino al 30 giugno 2020 l’Istituto continuerà ad essere guidato dal Prof. Antonio Lanzavecchia. Secondo il Presidente della fondazione dell’IRB Gabriele Gendotti: «Il Prof. Lanzavecchia è stato il vero carismatico trascinatore che ha consentito all’IRB di raggiungere risultati scientifici di eccellenza a livello internazionale. A lui va il riconoscimento dell’Istituto e di tutta la nostra comunità, per aver contribuito a posizionare la Svizzera italiana sulla mappa della ricerca di punta in questo settore di primaria importanza non solo scientifica». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Uccise la moglie: «Ma fu omicidio, non assassinio»
La difesa del 57enne autore dell’episodio di sangue verificatosi nel 2017 in un autosilo di Ascona chiede la condanna a quattordici anni di carcere. L’incarto potrebbe tornare al mittente?
MENDRISIO
1 ora
Così una ticinese trasforma le unghie in fenomeno internazionale
Si è concluso di recente il Campionato Internazionale Aestetica Nails Challenge di Napoli. Organizzato dalla momò Claudia Valli. Ecco come è andata
CANTONE
2 ore
Si paga con un dito, ecco la prima carta biometrica
La Biometric Gold Visa è stata lanciata da Cornèr Banca. È la prima del suo genere in Svizzera
CANTONE
3 ore
Vaccini, è già penuria: «Pensateci adesso»
Le scorte iniziano a scarseggiare. Il farmacista cantonale: «Segno che la campagna di sensibilizzazione ha dato i suoi frutti»
CANTONE
3 ore
Delta Line rafforza la sua presenza in Ticino
L'azienda leader nella produzione di motori elettrici edificherà il proprio quartier generale a Lamone. La consegna dello stabile è prevista per fine 2020
FOTO
BELLINZONA
5 ore
Sbanda sulla cantonale e si rovescia sul tetto
L'incidente è avvenuto poco dopo le 6 a Gnosca. Il conducente è stato trasportato in ospedale
FOTO E VIDEO
CALANCA (GR)
5 ore
Frontale in galleria e 6 persone tra le lamiere... ma è un'esercitazione
Polizia cantonale, pompieri e Servizio ambulanze della Mesolcina si sono "allenati" ieri sera nel tunnel Val del Infern. Una trentina le persone coinvolte
CANTONE
7 ore
Maltrattamenti sui bambini, in dieci mesi 14 "casi importanti"
Trent'anni fa la Convenzione Onu sui diritti del fanciullo. L'associazione Telefono Sos Infanzia si occupa di loro: «Dietro a una telefonata c’è un minore che soffre»
LOCARNO
14 ore
Nevicate che sanno di beffa per Cardada
Vista la meteo di questi giorni, qualche rimpianto per la chiusura degli impianti c’è. «Ma un anno in più non avrebbe fatto la differenza», spiega il locale Sci Club
SONDAGGIO
CANTONE
17 ore
Acquisti online tabù: «I regali comprateli in Ticino»
L’appello della Federcommercio in vista del Natale. La presidente Lorenza Sommaruga: «Non vogliamo demonizzare nessuno. Però tanti piccoli negozi sono a rischio chiusura»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile