BELLINZONA
24.05.19 - 15:030
Aggiornamento : 15:30

«Ci hanno tagliati fuori dal mondo senza preavviso»

Polemiche nella zona di Pedevilla in seguito a un cantiere lungo la strada che porta ai Monti di Ravecchia. Il consorzio: «La strada stava cedendo, i lavori erano urgenti»

BELLINZONA – «Ci hanno tagliati fuori dal mondo senza preavviso». A sostenerlo è un padre di famiglia che vive nella zona di Pedevilla (Bellinzona). Negli scorsi giorni lungo la strada consortile che porta ai Monti di Ravecchia è spuntato un cartello che annuncia lavori di ristrutturazione tra il 27 maggio e il 19 giugno. Una decisione quasi repentina che ha spiazzato alcune persone (circa una ventina) che vivono nella zona. «Ad alcuni pare sia arrivata una circolare. A me no», sostiene un signore. 

C’è chi la prende con filosofia – In effetti il Consorzio strada forestale Paudo-Monti di Ravecchia-Monti di Artore in data 22 maggio aveva diramato sia un comunicato stampa, sia un avviso all'utenza. «Certo che se ce lo dicevano un po' prima non ci avrebbe dato fastidio – ironizza la vice gerente del Grotto Rosetta, esercizio situato sui Monti di Ravecchia –. In qualche modo ci adegueremo, non facciamo troppe storie». «I disagi riguardano soprattutto coloro che si devono recare sul piano per lavoro o per fare commissioni», aggiunge un altro residente. 

La sicurezza non era più garantita – Federico Rossini, responsabile del consorzio, spiega la situazione dal punto di vista di chi opera al fronte. «Abbiamo ricevuto delle lamentele sulla tempistica da parte di una famiglia in particolare – conferma –. Avremmo voluto effettivamente avvisare le persone coinvolte con maggiore anticipo. Il problema è che questi lavori sono urgenti, sta cedendo la strada e la sicurezza non era più garantita. Volevamo intervenire tempestivamente, prima dell'inizio delle vacanze estive. A quel punto ci sarebbe stato più traffico e i rischi sarebbero aumentati».

Gesti di solidarietà verso la popolazione – I lavori dureranno tre settimane. E Rossini evidenzia come il consorzio abbia deciso di venire incontro alla popolazione, in tutti i modi. «Riapriremo la strada ogni sera. E anche nei weekend. Non è evidente. Per la famiglia che si è lamentata direttamente con noi, abbiamo messo a disposizione un'auto del cantiere per consentirle di raggiungere il luogo in cui abita. In particolare pensando ai figli in età scolastica. Comprendiamo i disagi. Stiamo facendo l’impossibile per ridurli».

Allegati
Commenti
 
gabola 5 mesi fa su tio
Si chiama manutenzione,alcune persone preferiscono vedere un disastro e poi sono i primi ancora a lamentarsi della mancanza di manutenzione
GI 5 mesi fa su tio
quando eventi naturali o meno.....causano scoscendimenti .....e la strada viene TOTALMENTE sbarrata, è ben peggio....quindi porta pazienza !
TOP NEWS Ticino
TICINO / VENEZUELA
1 ora
Un prete rivoluzionario, da Curio al Venezuela
Don Angelo Treccani fa il missionario in un paese allo sbando: serve più di mille pasti al giorno ai bisognosi, grazie alla generosità ticinese
VIDEO
CANTONE
2 ore
L’amianto che dorme nelle case: «Prima di svegliarlo fate una perizia»
Il materiale è tornato d’attualità, ma i più ignorano le potenziali “bombe” che si trovano nelle abitazioni costruite prima del 1991. L’esperto: «Il Ticino, purtroppo, è fanalino di coda in materia».
FOTO
BELLINZONA
4 ore
Col furgoncino vola nel riale
Sul posto Polizia e Pompieri, oltre alla Scientifica. Non sono note le condizioni del conducente
CANTONE
14 ore
In bici al lavoro: «Un pieno di benzina adesso mi dura 4 mesi»
La proposta di Patrizia, che ha abbandonato l’auto per abbracciare il “bike to work”: «Sarebbe bello promuovere degli incentivi al chilometro». L'esperto: «Non dimentichiamoci della sicurezza»
LUGANO
16 ore
«Le Iene si sono introdotte in quel salone in modo vergognoso»
Un testimone racconta l'episodio verificatosi nella serata di giovedì da parte degli inviati di Italia 1. Tra scorrettezza e violazioni della privacy a gogo 
LUGANO
18 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
COMANO
19 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
VIDEO
CANTONE
21 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile