Archivio Tipress
CANTONE
17.05.19 - 09:000

Preoccupazione in casa Raiffeisen: «Noi, colpiti perché più capillari»

Già cinque i bancomat esplosi nel Sottoceneri. Quali sono gli apparecchi più a rischio? E come si sta cercando di combattere il fenomeno? Lo spiega il portavoce Gian Luca Cantarelli

STABIO – Bancomat che saltano per aria come il mais nella macchina per fare popcorn. C’è una certa preoccupazione in casa Raiffeisen, da qualche tempo vittima preferita (in un paio di occasioni sono stati colpiti altri istituti) di una banda di ignoti. L’ultimo assalto, pochi giorni fa a Stabio. E siamo già a cinque apparecchi esplosi. A cui ne vanno aggiunti altri nel resto della Svizzera. «Certo, non siamo tranquilli – ammette Gian Luca Cantarelli, responsabile comunicazione per la Svizzera italiana – ma stiamo anche facendo il possibile per combattere il fenomeno. Siamo fiduciosi».

In questo momento siete nell’occhio del ciclone. Perché proprio Raiffeisen?
«Per la legge dei grandi numeri. Disponiamo della rete bancomat più capillare in Svizzera, con circa 1'750 apparecchi a livello nazionale, dei quali circa 125 sparsi tra Ticino e Moesano. Siamo i più presenti nelle zone periferiche, anche nelle regioni di confine».

Si sussurra che a rischio sarebbero soprattutto i bancomat più vetusti. C’è del vero?
«Assolutamente no. Queste bande usano un potente esplosivo. Non c'entrano nulla né l’età né le caratteristiche dell’apparecchio».

Videosorveglianza inutile. Ne parliamo?
«Queste persone agiscono incappucciate. E con lo spray oscurano i vetri delle telecamere».

Concretamente cosa state facendo per arginare il problema?
«Dal momento in cui avviene l’esplosione a quello in cui i malviventi entrano in possesso del denaro passano alcuni minuti. Vogliamo fare in modo che questi tempi si dilatino. Contemporaneamente, il nostro obiettivo è dare la possibilità alle forze di polizia di intervenire ancora più tempestivamente».

In ordine sparso, Stabio, Coldrerio, Arzo, Novaggio e Monteggio-Croglio… Cinque le esplosioni messe a segno finora, in poche settimane. Un po’ troppe. No?
«C’è da dire che fortunatamente quella di Monteggio-Croglio non è andata a “buon” fine. Questo significa che le misure di prevenzione che stiamo introducendo stanno già dando i primi frutti».

Quanto avete perso, finora, a causa di queste malefatte?
«Non possiamo rilasciare dichiarazioni in merito».

Sia sincero. I vostri clienti sono preoccupati?
«In queste settimane abbiamo ricevuto tanti attestati di solidarietà da parte della nostra clientela. Non è scontato».

Lo scorso weekend alcuni bancomat Raiffeisen del Malcantone sono stati spenti “per motivi di sicurezza”. Questo ha creato malumore. Si tratta di una misura provvisoria o sarà ripetuta?
«Sono decisioni che spettano alle singole banche, le quali sono indipendenti nel loro agire. È pertanto possibile che queste misure possano ripetersi anche nelle prossime settimane. In ogni caso, la clientela viene regolarmente informata dalle banche stesse in merito a queste scelte».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Aleksander Sacha 10 mesi fa su fb
Solo stima, spero ne facciano saltare altri
Edoardo Succio 10 mesi fa su fb
Ma intanto sono assicurati...
Tato50 10 mesi fa su tio
@ Victoria Maria Navarro !!!!!!!! Fatti vedere da uno bravo prima di riaccendere il PC ;-((((((((
Afeni Liotta 10 mesi fa su fb
Mettete L inchiostro è chiuso
Bryan Paonessa Guerreiro 10 mesi fa su fb
A rubare prima o poi si finisce derubati!!!! Pena per le banche pari a 0!! Rabbini
Bulga Mattia Bulgheroni 10 mesi fa su fb
Bryan Paonessa Guerreiro concordo!!!!
pulp 10 mesi fa su tio
La soluzione, come ha scritto qualcuno prima di me, è quella di inserire appositi strumenti che in caso di esplosione o forzatura, fanno a loro volta esplodere un dispositivo che colora le banconote, rendendo facile capire che si tratta di soldi provento di un furto e quindi praticamente inutilizzabili. Se non possono usarli, non li rubano nemmeno.
Tato50 10 mesi fa su tio
@pulp In un caso è avvenuto, nella Svizzera romanda; banconote colorate e inutilizzabili. Mi chiedo perché non lo facciano anche qui !!! Ma se mettessero un dispositivo che sottoposto a forte urto, dopo due minuti fa scoppiare una granata mentre quelli arraffano, si risolve il problema in un attimo ;-)))
Victoria Maria Navarro 10 mesi fa su fb
Gli unici che possono compiere certe cose sono i primi che ci lavorano dentro SVEGLIA la realtà è facile da nascondere basta accusare gli altri!
Benedetto Craco 10 mesi fa su fb
Victoria Maria Navarro la verità? Vogliono eliminare i banco - 😎 matt
Victoria Maria Navarro 10 mesi fa su fb
Benedetto Craco Si è alla frutta mista 🤣 ricordo ancora perfettamente il video nei campi di girasoli aveva ragione lui 🌻💛
Benedetto Craco 10 mesi fa su fb
Chi ci crede
Victoria Maria Navarro 10 mesi fa su fb
Benedetto Craco 👏🏻👏🏻👏🏻👍🏻
Bruno Realini 10 mesi fa su fb
da qui il detto, mettere i soldi nel materasso
Victoria Maria Navarro 10 mesi fa su fb
Bruno Realini 👍🏻
Michel Marma 10 mesi fa su fb
Che ridere, ma sarà possibile tanta IGNORANZA messa assieme!?? #Banca #assicurazioni #politica
Thomas Gerosa 10 mesi fa su fb
Metteteli pe bombe a ste banche hanno rotto il chezz
roma 10 mesi fa su tio
...dogane incustodite = rapine.
Fran 10 mesi fa su tio
Pensare che certi bancomat sono a pochissimi km dal confine. Vedi Gambarogno. Confine libero tt la notte. Questo delinquenti arrivano, colpiscono e spariscono in pochi minuti. 5 minuti e sono in italia. Polizia presente di giorno per multare posteggi, radsr a gogo, latitante di notte. Che dire? Beh? Ditemi voi!
Santina Fogu 10 mesi fa su fb
Be una volta chiuse le dogane in Ticino... Restano solo quelli bravi??? E POI COME FATE A VENIRE IN ITALIA A FARE LA SPESA, ANDARE AL MERCATO, DALLE PARRUCCHIERE CINESI DA GOMMISTA ECC ECC..
Loredana Testori-Scalena 10 mesi fa su fb
signora Santina, noi siamo costretti a venire in Italia a fare acquisti visto che stiamo perdendo poco a poco i nostri posti di lavoro grazie alle frontiere aperte..... rifletta un’attimo il perché i suoi connazionali vengono in Svizzera a lavorare e non lasciano nemmeno 1 Franco per acquistare una bottiglia d’acqua....... le mele marce ci sono in tutte le nazioni e se gli sì dà la possibilità di passare i confini senza essere controllati ..... qui sorge il problema !
Il Mich 10 mesi fa su fb
Santina Fogu io sono Italiano... ed abito in Svizzera...Non c'è l'ho con i frontalieri ( molti prendono lo stipendio qua...ma non comprano un caffè in Svizzera... Portano panini,thermos ecc da casa per tutta la giornata così facendo l'economia qui non gira ) ... Semplicemente prima di dare permessi e posti di lavoro fuori.... si metta alla prova tutte le persone in disoccupazione ed in assistenza qui... Dopo 3 (indicativo) lavori ( indirizzati in base al proprio CV ) a cui non vai bene il diritto d'idennitá ti viene negato... Una volta portato al minimo possibile la disoccupazione si dà ingresso a persone nuove da fuori...
Gloria Bergamo 10 mesi fa su fb
Santina Fogu guarda che maggior parte sono italiani che vivono in CH...😏😏svizzeri doc che vanno in Italia fare spesso tutte queste cose sono piccola percentuale...
Raffaele Foletta 10 mesi fa su fb
Chiudere le dogane no e...?!!!
Sylvan Rusca 10 mesi fa su fb
Colpiti perché "capillari"??? È una barzelletta?
Gloria Bergamo 10 mesi fa su fb
Sylvan Rusca si perché si trovano in ogni paese... e vicino alle dogane.... x la banca migros devi andare a Lugano e punto ( Luganese)...😏😏
Sylvan Rusca 10 mesi fa su fb
Gloria Bergamo dove sono saltati quelli di raiffeisen ci sono anche Ubs e Posta.
neuropoli 10 mesi fa su tio
e poi vogliamo parlare di quei bancomat (vedi ligornetto) che non erogano più contante una volta che la banca chiude? che senso ha allora il bancomat? a questo punto togliamoli e torniamo a prelevare i cassa.
Cristina Botta 10 mesi fa su fb
Mettete le videocamere 😂
Arjeta Gavrani 10 mesi fa su fb
Mettere inchiostro che macchia le banconote. E la cosa semplice
Marco Di Lauro 10 mesi fa su fb
Arjeta Gavrani troverebbero un modo per pulirle, quindi inutile.
Pedraita Maurizio 10 mesi fa su fb
Arjeta Gavrani li fanno saltare ugualmente
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
40 min
L'escursione in montagna finisce male
Un elicottero della Rega ha trasportati i due giovani in ospedale
CANTONE
51 min
Altre 10 vittime a causa del Covid-19
Si conferma il rallentamento del numero di contagiati che sale a 2442 casi
CANTONE
1 ora
Covid-19, ristoratori "presi in giro" dalle assicurazioni
Il fenomeno coinvolge diversi esercenti a sud delle Alpi, ma anche nel resto della Svizzera. La rabbia di GastoTicino
CANTONE
2 ore
Le temperature tornano a salire
Nei prossimi giorni la colonnina di mercurio supererà i 20 gradi
FOTO E VIDEO
TENERO-CONTRA
3 ore
Incendio in cucina, palazzina evacuata
Nessuno avrebbe riportato ferite. L'intervento dei pompieri ha evitato il peggio
CANTONE
12 ore
«Il Covid-19? Non piangiamoci addosso»
Svizzera Turismo parla di gravi perdite in alcune località di punta. Con ripercussioni anche a lungo termine.
CANTONE
15 ore
Troppe case secondarie "prese d'assalto"
Ecco la fotogallery pubblicata dal blog "La Voce del Gambarogno". Perché il messaggio non passa?
LIVE
CANTONE
16 ore
Christian Vitta: «Nei prossimi mesi prepariamoci a una “normalità limitata”»
A Bellinzona si è tenuta la conferenza stampa dello Stato Maggiore di Condotta
VIDEO
CANTONE
16 ore
Christa Rigozzi e Petkovic: «Non è il momento di venire in Ticino»
Due testimonial d’eccezione, e un volantino, spiegano ai confederati perché per Pasqua è meglio restare a casa
CANTONE
18 ore
Tornano i controlli della velocità
L'attuale situazione legata al coronavirus obbliga la polizia a un utilizzo mirato delle risorse.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile