La nuova livrea esprime l’identità di un treno «senza confini» che pone il viaggio dei propri clienti al centro del suo operato
CANTONE
14.05.19 - 14:140

Rosso, blu e verde: ecco il nuovo TILO

Il logo è stato modificato per rafforzare l’identità transfrontaliera. Il cambio di immagine avverrà gradualmente

BELLINZONA - Rosso, blu e verde. Sono i colori scelti da TILO per mostrare visivamente la sua identità transfrontaliera. Per questo motivo TILO ha deciso di rinnovare il proprio design puntando su un riconoscimento immediato delle regioni servite dai propri treni. Rosso e blu, in rappresentanza del Canton Ticino, verde in quanto colore ufficiale usato per i trasporti pubblici di Regione Lombardia.

Martedì 14 maggio, presso la stazione di Bellinzona, è stato così svelato il nuovo logo. Dopo gli interventi di Denis Rossi, Direttore Generale TILO; Marco Piuri, Presidente TILO; Claudio Zali, Consigliere di Stato Canton Ticino e Direttore Dipartimento del Territorio e Attilio Fontana, Presidente di Regione Lombardia, è stato presentato il primo treno con la nuova livrea e il nuovo logo.

La nuova livrea esprime l’identità di un treno «senza confini» che pone il viaggio dei propri clienti al centro del suo operato. Il cambio di immagine dei treni avverrà gradualmente e si prevede di modificare l'intera flotta entro il 2022.

Una storia di successo - Con una media giornaliera (giorni feriali) di quasi 50mila passeggeri trasportati, TILO è oggi una realtà importante sui due lati del confine italo-svizzero. L’azienda collega in maniera efficiente le località del Canton Ticino con quelle limitrofe della Regione Lombardia, assicurando il traffico regionale e transfrontaliero.
Dall’introduzione, nel 2010, dei collegamenti su Milano Centrale, grazie a una positiva collaborazione con TRENORD, l’azienda si è affermata anche in Regione Lombardia.

TILO opera infatti con successo tra Chiasso e Milano e, dalla recente apertura della nuova ferrovia tra Mendrisio e Varese nel 2018, collega sia i due capoluoghi lombardi Varese e Como, sia la Regio Insubria all’aeroporto di Malpensa. Questi servizi capillari sul territorio e soprattutto la crescita dei collegamenti transfrontalieri hanno concretizzato così quella che era fin dall’inizio l’idea fondante dell’azienda.

TILO in cifre:

TILO nasce nel 2004 con la missione di offrire ai clienti la migliore esperienza di viaggio possibile. Il successo di TILO ha determinato una proporzionale crescita anche della flotta di treni, composta da moderni e confortevoli elettrotreni denominati FLIRT (Fast Light Innovative Regional Train). Attualmente la flotta TILO comprende 40 treni (23 a 4 vetture, 17 a 6 vetture), 36 di proprietà delle FFS, 4 di proprietà di FNM (Ferrovie Nord Milano). Nei prossimi anni sono in arrivo 14 nuovi treni (5 FFS e 9 FNM Group) a 6 vetture. TILO ha 124 collaboratori. Nei giorni feriali sulle linee TILO viaggiano 48 mila persone al giorno. I treni che attraversano il confine Svizzera-Italia sono 151 al giorno. Il servizio RE tra Milano Centrale e Lugano coinvolge circa 15 mila persone al giorno. I passeggeri trasportati nel 2018 sono stati circa 15 milioni, di cui 11.5 in Canton Ticino e 3.5 in Lombardia.

Commenti
 
Mc Ambros 1 mese fa su fb
Colori della bandiera thailandese .
Cristina Poretti 1 mese fa su fb
😂😂😂😂
Yvan D. Fiesta 1 mese fa su fb
Ecco un altra scusa per alzar le tassezeeerrr....nem ben
Silverio Sargenti 1 mese fa su fb
Mi sembra più aerodinamico🙃🙃🙃
Bogicevic Slavisa 1 mese fa su fb
Bello
Daniele Orlando 1 mese fa su fb
Ho preso in treno pe 20 anni, da un anno a questa parte il tipo fa proprio meglio l auto
Adamo ReMida Jackson 1 mese fa su fb
Ma se manco il treno usano per spostarsi questi qua!!! Gli personalizzate pure il mezzo aumentando il prezzo a chi lo usa veramente!!
Thomas Schneider 1 mese fa su fb
Noi paghi amo dall'articolo nn anno soldi x finire i lavori un affare? Allora
Daniel Cinesi 1 mese fa su fb
Scommetto che gran parte dei commenti arriva da gente che manco a letto l'articolo
Niki Nicole 1 mese fa su fb
Ma i ritardi😂😂😂😂😂😂😂😂???
Paola Reggiani Brambillasca 1 mese fa su fb
IL VERDE DEL LOMBARDO ITALICO NON SI GUARDA PROPRIO !
Arianna Caggiano 1 mese fa su fb
Ma sinceramente del colore del treno non penso importi molto....ho preso il treno x tanti anni almeno 10 se non di più...e secondo il problema oltre al continuo aumento dell abbonamento sarebbe il numero di posti a sedere.. mi ricordo dei treni sempre stra pieni...e quindi aumentare i vagoni almeno per quegli orari di punta!!!!
pillola rossa 1 mese fa su tio
Quanto livore, aggressività e frustrazione nei commenti...
Norys Cerda Lara 1 mese fa su fb
Bene! É ora abbassate i prezzi degli abbonamenti, grazie!
Joelle Piffe 1 mese fa su fb
Invece di lamentarsi dei ritardi... prendere il treno prima? Ritardi tra l'altro spesso causati da lavori di miglioria e sicurezza delle tratte... non si è mai contenti... in svizzera ce poi poco da lamentarsi... guardare altrove farebbe bene a molti per rendersene conto
Michel Fedier 1 mese fa su fb
Chissà se i ritardi spariscono dopo i nuovi colori ahahah non ci credo più alla puntualità solo blablabla da tutte e 2 le parti sia Svizzera e Italia...paghiamo un esagerazione e i posti a sedere non esistono
lilla71 1 mese fa su tio
Molto più bello di quello di prima!!!! Bravi!!!
Daria Rossi 1 mese fa su fb
Speriamo che funzioni un po meglio che non ci lascino a piedi a Como.....
Simo Andriani 1 mese fa su fb
-Come buttar via soldi- capitolo 1
Miriam Intimi 1 mese fa su fb
Si appunto...
Antonio Kurtilas 1 mese fa su fb
Tanto paga la svizzera..
Sandrini Sirio 1 mese fa su fb
Ma questa gente non ha un cazz... da fare che pensare come ripitturare i treni. Piuttosto abbassate i prezzi dei biglietti asen
Nicola Parini 1 mese fa su fb
Vadan a cagà
Boccanegra Manuela 1 mese fa su fb
Nicola Parini ma e carino... 😜😜😂😂😬😬
Bea Ros 1 mese fa su fb
Dzana fatelo del colore che vi pare, basta che arrivi puntuale
Elena Rusconi 1 mese fa su fb
Puo essere anche colo cacca basta che funzioni!
volabas 1 mese fa su tio
Anche la Ferrari è molto bella, poi in sostanza la cosa è diversa
Jonathan Bopp 1 mese fa su fb
Siamo entusiasti
Benedetto Craco 1 mese fa su fb
Nooo francese
curzio 1 mese fa su tio
Con il nuovo logo sarà un piacere stare in piedi... oppure aspettare un treno soppresso. Invece di risolvere i problemi si buttano via i soldi in operazioni di cosmesi estetica.
Andy Da Silva 1 mese fa su fb
Da TILO a ITALO
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Andy Da Silva magari, uso Italo molto spesso, è sempre in orario, bagni puliti e lo stesso tempo che impiego per fare Lugano Como con Tilo lo impiego per fare Milano Torino con Italo
Andy Da Silva 1 mese fa su fb
Signora Norsa, le credo 🙂 Alludevo più alla somiglianza del nome 😃
Anto Ferrari 1 mese fa su fb
Raffaella Norsa, che progressi!
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Anto Ferrari ripeto, prima di criticare bisogna provare anche le altre realtà
Lucilla Ferrara 1 mese fa su fb
Iniziassero a mettere a posto ritardi ed “eventi accaduti all’estero” e già sarebbe una gran cosa. Le collaborazioni simili nel nord della Svizzera e con la Francia non sono per nulla paragonabili al disastro Tilo. Infatti, lì funzionano. Evidentemente i Paesi partner al di là della frontiera incidono non poco nel buon o mal funzionamento della collaborazione. Gli aspetti cosmetici son solo cazzate.
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Lucilla Ferrara invece di scrivere stupidate si informi meglio. Ci sono persone che “purtroppo” devono usare Tilo tutti i giorni e sappiamo perfettamente che i problemi dei ritardi si accumulano in territorio svizzero! Se vuole le mando le copie delle lettere di scuse con miseri 20 chf di rimborso o la lettera che hanno scritto per la scuola di mio figlio che arrivava sempre in ritardo a scuola! Mio figlio va a scuola in Italia e il treno sempre in ritardo al mattino arrivava da Bellinzona non da Milano!!!
Lucilla Ferrara 1 mese fa su fb
Raffaella Norsa e che noia con questo figlio che va a scuola in Italia... ma non finisce mai? Sempre che esista davvero. Io da oltre Gottardo faccio avanti e indietro in treno e guarda caso il treno da sud è quasi sempre in ritardo. Così come mi capita sovente di partire in ritardo da Monza, sia che sia un TILO o un regionale per Chiasso. La sua verità vale tanto quanto la mia, per esperienza diretta. Guarda caso, invece, nella regione di Basilea e Sciaffusa con collaborazioni simili questo non accade quasi mai. D’altronde le FFS decisero di sciogliere la Cisalpino proprio per le inefficienze della controparte, incapace di manutenzionare i pendolini a Milano, già rottami di loro.
Nicola Rocco 1 mese fa su fb
Lucilla Ferrara ignorante
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Lucilla Ferrara prima di tutto che palle lo dice a qualcun altro e non a me. Lei invece mi ha rotto scrivendo sempre eresie e discriminazioni verso l'Italia anche quando proprio non c'entrano niente. Il suo livello é capibile dal commento "sempre che esista". Visto che non capisce lo ribadisco, chi prende Tilo tutti i giorni puo' parlare e commentare perché conosce i problemi, secondo i pendolini in Italia non esistono piu' da un bel pezzo perché si chiamano treni ad alta velocità e (devo ripetere perché anche in questo caso non ha afferrato) le posso garantire che il servizio é ottimo e i "bagni" sono puliti e non puzzano. Ritardi ormai inesistenti. Poi visto che dice d'abitare a Zurigo non penso usi molto spesso la linea Bellinzona Como o Varese dei Tilo! Aggiungo tra l'altro che settimana scorsa ho avuto la mal augurata idea d'andare a Ginevra in treno, 5h e 30 di viaggio per fare 370 km (con treni non vecchi...di piu'), con quello che lei chiama ancora pendolino ne faccio 630 km in 2h e 50 minuti e ne parte uno ogni ora! calcoli un po' lei! Aggiungo anche che mio figlio è costretto ad andare a scuola in Italia perché qui non hai ampia scelta come all'estero e si astenga dal dire avrà avuto i livelli B perché aveva i livelli A
Anto Ferrari 1 mese fa su fb
Raffaella Norsa, allora è proprio vero che il mondo sta girando all'incontrario 😅
Lucilla Ferrara 1 mese fa su fb
Raffaella Norsa non ho scritto che palle ma “che noia”. Non ce l’ho certo con la scelta scolastica, personale e da rispettare (due dei miei studiano anch’essi in Italia per cui nulla contro) ma con questo mantra quasi fosse la giustificazione per sparar sentenze unilaterali che a me suonano dubbie. Lo so benissimo che i treni di oggi non sono “quei” pendolini, gli ETR 470 famigerati, ed infatti mi sono riferita all’esperienza della Cisalpino. Le faccio notare che gli attuali ETR 610 in servizio tra Zurigo e Milano sono ad assetto variabile esattamente come i precedenti 470 per cui di “pendolini” si tratta anche se il termine è in disuso. Le 5 ore e passa fino a Ginevra sono molte ma non credo che le debba ricordare che la morfologia di questo Paese non è esattamente pianeggiante per cui esistono limiti dettati dalla fisica che impediscono una reale “alta velocità”, possibile (in modo limitato rispetto a TGV, Frecciarossa e Italo) solo nel tunnel di base del Gottardo e qualche tratto dell’altipiano. Reagisco ai suoi post perché allo stesso modo in cui lei mi accusa di discriminare l’Italia lei fa altrettanto e sempre con la Svizzera, Paese in cui sembra abitare e che può anche lasciare se non le piace. Mi sposto invece regolarmente in treno tra Basilea, Zurigo, Ticino e Monza essendo la famiglia suddivisa su questo asse. I ritardi che io costato sono su entrambi i lati della frontiera, quasi equamente distribuiti anche se, purtroppo per la sua sensibilità, più marcati da sud verso nord. D’altronde i familiari di Monza sono i primi a lamentarsi dei disservizi delle Ferrovie e di Trenord.
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Lucilla Ferrara precisiamo subito che i miei commenti sono sempre e solo in risposta alle sue offese verso l'Italia e gli italiani, non vedrà mai un post scritto da me con commenti offensivi verso la Svizzera o gli svizzeri perché non é mia abitudine criticare gli altri per coprire problemi miei. Ripeto, detesto in primo luogo chi sempre e dico sempre accusa l'Italia (sopratutto detto da italiani) e quando si vogliono coprire le realtà. Il fatto che io viva in Svizzera non mi impone di dover sempre affermare che le cose funzionano alla perfezione anche dove non funzionano, il servizio FFS é pessimo (e non sono io a dirlo ma gli stessi svizzeri). Io dico quella che é la realtà, a scuola arriva spesso in ritardo perché i treni partono in ritardo da Bellinzona, al ritorno praticamente mai e quando é capitato é capitato perché il treno accumulava ritardo a Mendrisio per cui queste storie le puo' raccontare a qualcun'altro e non a me. Non ho idea dei servizi di cui usufruiscono i suoi parenti e possono esserci ritardi da Monza a Milano o i treni pieni (esattamente come succede da Bellinzona a Lugano e viceversa negli orari di punta) ma posso assicurarle che i treni ad alta velocità funzionano perfettamente e hanno un servizio ottimo, cosa che (a parte la velocità) non ho riscontrato nel mio viaggio da Lugano a Ginevra, sia all'andata che al ritorno. Visto che mi invita a tornare in Italia se non mi piace vivere qui (tra l'altro anche questa affermazione assurda che, ha fatto lei senza rendersi conto che ho risposto alle sue offese o ste commentando liberamente), io la invito a non andare piu' in Italia cosi abbiamo risolto il problema. Cordiali saluti.
Raffaella Norsa 1 mese fa su fb
Anto Ferrari bisogna anche girare un po' il mondo e conoscere realmente le altre realtà per poter sentenziare...
Lucilla Ferrara 1 mese fa su fb
Raffaella Norsa evidentemente, se sapesse leggere tra le righe, se due dei miei tre figli fanno studi accademici in Italia è segno che non detesto quel Paese. Anzi. E nemmeno perché lì costerebbe meno visto che sono dell’idea che si debba spendere dove si vive. Ci sono eccellenze ovunque, in qualsiasi Paese, così come ovunque esistono gli aspetti meno nobili. E tra parenti (che devono fornire loro la carta igienica alle figlie che frequentano la scuola media, a Monza mica a Scampia, per fare un banale esempio tra i tanti. ) e figli che vivono lì emerge che efficenza e organizzazione non sono proprio di casa. Il che non toglie nulla a mille altre cose che invece sono prestigiose. Tra le quali le Università ad indirizzo umanistico. E visto che loro due non diventeranno fisici quantistici o architetti è ovvio che non frequentano l’ETH di Zurigo.
Alessio Nesurini 1 mese fa su fb
Sempre più piuma... E chi paga sem nüm! Piùma
Catenazzi Marco 1 mese fa su fb
bello
Loredana Limonta Winchester 1 mese fa su fb
Mi piace
Pepperos 1 mese fa su tio
Signor Sciacco, aggiri il problema scaricando app. Trenord e Trenitalia...( Molti vantaggi )
Alessandra Menerella 1 mese fa su fb
Le cose importanti........essenziali proprio.
KilBill65 1 mese fa su tio
Ma chi se ne frega, se hanno messo altri colori l' importante e che mettano piu' vagoni (per non restare in piedi o seduti per terra) e arrivano in orario!!!......Basta ritardi e pienoni nei vagoni….
curzio 1 mese fa su tio
@KilBill65 Si dai, non fare il polemico! Stare in piedi su un vagone con il nuovo logo è tutt'altra cosa! :-D
Simone Canepa 1 mese fa su fb
Mancano solo i graffiti
Fabrizio Sciacco 1 mese fa su fb
Nel frattempo ancora non si possono non dico acquistare ma nemmeno visualizzare i prezzi dei biglietti transfrontalieri sul sito della TiLo (e nemmeno su quelli di Trenitalia e delle FFS). C'è da commuoversi per come TiLo incentivi l'uso dei propri treni (e quindi del trasporto pubblico). Poi però ci si lamenta che in Ticino c'è troppo traffico!
Lorenz Barchi 1 mese fa su fb
Non è colpa della TILO però
Pepperos 1 mese fa su tio
Bello il Logo.
Maurizio Roggero 1 mese fa su fb
Beeeeello.... quindi con questi bellissimi nuovi colori i ritardi saranno meno evidenti?!?!
Dejan Savic 1 mese fa su fb
Fosse il primo dei problemi....
Andrea Van 1 mese fa su fb
Che dici Eliyo Thoma ?
Elena Filipponi 1 mese fa su fb
Dejan Savic quoto 🖖🏼
Andrea Van 1 mese fa su fb
E tu invece? Stefan Plavsic
Eliyo Thoma 1 mese fa su fb
Sempre più schifo😡
negang 1 mese fa su tio
L'immagine la si rimette a nuovo mantenedo gli orari e diminuendo i ritardi in modo significativo. Non parliamo dei treni che partono dall'Italia dove servono ancora 2 macchinisti per guidare un treno ( caso strano in tutta Europa ) e quindi dove ne basta uno con mezzo raffreddore che il treno non parte. mettete delle penali con le FS per i ritardi !
Gio OnAir 1 mese fa su fb
Dovrebbero farlo stile internet Explorer secondo me
Akın Şeker 1 mese fa su fb
Gio OnAir SEI UN GENIO HAHAHAHAHA
La Fuvi 1 mese fa su fb
Rafforzare l'Italia, siamo alla frutta!
DeNise OrlaNdo 1 mese fa su fb
La Fuvi si chiama TiLo.... durei che in sto caso ci sta. E senza frutta 😂😂😂
La Fuvi 1 mese fa su fb
DeNise OrlaNdo sempre peggio
DeNise OrlaNdo 1 mese fa su fb
La Fuvi xò è comodo quando è in orario
La Fuvi 1 mese fa su fb
DeNise OrlaNdo oddio trat tücx pori nüm
Luigi Gitto 1 mese fa su fb
Luigi Gitto 1 mese fa su fb
Evvivaaaa la Svizzera... Evvivaaaa l'Italia.... Brindisi alla fratellanza ...
Giuliano Forlini 1 mese fa su fb
Chiaro riferimento ai colori della bandiera del ticino e dell'italia, mi piace
Matteo Simona 1 mese fa su fb
Della Lombardia non dell’Italia.
Giuliano Forlini 1 mese fa su fb
Matteo Simona ah perchè l'italia non ha rosso bianco e verde ;)
Luca de Cani 1 mese fa su fb
Giuliano Forlini il problema è che se li lasciano in sosta a Milano Centrale li imbrattano subito quei dementi dei writers.
Giuliano Forlini 1 mese fa su fb
Luca de Cani ahahah avoglia a colori poi
Alex Polli 1 mese fa su fb
Luca de Cani gia' e vero anche quello
Paolo Bianchi 1 mese fa su fb
Quindi si riferisce pure alla russia e a mezza eropa visto che hanno il blu il rosso e il bianco?
Nithy Iaia 1 mese fa su fb
Ma rafforziamo la puntualità
Nicoletta Ceronetti 1 mese fa su fb
Nithy Iaia puoi sempre fare il concorso da capotreno 🤷‍♀️
Nithy Iaia 1 mese fa su fb
Nicoletta Ceronetti 💪
ctu67 1 mese fa su tio
complimenti ...bel lavoro...toilette chiuse da bellinzona verso sud...aahhh ma la livrea l'é bela.... e num a pagum .. e mia poc !!!!
Francesco Sergio 1 mese fa su fb
Mancano solo le 4 stelle dei mondiali
Aki Gozzi 1 mese fa su fb
Grazie al tuo commento meme già fatto!
Alex Polli 1 mese fa su fb
😂😂😂😂😂
Donald Tami 1 mese fa su fb
Francesco Sergio ahahss
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / GRIGIONI
23 min

Il Passo del Lucomagno è stato riaperto

Sono stati sgomberati i grossi massi caduti sulla strada settimana scorsa. E per Corpus Domini, dopo un lungo letargo invernale, tornerà transitabile anche la Novena

VIDEO
CAPRIASCA
3 ore

Cade da un muretto, interviene la Rega

Al momento non sono note le condizioni del ferito

CAMPIONE D'ITALIA
4 ore

«I debiti di Campione li paghi l'Italia»

Ignazio Cassis ha risposto a una domanda di Marco Romano specificando come non sussista alcun legame tra i debiti che l'enclave ha con il Ticino e i ristorni. «Sono due dossier diversi»

CANTONE
4 ore

«La dott.ssa Lesmo non è contraria ai vaccini. Ha vaccinato i suoi figli»

Il medico replica dopo l'interrogazione di Galeazzi sui dottori contrari ai vaccini: «Queste terapie di massa non tengono conto del rapporto rischio/beneficio»

BIDOGNO
7 ore

Il parcheggiatore abusivo è stato estradato in Italia

Fine della corsa per il 42enne, ricercato dal 2016 per questioni legate al traffico di stupefacenti. Qualche mese fa aveva piazzato le sue macchine senza targhe in una proprietà privata del Luganese

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report