I dipendenti della Kering a S. Antonino.
S.ANTONINO
23.05.19 - 06:030
Aggiornamento : 09:26

I dipendenti Kering impauriti: «Ci hanno detto di non parlare»

Il personale disorientato dalle notizie, e tranquillizzato dall'azienda. Trasferirsi a Novara? «Un'opzione per pochi»

S.ANTONINO - I magazzinieri della Lgi sono stati convocati a scaglioni, oggi alle 11. Poi sono usciti a gruppi a fumare in cortile: una pausa sigaretta, per digerire la notizia. Nei prossimi tre anni verranno tagliati 300-400 impieghi. Il gruppo lo ha ufficializzato oggi. 

Ma con i giornalisti le bocche restano (quasi) cucite. Il colosso del lusso Kering ha iniziato ieri sera a informare i dirigenti. Poi è toccato alla commissione del personale, e ai quadri. Poi giù a cascata, fino all'ultimo degli 800 dipendenti impiegati in Ticino dal gruppo. La parola d'ordine è: riservatezza. I colloqui informativi proseguiranno fino a domani mattina.

«Qui nessuno ha voglia di parlare» chiarisce a tio.ch/20minuti un magazziniere seduto tra una ventina di colleghi, a Sant'Antonino. Il silenzio è di rigore: non parlano neanche tra loro. Ma la discussione si accende spostandosi sul calcio. «Siamo preoccupati perché Mourinho forse andrà alla Juve» allude qualcuno. «Anche Icardi dicono che se ne andrà» aggiunge un altro. «E' un fuggi fuggi. Se ne vanno tutti». 

L'ironia aiuta, ma l'umore resta ai minimi. Fuor di metafora, i "trasferimenti" come li chiama Kering inizieranno dal 2020. Verso Trecate vicino a Novara: qui la holding francese - finora il primo contribuente in Ticino - ha in progetto di realizzare un centro logistico grande fino a sei volte quello di Sant'Antonino. Il sindacato Ocst ha confermato oggi che «a tutti i dipendenti il gruppo offrirà la possibilità di trasferirsi» ma i licenziamenti ci saranno in ogni caso. 

Ad essere colpita sarà soprattutto la logistica, ha spiegato in conferenza stampa il sindacalista Giovanni Scolari. Kering progetta di esternalizzare il settore affidandolo alla multinazionale Xpo Logistics, dove i dipendenti di S.Antonino verrebbero reintegrati. Chi vorrà. Altro contratto, altra azienda, altro paese. E soprattutto altro stipendio.

Attualmente i salari applicati da Kering in Ticino partono da 3200 franchi al mese, nella logistica. Arrivano a 3700 franchi (lordi) per un capoturno. Cento franchi in più rispetto i minimi di Ticino Moda. «Anche in Italia esiste un contratto collettivo ma gli importi sono molto inferiori» precisa Scolari. «È probabile che la grande maggioranza dei lavoratori, frontalieri residenti a Varese e Como, rimarranno a casa». 

Nel cortile dello stabilimento, a Sant'Antonino, finora sono arrivati echi confusi. Kering si è limitata a parlare di un «ridimensionamento» dovuto a una riorganizzazione «per far fronte alle nuove sfide del futuro». Nessun accenno al mega-risarcimento concordato a inizio mese con il fisco italiano: coincidenza curiosa. «Non ci hanno spiegato granché. L'unica cosa certa è che ci hanno dato i turni per i prossimi giorni» si sbottona un dipendente. Altri svicolano confessando: «Ci hanno detto di non parlare». Il gruppo si disperde e arrivano due addetti alla security. Le domande non sono gradite alla Kering, almeno in questa fase. 

tipress
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
RIVIERA / BELLINZONA
11 min
Strada chiusa tra Cresciano e Claro
La cantonale risulta non percorribile in entrambe le direzioni a causa di un incidente
LUGANO
3 ore
PPD: Nadia Ghisolfi in corsa per il Municipio di Lugano
L'assemblea della sezione ha nominato i sette candidati all'esecutivo cittadino. Fuori Sara Beretta Piccoli
CANTONE
19 ore
Ecco le località in cui verranno piazzati i radar
La prossima settimana i controlli della velocità si concentreranno sui distretti di Bellinzona, Locarno, Lugano e Mendrisio
FOTO E VIDEO
CUGNASCO-GERRA
21 ore
Questo edificio da brividi è diventato un luna park gratuito
Sempre più ragazzi si vogliono mettere alla prova in un luogo tanto affascinante quanto pericoloso. Il municipale Marco Calzascia: «Situazione incresciosa». Guarda il video
CANTONE
22 ore
Gli affidavano i soldi, ma lui li spendeva per sé
Un 59enne gestore patrimoniale è rinviato a giudizio. Le accuse nei suoi confronti sono di appropriazione indebita aggravata, truffa e falsità in documenti
FOTO E VIDEO
SEMENTINA
22 ore
La baracca va a fuoco, non resta nulla
Pompieri in azione oggi in via Locarno. Bloccata la circolazione
VERNATE
1 gior
L'aumento dei premi te lo paghiamo noi
Singolare iniziativa del Municipio di Vernate, che intende arginare il rincaro dei premi di cassa malati attingendo alle casse comunali
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
La panne di Swisscom è stata risolta
Le linee fisse e mobili dell'operatore sono rimaste paralizzate per un paio d'ore. Numeri d'emergenza inclusi
CANTONE
1 gior
Accordo frontalieri: «Il Governo colpito dalla sindrome di Calimero»
Il senatore Marco Chiesa contesta la scelta di affidare la perizia sulla disdetta all'Uni di Lucerna «Abbiamo professionisti come Vorpe e Bernasconi. Gli altri lo fanno meglio?»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile