TiPress
+14
FAIDO
26.05.19 - 15:040
Aggiornamento : 18:59

Riaperta la Via storica della Gola del Piottino

Nel 2013 un crollo di un tratto della Gola di poco più di una decina di metri ha interessato un muro di sostegno

FAIDO - Festeggiamenti oggi per la riapertura della Via storica della Gola del Piottino, dopo la conclusione dei lavori per il ripristino dell'opera a seguito del crollo di sei anni fa.

Il 4 maggio del 2013, un crollo di un tratto della Gola di poco più di una decina di metri ha interessato un muro di sostegno, causando un importante danno. Questo crollo, oltre a mettere in luce parte del selciato dell’antica Via Urana del 1560, ha permesso di constatare l’esistenza di punti deboli delle opere murarie, così come la carenza di un piano di controllo e manutenzione dell’oggetto.

I lavori sono stati eseguiti dalla ditta Pervangher di Airolo sotto la direzione dell’Ingegnere Nicola Cappelletti e dall’Ingegnere Fabio Janner. I costi complessivi del ripristino ammontano a 1'053'000 franchi, a questi vanno aggiunti quelli per la seconda fase del progetto di ripristino e valorizzazione per 322'000 franchi che portano ad un investimento complessivo di 1'375'000 franchi.

Di proprietà della Degagna di Osco, la Via storia si sviluppa su di una lunghezza complessiva di 300 metri, tra il tornante sotto la Cappella della Madonna e quello dell’attuale strada cantonale. Questa via rappresenta un’opera di importanza nazionale identificata nell’Inventario delle vie di comunicazione storiche della Svizzera (IVS).

La prossima fase prevede la creazione di un nuovo collegamento sul fondovalle tra il Dazio Grande e Faido, così da inserire la Strada Urana nel percorso Faido-Rodi Fiesso, vale a dire nel tratto di via storica del San Gottardo legato al superamento dell’ostacolo naturale del Monte Piottino. Si tratta di un punto di grande rilevanza storica. In questo concetto si è proceduto ad un aggiornamento della segnaletica presente sul territorio; sono stati realizzati 5 punti informativi con la posa di tavole e la creazione di postazioni didattiche che toccano tematiche legate al territorio circostante alla storia e alla natura.

Nei pressi dell’antico ponte di legno del Dazio Grande viene sviluppato il tema relativo il Monte Piottino quale confine storico e ambientale con anche una postazione didattica dedicata al tema dell’erosione e alla forza dell’acqua. Proseguendo nella Gola si troverà poi un tema legato ai contenuti naturali con una postazione incentrata sull’osservazione della Natura e poi chiaramente una legata alla Via Storica e ai lavori di restauro. Per terminare verrà trattato il tema della storia delle vie di comunicazione che attraversano il Piottino con una postazione didattica che permetterà di capire le difficoltà e l’evoluzione dei vari percorsi.

TiPress
Guarda tutte le 16 immagini
Allegati
TOP NEWS Ticino
SVIZZERA
4 ore
Ripartono le funivie, ma sono gli zoo a fare il boom di visitatori nel primo giorno di riapertura
Una lunga fila si è formata davanti allo Zoo di Zurigo questa mattina, in attesa dell'entrata.
BELLINZONA
7 ore
«No al razzismo», si manifesta anche a Bellinzona
Tanti gli slogan scanditi e raffigurati sui cartelloni branditi dai manifestanti
FOTOGALLERY
LUGANO
9 ore
Dopo il lockdown, la lordura
Una "epidemia" di littering alla Foce del Cassarate e sul Brè. Le foto vergognose. La Città: «Problema in aumento»
CANTONE
11 ore
«Ora incrociamo le dita»
I campeggi hanno riaperto i battenti, oggi. L'associazione di categoria: «La stagione si può ancora salvare»
CONFINE
11 ore
Niente gite in Italia, le dogane restano vuote
Nonostante la riapertura della frontiera, i ticinesi sembrano ancora restii dal recarsi in Italia
MURALTO
15 ore
Aggredito sul lungolago, notte in ospedale
La vittima, un 35enne della regione, è stata picchiata da un ragazzo più giovane. Per futili motivi.
CANTONE
17 ore
«Quest'estate troppi giovani a casa»
I Giovani UDC ticinesi sono preoccupati per la disoccupazione under 25. E chiedono misure urgenti
CANTONE
1 gior
Garzoni: «Sì a piscine, fiumi e laghi. E dimagriamo»
Il direttore della clinica Moncucco sulle dichiarazioni di Zangrillo: «Non è certo che il virus sia mutato».
CANTONE
1 gior
L'ex infermiere dell'OBV è stato ritrovato morto
Il 45enne era scomparso lo scorso 30 maggio da Balerna. La sua automobile era stata rinvenuta ieri a Buseno.
CANTONE
1 gior
Al via su Piazzaticino.ch la seconda serata di Poestate
Il festival letterario luganese ritorna questa sera alle 18.00 con la sua edizione 100% online
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile