SANT’ANTONINO
18.06.19 - 06:040
Aggiornamento : 08:04

Prezzi italiani in Ticino: «Il test sta dando buoni frutti»

La strategia messa in atto da Decathlon piace. E si valuta l’apertura di altri punti vendita nel nostro Cantone

SANT’ANTONINO - Offrire ai ticinesi prodotti agli stessi prezzi dei negozi italiani. Era questa la promessa fatta da Decathlon poco prima di rilevare gli spazi in precedenza occupati da Athleticum a Sant’Antonino. Quello che ha voluto fare il gruppo francese di articoli sportivi in Ticino è una sorta di test. Che finora ha dato buoni frutti e ha permesso di attirare clienti da tutto il Ticino, come confermato dal responsabile Giampietro Gaita: «Abbiamo molti clienti che fanno tanti chilometri per venire da noi, cosa che capita meno altrove. Questo è decisamente positivo». E proprio grazie al successo che il negozio sta riscuotendo, si sta già valutando l’apertura di altri punti vendita nel nostro Cantone.

Prezzi bassi ogni giorno - Ma l'impegno preso l’autunno scorso è stato rispettato? Per quanto riguarda i marchi di Decathlon sì, visto che nel punto vendita ticinese - non se si acquista online - sono stati applicati gli stessi prezzi presenti sul mercato italiano, convertiti con il tasso di cambio (e arrotondati per non dover cambiare le etichette ad ogni minima fluttuazione). Per le altre marche (Adidas, Nike, …) invece non è possibile in quanto «è necessario essere allineati al mercato e alle indicazioni dei produttori», precisa Gaita. Non si tratta però di saldi, ci tiene a sottolineare, che sono temporanei e sottoposti a una scadenza: «Qui i prezzi sono permanentemente più bassi, fino a quando gli articoli non escono dal mercato».

Stop a tutto ciò che è superfluo - I prezzi bassi potrebbero far pensare a una qualità non eccelsa dei prodotti, tesi evidentemente smentita dal nostro interlocutore con un esempio: «Nella campagna pubblicitaria appena lanciata abbiamo voluto mettere in primo piano uno scarponcino da 150.- e non uno da 30 franchi.-. Anche da noi ci sono prodotti relativamente costosi, ma è il rapporto qualità-prezzo a fare la differenza». E le economie vengono ad esempio messe in atto togliendo dai prodotti tutto ciò che è superfluo. La catena di negozi ha infatti deciso di abbandonare gli elementi unicamente estetici dei propri articoli, dando la priorità ai bisogni funzionali dei clienti: «Nei costumi da bagno - argomenta Gaita - le tasche sono spesso superflue. Al contrario nei pantaloncini da tennis hanno una grande importanza. Ecco che ogni cosa viene studiata nei dettagli». E superflue sono anche le scatole delle scarpe, a cui Decathlon ha deciso di rinunciare.

Riparare anziché buttare - Un altro punto cardine della strategia di Decathlon è concepire prodotti capaci di durare nel tempo, offrendo la possibilità di acquistare dei pezzi di ricambio o di riparare gli articoli anziché sostituirli (anche gratuitamente) come fanno altri negozi. Puro marketing (il cosiddetto greenwashing)? Parrebbe di no. «Abbiamo iniziato con questa e altre pratiche molto prima di quando abbiamo iniziato a comunicarle, proprio per poter dimostrare con i fatti la sostenibilità dei nostri prodotti» precisa Gaita.

L’ultima parola è però sempre e comunque dei clienti. Che in Ticino, nonostante la concorrenza con l’Italia, sembrano rispondere positivamente.

Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore

Controllo notturno in un locale: 57 persone in più e 2 minorenni

All'esterno è stata rinvenuta una pistola scacciacani. Tre individui sono stati denunciati per reati alla Legge federale sugli stupefacenti

LOCARNO
3 ore

In assistenza e col vizio del furto: finirà in carcere per 50 giorni

Reati a raffica per un 34enne che tra insulti alla polizia, minacce, furti e consumo di stupefacenti “obbliga” il procuratore pubblico ad aprirgli le porte della prigione

VIDEO
MENDRISIO
14 ore

Ecco come Bussenghi sfotte l'Italia

Striscia La Notizia, finita nella bufera per il servizio sui "poveri svizzeri, chiede aiuto all'attore locarnese Flavio Sala. Basterà?

LUGANO
15 ore

Catherine è stata ritrovata

La 18enne di cui si erano perse le tracce da mercoledì mattina è stata rintracciata. La polizia cantonale ha quindi revocato l'avviso di scomparsa

MENDRISIO
16 ore

Tamponamento tra due auto davanti alle scuole medie, due feriti

Le due vetture si sono scontrate in prossimità di un passaggio pedonale

CANTONE
16 ore

"Striscia La Notizia" chiede scusa al Ticino, grazie a Bussenghi

Il comico Flavio Sala chiamato dalla trasmissione italiana a prendere in giro la Penisola. La star dei Frontaliers mette un freno alle polemiche sul servizio sui "poveri svizzeri"

CANTONE
18 ore

Quasi tutto il Ticino sotto l'occhio dei radar

Escluso dalla lista solo il distretto della Leventina. Rilevamenti semi-stazionari a Piotta e Serocca d'Agno

MENDRISIO
18 ore

Per fare un “Fiore” ci vuole un Manager

Il nuovo cantiere per sostituire la storica cremagliera, la strategia mirata sulle comitive in pullman. La Ferrovia Monte Generoso cerca un nuovo gerente in vetta e traccia un bilancio

CANTONE
21 ore

Tre giorni di acquazzoni su (quasi) tutto il Ticino

MeteoSvizzera ha diramato un'allerta piogge di livello 3 (pericolo marcato) per tutte le regioni a sud delle Alpi eccetto il Mendrisiotto

LUGANO
22 ore

Si cerca Catherine Burkhard

La 18enne ha fatto perdere le proprie tracce la mattina del 16 ottobre

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile