Davide Giordano / Tio.ch / 20minuti
Un frammento ceramico, risalente probabilmente all'età del ferro, ritrovato questa mattina.
+5
BELLINZONA
13.06.19 - 15:010
Aggiornamento : 17:09

Pietra dopo pietra, come la preistoria è tornata alla luce a Claro

Parola ai protagonisti dello scavo da cui è riaffiorato il complesso megalitico. L'obiettivo? «Aiutare la ricerca ad andare avanti»

BELLINZONA - Si rimuove uno strato archeologico. Si documentano oggetti e vestigia ritrovate, con fotografie e disegni. E poi, armati di pennello e del tradizionale “trowel”, si ricomincia da capo con quello successivo. Un sito archeologico «è un complesso di strati, uno sopra l’altro» che vengono asportati per poi essere indagati, spiega ai nostri microfoni l’archeologo di terreno Mattia Gillioz che dirige i lavori presso il sito preistorico di Claro, presentato questa mattina.

Ogni scheggia di vaso. Ogni pietra dal taglio particolare. Tutto ciò che, dopo secoli, riemerge dalla terra deve essere rigorosamente catalogato. È il caso di un piccolo frammento, tornato alla luce proprio davanti alla nostra telecamera. Si tratta di «un frammento ceramico, probabilmente dell’età del ferro, che ci aiuta a datare le vestigia che abbiamo di fronte». L’obiettivo dello scavo, prosegue Gillioz, è trovare elementi che permettano alla ricerca scientifica di compiere un passo avanti.

Il complesso megalitico di Claro, come già detto, è riaffiorato a seguito di una domanda di costruzione per un progetto di edificazione privato. Il mappale 1193 è inserito in un perimetro di interesse e quindi «si sapeva già che c’era un alto potenziale archeologico», conferma Simonetta Biaggio-Simona, a capo dell’Ufficio dei beni culturali.

Il sito di culto costituisce la prima testimonianza monumentale della religiosità preistorica sul territorio ticinese. «Si è compreso che questi massi non sono capitati qui per caso, tramite una frana o un apporto alluvionale, perché anche dal punto di vista geologico è stato provato che si trovavano in uno strato non compatibile»; in altre parole «sono stati portati qui dall’uomo» spiega Biaggio-Simona, precisando inoltre che un’analisi delle pietre ha permesso di identificare tracce di lavorazione.

Davide Giordano / Tio.ch / 20minuti
Guarda tutte le 8 immagini
TOP NEWS Ticino
CANTONE
7 ore
«In casa anziani 75enni morti, Marco Solari è stato curato»
Botta e risposta in Gran Consiglio tra Matteo Pronzini e Raffaele De Rosa. Dibattito acceso sui morti in casa anziani.
LUGANO/MARTIGNY
10 ore
La pelle come ingrediente indigesto
Un cuoco ticinese si vede rifiutata la candidatura per non indisporre un altro dipendente che non sopporta gli arabi
SVIZZERA
10 ore
Ferie elvetiche per gli Svizzeri, soprattutto per i ticinesi
E resta la speranza nella riapertura delle frontiere: in molti vorrebbero passare le vacanze in Italia
CANTONE
15 ore
Indagine su cinquemila aziende per capire l'effetto Covid
Il progetto nasce su incarico del Cantone ed è stato sviluppato dalla SUPSI
FOTO
CANTONE
15 ore
De Rosa: «Eravamo pronti», Vitta: «Saranno anni difficili»
Pronzini parte subito all'attacco, ora tocca ai consiglieri di Stato prendere la parola.
CANTONE
17 ore
Ascensione impegnativa per la Rega
Gli equipaggi della Guardia aerea sono decollati 150 volte in Svizzera, di cui sedici in Ticino
CANTONE
19 ore
Un nuovo caso e un decesso nelle ultime 24 ore
Dall'inizio dell'emergenza, i casi positivi al Covid-19 registrati nel nostro Cantone sono 3'306. 348 i morti.
CANTONE
20 ore
La collaborazione tra ospedali pubblico-privato è stata esemplare
Ma poi la critica: "La Svizzera ha reagito in modo eccessivo alla pandemia"
CANTONE
21 ore
I ticinesi in bici per fuggire al Covid
Negozi di biciclette presi d'assalto. ProVelo: «Mai visti tanti ciclisti, sta succedendo qualcosa»
CANTONE
22 ore
Lugano capitale per tre giorni
Il Gran Consiglio ritorna a riunirsi dopo due mesi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile