Tipress (archivio)
LOCARNO
07.05.19 - 06:550
Aggiornamento : 07:10

Il trio di picchiatori vuole redimersi

I tre giovani del Locarnese - alla sbarra per diverse aggressioni, furti, danneggiamenti e droga - si dicono pentiti e dopo il carcere vogliono cambiar vita

LOCARNO - Nella regione erano diventati tristemente noti come Il trio dei "picchiatori del Locarnese". Loro sono un 19enne e un 20enne - cresciuti insieme in zona -  e un 22enne di passaporto tedesco, ma residente da tempo nella regione. Il terzetto è comparso ieri davanti alla Corte delle Assise criminali di Lugano per una lunghissima serie di reati commessi tra aprile 2017 e l'estate del 2018. Nel loro poco invidiabile Curriculum Vitae troviamo furti (anche in chiesa), aggressioni (con colpi alla testa che avrebbero potuto essere fatali alle vittime), consumo e spaccio di droga e guida senza licenza.

Accanto a loro anche una ragazzina con meno di 16 anni che ha intrattenuto rapporti sessuali (consenzienti) con due dei componenti del terzetto. Per questo motivo i due giovani maggiorenni si sono visti appioppare anche l'accusa di atti sessuali con fanciulli. 

I continui reati hanno portato all'arresto dei giovani. E i successivi giorni trascorsi in carcere (in regime di espiazione anticipata della pena) li hanno indotti a riflettere sui loro comportamenti. I tre, insomma, si dicono pentiti delle loro gesta e vogliono redimersi. Vogliono vivere (finalmente) una vita diversa e trovarsi un lavoro. I giovani - come ricordato ieri in aula e riportato dai media ticinesi - sono usciti da situazioni familiari molto complicate e hanno avuto un percorso scolastico parecchio difficoltoso con apprendistati iniziati e poi abbandonati.

Il processo, iniziato ieri, continuerà oggi con la requisitoria della procuratrice pubblica Pamela Pedretti e l'arringa degli avvocati difensori dei tre giovani picchiatori.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE/SVIZZERA
5 ore
«Avere figli è considerato un “problema” delle donne»
Daria Pezzoli-Olgiati è riuscita ad affermarsi come lavoratrice e mamma ma reclama un cambiamento di mentalità.
FOTO
MUZZANO
7 ore
Dopo la caduta, riparte dal cavallo la riabilitazione di Sonia
Momenti emozionanti stamattina quando la nota marciatrice di Gaggio ha ripreso confidenza con sella e briglie.
CANTONE
7 ore
Coronavirus a scuola: «No al tampone agli asintomatici»
Se due allievi della stessa classe risultano positivi, tutti i compagni restano a casa: «Non si testa chi non ha sintomi»
CANTONE
8 ore
Copernicus Holding SA e Finpartner uniscono le forze
L'accordo porta alla creazione di una boutique di riferimento nel Wealth Management in Ticino e in Svizzera.
MENDRISIO
11 ore
L'acqua momò è potabile
Le Aziende industriali di Mendrisio rassicurano la popolazione sul pesticida clorotalonil
CANTONE
11 ore
Idrossiclorochina: «Mai applicare il fai-da-te con i medicamenti»
La richiesta di Plaquenil si è alzata a partire da marzo. Ma negli ultimi due mesi è tornata ai livelli pre-Covid.
BELLINZONA
13 ore
Paglia non pervenuto
Sorpassi di spesa: è arrivato l'esito dei due audit. Nessuna rilevanza penale, ma il municipale resta dimezzato
FOTO
CANTONE
13 ore
Mangia l'Amanita, luganese in coma
L'uomo ha ingerito delle muscarie. Ora si trova ricoverato al Civico di Lugano
VEZIA
15 ore
Volo di tre metri mentre taglia la siepe
Ferito un giardiniere 50enne del Luganese.
LOSONE
16 ore
Covid-19 alle Medie di Losone, revocata la quarantena di classe
Il provvedimento non è più ritenuto necessario. Ma altri compagni valuteranno se sottoporsi al tampone
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile