Foto Lettore Tio.ch/20 minuti
CANTONE
04.06.19 - 08:340
Aggiornamento : 10:20

È tornato il cinipide e sta massacrando i castagneti

Allarme in alcune zone della Svizzera italiana. In particolare nel Sopraceneri. Gli esperti, al momento, si interrogano sulle cause dell'imprevisto "come back"

BELLINZONA – Di "lui" non si sentiva più parlare da un po'. La sua presenza era sotto controllo. Ora, sembra essere tornato in maniera piuttosto imponente. Il cinipide del castagno sta massacrando i castagneti in alcune zone della Svizzera italiana. Situazioni allarmanti si registrano nel Gambarogno, tanto per fare un esempio. «Finora è stato colpito in particolare il Sopraceneri – evidenzia Roland David, capo della Sezione forestale cantonale –. È un ritorno che ci coglie di sorpresa».  

Una nuova sfida – A Bellinzona, infatti, gli esperti del Cantone, al momento, non sanno ancora bene come agire. Questo "come back" è come un fulmine a ciel sereno. «Abbiamo subito ripreso contatto con l'Istituto federale di ricerche forestali – dice David –. Stiamo monitorando la situazione in maniera intensa. È una sfida».

L’antagonista che non funziona più – E pensare che l'arrivo, negli scorsi anni, di un'altra specie di insetto, il Torymus sinensis, era riuscito a neutralizzare gli effetti del cinipide. «Era arrivato qualche anno fa dall’Italia. Si tratta di un "suo" antagonista, che per vivere si ciba proprio delle larve del cinipide. E così, in maniera naturale, la presenza del cinipide si era stabilizzata sotto i livelli di guardia. Non era sparito del tutto, ma si poteva stare tranquilli».  

 Attacca e uccide l’albero – Originario dell'Asia, il cinipide fa deperire ogni albero di castagno che attacca. Causandone spesso la morte, e provocando di conseguenza grossi danni sia all'ecosistema, sia all'economia (anche se, va specificato, il Ticino, contrariamente ad esempio al Piemonte, non ha una vera e propria industria del castagno). «L’albero del castagno, tra l'altro, è molto presente nei boschi di protezione. Nella nostra realtà è una pianta simbolo, legata anche alle tradizioni. Si è rotto un equilibrio e ce ne siamo resi conto a partire da questa primavera. Dobbiamo agire al più presto»  

 


 

Foto Lettore Tio.ch/20 minuti
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
Emilio Motta 4 mesi fa su fb
Se si vive sulla lotta biologica fatta in Italia senza interventi mirati basta poco perché si torni indietro.
Nadia Peverelli 4 mesi fa su fb
Non si vedeva da un po’?! Ma saranno max 2 anni che sono guariti
tartux 4 mesi fa su tio
Da biologo direi, comprare subito gli antagonisti che comunque si sa che funzionano forse non è una questione di inefficenza dell'antagonista bensì la sua popolazione che è stroppo bassa per contenere il parassita, poi bisogna star attenti spesso nelle dinamiche delle popokazioni preda e predatore si assiste un sistema ciclico cui ogni tot anni le popolazioni di prede aumentano drasticamente, ciò è dovuto semplicemente al fatto che se vi sono pochi parassiti e tanti predatori la maggioranza dei predatori muore di fame diminuendo in popolazione ciò lascia l'opportunità alla preda di riprodursi e ricrescere in numero, questo crea delle dinamiche cicliche come un coseno, potrebbe essere il caso. P.s. F.Netri, se si avesse fatto come in italia e difeso la biodiversità (cui il castagno fa parte) e importato l'antagonista il problema dei casragni si sarebbe risolto prima. Inoltre qua do si parla di difendere la biodiversità si parla delle specie endemiche e autoctone non di specie invasive e o alloctone (straniere).
marco17 4 mesi fa su tio
Sta tornando anche il fascismo, Ma almeno in questo caso sappiamo quale deve essere l'antagonista.
bobà 4 mesi fa su tio
@marco17 Ah, si? Bela roba! Dalla padella alla brace!
Yoebar 4 mesi fa su tio
Sopra Malvaglia in direzione della Valle Pontirone certi castagni non hanno nemmeno una foglia, praticamente divorati.
Valerio Castellani 4 mesi fa su fb
Taccat al tram a ga ne sempar una 🍀
Maurizio Roggero 4 mesi fa su fb
La natura non dorme, si adatta, evolve! Invece in Ticino si resta appoggiati al palo della scala evolutiva a farsi la pennichella... 😪
sedelin 4 mesi fa su tio
l'antagonista, subito!
miba 4 mesi fa su tio
I politici fanno danni ben maggiori
GI 4 mesi fa su tio
E' la terra che gira....ovvio che prima o poi le cose tornino!
F.Netri 4 mesi fa su tio
Questo è il minimo che può succedere, quando la difesa della biodiversità si trasforma in una religione.
Bacche80 4 mesi fa su tio
@F.Netri non c'entra nulla con la difesa della biodiversità. Questi insetti arrivano dall'asia introdotti dall'essere umano. non è difendendo la biodiversità che si espandono. anzi, molto probabilmente un ambiente ricco di specie, quindi ricco di biodiversità, può difendersi meglio da questi attacchi.
pontsort 4 mesi fa su tio
@F.Netri Questo è il minimo che può succedere con il liberismo sfrenato che permette di importare qualsiasi specie (direttamente o indirettamente) senza misure di sicurezza e fregandosene degli effetti che ha sull'ecosistema locale
F.Netri 4 mesi fa su tio
@pontsort Ma questo è razzismo allo stato puro!
pontsort 4 mesi fa su tio
@F.Netri Più precisamente specismo XD
bobà 4 mesi fa su tio
@Bacche80 probabilmente.... quindi allora mettiamo altre specie La confederella ha dormito: quando lo si poteva debellare subito non ha preso nessuna decisione
Helene Piffero 4 mesi fa su fb
Si ma datevi da fare prima che é troppo tardi ! Già sui Monti di Ravecchia stanno tagliando tutti i Pini e alberi sani ! 😢😢😢😢
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore

Controllo notturno in un locale: 57 persone in più e 2 minorenni

All'esterno è stata rinvenuta una pistola scacciacani. Tre individui sono stati denunciati per reati alla Legge federale sugli stupefacenti

LOCARNO
3 ore

In assistenza e col vizio del furto: finirà in carcere per 50 giorni

Reati a raffica per un 34enne che tra insulti alla polizia, minacce, furti e consumo di stupefacenti “obbliga” il procuratore pubblico ad aprirgli le porte della prigione

VIDEO
MENDRISIO
14 ore

Ecco come Bussenghi sfotte l'Italia

Striscia La Notizia, finita nella bufera per il servizio sui "poveri svizzeri, chiede aiuto all'attore locarnese Flavio Sala. Basterà?

LUGANO
15 ore

Catherine è stata ritrovata

La 18enne di cui si erano perse le tracce da mercoledì mattina è stata rintracciata. La polizia cantonale ha quindi revocato l'avviso di scomparsa

MENDRISIO
16 ore

Tamponamento tra due auto davanti alle scuole medie, due feriti

Le due vetture si sono scontrate in prossimità di un passaggio pedonale

CANTONE
17 ore

"Striscia La Notizia" chiede scusa al Ticino, grazie a Bussenghi

Il comico Flavio Sala chiamato dalla trasmissione italiana a prendere in giro la Penisola. La star dei Frontaliers mette un freno alle polemiche sul servizio sui "poveri svizzeri"

CANTONE
18 ore

Quasi tutto il Ticino sotto l'occhio dei radar

Escluso dalla lista solo il distretto della Leventina. Rilevamenti semi-stazionari a Piotta e Serocca d'Agno

MENDRISIO
18 ore

Per fare un “Fiore” ci vuole un Manager

Il nuovo cantiere per sostituire la storica cremagliera, la strategia mirata sulle comitive in pullman. La Ferrovia Monte Generoso cerca un nuovo gerente in vetta e traccia un bilancio

CANTONE
21 ore

Tre giorni di acquazzoni su (quasi) tutto il Ticino

MeteoSvizzera ha diramato un'allerta piogge di livello 3 (pericolo marcato) per tutte le regioni a sud delle Alpi eccetto il Mendrisiotto

LUGANO
22 ore

Si cerca Catherine Burkhard

La 18enne ha fatto perdere le proprie tracce la mattina del 16 ottobre

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile