KEYSTONE
Al lavoro in un alpeggio svizzero (foto d'archivio)
AIROLO
28.05.19 - 10:110
Aggiornamento : 12:14

Lavorare all'alpe? «Lassù è stato un incubo»

Un lavoratore edile italiano si è rivolto ai sindacati. L'Unione contadini avverte: «La montagna non fa per tutti»

AIROLO - Il giorno sotto il sole cocente. Le notti in un rustico senza elettricità né gas: «Per scaldarci dovevamo accendere un fuoco all'interno. Il fumo riempiva la stanza: per fortuna usciva dalle fessure alle pareti». Di recente quattro dipendenti italiani di una ditta edile - non di un'azienda agricola, ndr - si sono trovati a vivere «un'esperienza tragicomica» in un alpeggio sopra Airolo, dove dovevano ristrutturare alcuni rustici dismessi. Uno di loro si è rivolto ai sindacati raccontando condizioni di lavoro al limite. 

Condizioni estreme - A furia di lamentele «la ditta ha capito che non poteva più lasciarci lì» racconta il dipendente: «Abbiamo dormito in mezzo al fieno con indosso i vestiti di lavoro, nessun comfort, per settimane di fila». 

«Il settore agricolo è in regola» - Con l'arrivo dell'estate non sono pochi gli stagionali – una cinquantina l'anno quelli provenienti dall'estero, dati Sem – che si preparano a salire le montagne ticinesi. Non è una passeggiata, lo ammettono anche agricoltori e allevatori. Ma gli alpeggi «non sono una terra di nessuno» tiene a precisare il segretario dell'Unione contadini ticinesi, Sem Genini. «Al contrario le realtà produttive ad alta quota sono di regola molto esposte e visibili a tutti, anche per via dei turisti. Inoltre controlli specifici vengono effettuati puntualmente, e le regole e i contratti vengono rispettati».

I dati della Sem sui lavoratori agricoli stagionali, in Ticino

anno permessi stagionali (giugno-agosto)
2010 38
2012 48
2016 47
2018 46

«Difficile soluzione» - Eppure i problemi non mancano. E a lamentarsi sono spesso proprio i datori di lavoro. «Le condizioni di vita in montagna non sono adatte a tutti, è evidente. Capita che gli agricoltori vengano piantati in asso dai dipendenti che, magari a stagione inoltrata, capiscono che non fa per loro e scappano. È un problema che si ripresenta ciclicamente, di difficile soluzione».

«Immagine stereotipata» - Genini dà la colpa anche agli stereotipi di una vita bucolica in montagna, veicolati spesso dai mezzi di comunicazione. «C'è chi resiste bene in condizioni rustiche, chi vuole dormire addirittura all'aperto, e cerca proprio quello. Altri pensano sia un idillio e rimangono delusi, poiché lassù il lavoro è invece duro e intenso».

Corsi di "sopravvivenza" - Anche la formazione gioca un ruolo importante, per esempio al Centro Professionale del Verde di Mezzana chi è interessato può seguire un corso con diploma cantonale di Casaro d'alpe dove «gli studenti vengono preparati anche sullo stile di vita e non solo sul lavoro». La realtà è che certe cose, certi lavori, non sono molto cambiati, negli ultimi secoli. Gli aspiranti alpigiani sono avvisati.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Gabriele Peracca 12 mesi fa su fb
Ma va da via ....... vita al top
Carlo Trepallinsanta 1 anno fa su fb
La Montagna vera è dura a prescindere!
AlOli Smith 1 anno fa su fb
Chi non ha la natura, montagna nel cuore ci giri alla larga!!! Per lavorare la terra madre ci vuole aMoRe e non l’occhio puntato sul borsello! Si vive con poco quando si conosce i valori veri ❤️
Gio Ice 1 anno fa su fb
Eh vedete ben che le ristrutturazioni degli alpeggi le fanno anche in Italia, e quelli che ci vanno di solito sono di montagna, locali e sanno il fatto loro...certo se qualche furbo ha accettato il lavoro e ci ha mandato gente di pianura....
Luca Gilardi 1 anno fa su fb
Mi vengono anche in mente quegli operai che lavoravano sulla strada con 40 gradi...
Danilo Pedone 1 anno fa su fb
E siìi le dura la Vita.
GI 1 anno fa su tio
ma che te ne fai dell'elettricità e del gas di notte ????????
Lorena Quadri 1 anno fa su fb
Si sono lamentati perché non avevano il bidet...
Annadimelide Annadimelide 1 anno fa su fb
perché non è tornato a casa sua
Jeyjey Vette 1 anno fa su fb
hai preso freddo alle caviglie con i risvoltini?????
Giovanii 1 anno fa su tio
Chiamasi alpe ..
Bandito976 1 anno fa su tio
Per ristrutturare rustici bisogna essere coscienti e sapere cosa si sta facendo, oltre che ad essere anche faticoso. Ne so qualcosa, visto che ristrutturando uno. Non ha niente a che vedere con costruire una casa moderna, fatta di mattoni e polistirolo. Detto questo, gli operai come minimo avrebbero dovuto essere informati (che siano essi badini e non)
Quattropassi Roger 1 anno fa su fb
complimenti allo pseudo-giornalista che ha scritto questo pezzo! Un bel minestrone...
Egita Pagani 1 anno fa su fb
Caro lavoratore, stai in Italia, non c’è problema. Nessuno ti obbliga
Giuseppe Casartelli 1 anno fa su fb
Egita Pagani 👍
Andreas Rossi 1 anno fa su fb
Esatto.. anche perché è pieno di Svizzeri che non vedono l'ora di prendere quei lavori per 3800chf brutti.. vero? Puoi andare tu se vuoi. Ticinesi x il Ticino!
Egita Pagani 1 anno fa su fb
Andreas Rossi certo che chi abita qua li prenderebbe se si desse la possibilità, ma nella maggior parte dei casi appena vedono che sei residente in Svizzera nemmeno rispondono. Ormai il fatto che i ticinesi non fanno certi lavori mi sa che non c’è più.
Egita Pagani 1 anno fa su fb
Andreas Rossi ah e poi legga bene, io non ho insultato nessuno, quindi lo spiritoso lo può fare con qualcun altro. Buona giornata
Andreas Rossi 1 anno fa su fb
Certo.. pure io non ho insultato nessuno. Le ho dato solo un consiglio!
Giuliano Mussi 1 anno fa su fb
vai al mare che è più basso😀
Flavio Giroldi 1 anno fa su fb
Ma al Gheva voia da lauraa
Daria Rossi 1 anno fa su fb
Se uni va a lavorare in un alpeggio non dico che deve avere una SPA ma almeno un letto che si possa chiamare letto siamo nel 2019...
Maria Conte Marrazzo 1 anno fa su fb
Fateci un reality "L'alpe dei Famosi" vedrete che arrivano a vagonate
Maurizio Zanta 1 anno fa su fb
Bellissimo lavoro
Pepperos 1 anno fa su tio
Se erano operai autoctoni! Interpellanza a Berna...
clay 1 anno fa su tio
che non sia da tutti lavorare i montagna è chiaro come il sole, ...poi ...rivolgersi ai sindacati mi sembra un po da snob...se ccetti il lavoro, e ti dicono che devi vivere a 2000 metri, se ti va bene ok...se no dici di no e accetti un altro lavoro, senza polemizzare su fronta o autoctoni, la montagna è la montagna e non tutti sono idonei
Andrea Sassella 1 anno fa su fb
Che volevano il wifi..?? L ho fatto anchio..e diverse volte mai lamentato ..mi capitava di prendere operai in agenzia.maggior parte italiani professori che avevano svolto 1 miliardo di lavori ..ma duravano si e no 2 giorni...una lamentela sola...e le piode pesano e il letto è scomodo e questo scia e questo la..e il mangiare fa schifo...avete che da cercarvi un lavoro più delicato e adatto a no turbarvi psicologicamente
miba 1 anno fa su tio
Quello che fino a qualche anno fa faceva parte della normalità ora diventa polemica... Forza sindacati! Da ora in avanti tutti in un residence con piscina e spa!
centauro 1 anno fa su tio
@miba Prova a mettere su a lavorare un ticinese, non so se arrivava a 2 orette di lavoro.......rende meglio l'assistenza!
SSG 1 anno fa su tio
il tipo può sempre andare sugli Appennini a lavorare … Nel comune di L'Aquila penso che ci ancora tanto da fare...
centauro 1 anno fa su tio
@SSG ....e al posto suo un ticinese motivato! sicuramente ehhhhh?!?!?!
Fabrizio Toscanelli 1 anno fa su fb
Solo una cosa signor Genini : considerati i tanti alpeggi in Ticino, che ogni alpe ha almeno uno stagionale, mi sembra impossibile che gli stagionali provenienti dall'estero siano solo una cinquantina.
Alessandro Milani 1 anno fa su fb
Mancava la spa e internet?
Maury Bernasconi 1 anno fa su fb
Non si capisce un granché. Si parla di lavori di ristrutturazione in quota (operai edili) e poi si parla di stagionali -alpigiani, mischiando il tutto!
Maurizio Balatti 1 anno fa su fb
Qui non si sta parlando di agricoltura..ma bensì di muratori che sono stati mandati in un alpe a ristrutturare baite e sono stati abbandonati a se stessi...vergogna! P.s. quelli che commentano prima i nostri/ frontalier maia ramina non li ho mai visti a farsi una stagione in alpeggio 7 giorni su 7 con 16 ore di lavoro al giorno per 90/ 100 giorni! Quindi sciaquatevi la bocca ignoranti e portate più rispetto per la gente che lavora e che viene a fare i lavori che VOI non volete più fare!!!
Led Swan 1 anno fa su fb
Tu comincia a portare rispetto verso gli altri che ti leggono e soprattutto non confondere i "prima i nostri" con la situazione descritta nell'articolo; di datori di lavoro senza scrupoli ne siamo pieni sia in Ticino che in Italia (che poi ormai ê la stessa cosa...)
Maurizio Balatti 1 anno fa su fb
Led Swan nessuna offesa nel mio commento
Egita Pagani 1 anno fa su fb
Maurizio Balatti se si lamentava uno dei nostri di sicuro avreste detto che non vogliamo fare certi lavori, guarda caso anche i nostri vicini non sembrano meglio. Volevano lavorare in montagna con i confort di un albergo a 5 stelle?
Maurizio Balatti 1 anno fa su fb
Egita Pagani Non credo visto che sono muratori è che io sappia in edilizia non ci sono tanti comfort...certo che dormire nel fieno con una stufa senza canna fumaria ....
Silvana Fantacone 1 anno fa su fb
Maurizio Balatti e ha pienamente ragione !!!!!! 👍🏻
Egita Pagani 1 anno fa su fb
Maurizio Balatti ma riccordiamoci che tante dite edili come proprietari o chi li manda su non sono ticinesi, ma italiani padroncini quindi prima di sparare a raffica meglio informarsi chi li ha mandati a lavorare li.
Maurizio Balatti 1 anno fa su fb
Egita Pagani si informi e mi faccia sapere
Daria Rossi 1 anno fa su fb
Maurizio Balatti gia' pensano che il contratto di lavoro sia valido solo per se stessi
Stefy La Bernese 1 anno fa su fb
lavora in un alpeggio che dice "non li ho mai visti lavorare 7gg su 7"? cosi per sapere...
Maurizio Balatti 1 anno fa su fb
Stefy La Bernese vai vedere il mio profilo che magari capisci se ho già lavorato in alpeggio 😂
Maurizio Balatti 1 anno fa su fb
Stefy La Bernese 5 anni in valle bedretto alpe manegorio 70 mucche da mungere 230 maiali 🤫
Egita Pagani 1 anno fa su fb
Maurizio Balatti assolutamente lo farò..
Egita Pagani 1 anno fa su fb
Maurizio Balatti assolutamente lo farò..
pegi 1 anno fa su tio
Andsre a lavorare in montagna non vuol dire andare a fare il barbone in montagna. È da quando sono rsgazzo che vado in montagna e frequento la genteche ci vive. Dai vommenti che ho letto posso dedurre che chi ha scritto non conosce nemmeno il sentiero che porta ak praticello di casa. Commenti ignoranti ed irrispettosi. Andate a commentare il Grande Fratello....che è meglio!
centauro 1 anno fa su tio
@pegi Pienamente ragione!
Bobby Seven 1 anno fa su fb
Ecco perché bisogna prendere i nostri per questi lavori. Tra l'altro si vede che in Italia manca la leva!
Fabio Continati 1 anno fa su fb
vai a trovarli i nostri che fanno certi lavori....!!!!! Pensaci prima di sperare certe id......ie
Maurizio Zanta 1 anno fa su fb
Bobby Seven Incomincia ad andare tu
Bobby Seven 1 anno fa su fb
Maurizio Zanta io sono andato e sono purd sergente!
Giorgio Nikola Rigas Nenadov 1 anno fa su fb
cioè dovrei rinunciare al mio lavoro magari da muratore per una ditta del piano ben radicata, per andare a 2000m a dormire nel fieno per riparare un rustico? non ce sergenti o generali o astronauti che tengano, nessuno ci andrebbe mai, per questo ci vanno gli stagionali in cerca di gruzzoletti svizzeri, in italia fino agli anni 90c era la leva e gli adulti la hanno fatta, e dalle storie che sento era un inferno in confronto alla nostra
Bobby Seven 1 anno fa su fb
Che c'è di male a dormire in una casetta col fuoco nel camino? Ma per piacere. Da fastidio il fumo ma se probabilmente fumano tre pacchetti al giorno mentre lavorano... Sono solo delle mezze calzette che non hanno voglia di fare
Rossano Bruno 1 anno fa su fb
Trovali, magari anche disposti a dormire nel fieno. Scienziato!
Bobby Seven 1 anno fa su fb
Rossano Bruno ma è comodo a dire io vero.
bobà 1 anno fa su tio
C'è gente che fa sacrifici per riattare il rustico ed andarci tutti i weekend (senza elettricità, internet, acqua calda, WC, ...)
centauro 1 anno fa su tio
@bobà Che ragionamento! se è casa tua è diverso!
Maurizio Roggero 1 anno fa su fb
Ci sono molti altri lavori dove la gente fugge perché non ha nessun spirito d’adattamento e di sacrificio... 😪
Paolo Mac 1 anno fa su fb
Non sento commenti sul fatto che siano frontalieri....che rubano il lavoro......strano!!!!
Maurizio Roggero 1 anno fa su fb
Paolo Mac eccomi scusa sono in ritardo.... Ahhhhh sti fronta che prima ci rubano il lavoro e poi sputano nel piatto dove mangiano!
Paolo Mac 1 anno fa su fb
Maurizio Roggero bravo puntuale.....da vero svizzero😂😂
Dada Plus 1 anno fa su fb
Strano davvero, e dire che chi dice che i contratti sono in regola e' un leghista....prima...gli altri?
Meffo Meffo 1 anno fa su fb
Una visita e togliere un dente 473 fr
Giacomo Fera 1 anno fa su fb
Sulle alpi???
Meffo Meffo 1 anno fa su fb
Giacomo Fera sii ad ambri
Giacomo Fera 1 anno fa su fb
Meffo Meffo mi dispiace.... i dentisti son troppo costosi purtroppo...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Berna/LUGANO
1 min
L'UFAC rimette le ali all'aeroporto Città di Lugano
L'Ufficio federale dell'aviazione civile ha approvato oggi i cambiamenti necessari a far partire la nuova gestione
CONFINE
8 min
Riapertura della Lombardia: la data chiave potrebbe essere l'8 giugno
La dichiarazione arriva dall'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera
CANTONE
1 ora
Un weekend tra sole e bagnato
Già nel corso della giornata di oggi potrebbero arrivare i primi rovesci
CANTONE
2 ore
Tre nuovi contagi, ma nessun decesso
Prosegue il trend positivo per ciò che concerne il numero di vittime da coronavirus
CANTONE
5 ore
Arriva la fattura... «Ma è pagabile entro oggi»
Nuovo problema con Swisscom che ammette: «Un disguido. Ma il termine di pagamento è stato prorogato»
CANTONE
5 ore
Il verde alle luci rosse: «Le ragazze scalpitano, ma...»
Berna consente ai locali erotici di riaprire. Le ragazze premono, ma il settore si interroga se varrà la pena
CANTONE
14 ore
L’appello dei medici: «Usate la mascherina»
Tra i firmatari Franco Denti, Christian Garzoni, Mattia Lepori e il medico cantonale Giorgio Merlani
BELLINZONA
16 ore
62 giorni di battaglia prima del ritorno alla vita
Il consigliere comunale Fabio Briccola è stato uno degli oltre 3'300 ticinesi colpiti dalla malattia.
TENERO
18 ore
Vince 88mila franchi con un gratta e vinci
Ha speso solo otto franchi per un biglietto e si è ritrovata con una vincita che l’ha lasciata senza parole
CONFINE
18 ore
«La Svizzera riapra la frontiera con l'Italia»
È l'appello di esponenti leghisti della vicina penisola: «La chiusura è un ulteriore colpo al nostro turismo»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile