Tipress
LUGANO
08.06.19 - 17:000
Aggiornamento : 18:55

Lo sciopero delle donne? L'Oceano: «Lavoreremo di più»

Mentre a Ginevra il più noto locale a luci rosse sfrutta l’evento per farsi pubblicità, in Ticino le ragazze del postribolo luganese sembrano del tutto disinteressate a prendere parte alla giornata

PAZZALLO - A Ginevra un noto locale a luci rosse, il Venusia, s’è tinto di viola per farsi pubblicità con lo sciopero delle donne previsto il 14 giugno: «Pour vous nos femmes ne font pas grève». Per voi, maschietti, traduciamo liberamente, le nostre ragazze non scioperano.

Un manifesto che ferisce - L’immagine è stata postata su Facebook da Giangiorgio Gargantini perché emblematica di un approccio «medievale» allo sciopero… Con Tio/20Minuti il sindacalista Unia così commenta: «Nessuno stupore che chi fa business con il corpo delle donne sia ignobile al punto da utilizzare questa giornata per promuovere il proprio commercio». In quel possessivo “nos”, «le “nostre donne” - continua Gargantini - vedo il massimo dell’abominio. C’è solo da provar vergogna. Anche perché una pubblicità del genere ferisce tutte donne». Il suo riferimento al manifesto è però funzionale a parlare dell’approccio allo sciopero da parte del mondo maschile, mondo contemporaneo non cavernicolo beninteso: «C’è una grande discussione sul ruolo degli uomini in questa manifestazione. Si è parlato di “uomo solidale”, un ruolo di sostegno che - come ho spiegato - non mi sembra riduttivo o avvilente. Il 14 giugno possiamo restarcene un passo indietro!».

Quelle che il 14... - Dalla Romandia passiamo al Ticino, dove non si registrano apparentemente tali cadute di stile… Ma non aspettatevi grande coinvolgimento per la manifestazione che denuncia, discriminazione salariale a parte, il sessismo e le molestie nei confronti delle donne. «Cosa ci sarebbe il 14 giugno?» chiede provocatoriamente il gerente. Per alcuni secondi il manager del Club Oceano finge di non sapere, ma poi non si nega: «Abbiamo lanciato la battuta ma devo dire che non c’è stato un grande riscontro. Loro dicono che se altre scioperano lavoriamo meglio noi... E poi il 14 è un venerdì». In che senso? «Nel senso che è un giorno molto buono».  All’Oceano, aggiunge il gerente, «sono indipendenti e ognuna può fare ciò che vuole. Ma nessuna mi ha detto che sciopererà». Non conosce nessuna donna pronta alla protesta? «Mia moglie. Mi ha detto che quel giorno a casa non farà niente. Dovrò far da mangiare io». Solidale, molto solidale... direbbe qualcuno. 

Ingrandisci l'immagine
TOP NEWS Ticino
CANTONE
41 min
In bici al lavoro: «Un pieno di benzina adesso mi dura 4 mesi»
La proposta di Patrizia, che ha abbandonato l’auto per abbracciare il “bike to work”: «Sarebbe bello promuovere degli incentivi al chilometro». L'esperto: «Non dimentichiamoci della sicurezza»
LUGANO
2 ore
«Le Iene si sono introdotte in quel salone in modo vergognoso»
Un testimone racconta l'episodio verificatosi nella serata di giovedì da parte degli inviati di Italia 1. Tra scorrettezza e violazioni della privacy a gogo 
LUGANO
4 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
COMANO
6 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
VIDEO
CANTONE
7 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
CANTONE
10 ore
«I radar? No agli accanimenti»
Norman Gobbi spezza una lancia a favore degli automobilisti. E insiste sulla distinzione tra «prevenzione e far cassetta»
FOTO E VIDEO
COMANO
11 ore
Esplosione al bancomat: «Ad agire? Presumibilmente più di una persona»
Per la Polizia è prematuro parlare della stessa mano dei precedenti colpi. Il portavoce: «Attendiamo i rilievi»
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
12 ore
Le frane bloccano il Lucomagno e la Novena
Diversi metri cubi di roccia sono precipitati sulla carreggiata in territorio di Disentis. Smottamenti anche a Ulrichen e in via Valmara a Brissago
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile