Tipress (archivio)
LOCARNO
07.05.19 - 06:550
Aggiornamento : 07:10

Il trio di picchiatori vuole redimersi

I tre giovani del Locarnese - alla sbarra per diverse aggressioni, furti, danneggiamenti e droga - si dicono pentiti e dopo il carcere vogliono cambiar vita

LOCARNO - Nella regione erano diventati tristemente noti come Il trio dei "picchiatori del Locarnese". Loro sono un 19enne e un 20enne - cresciuti insieme in zona -  e un 22enne di passaporto tedesco, ma residente da tempo nella regione. Il terzetto è comparso ieri davanti alla Corte delle Assise criminali di Lugano per una lunghissima serie di reati commessi tra aprile 2017 e l'estate del 2018. Nel loro poco invidiabile Curriculum Vitae troviamo furti (anche in chiesa), aggressioni (con colpi alla testa che avrebbero potuto essere fatali alle vittime), consumo e spaccio di droga e guida senza licenza.

Accanto a loro anche una ragazzina con meno di 16 anni che ha intrattenuto rapporti sessuali (consenzienti) con due dei componenti del terzetto. Per questo motivo i due giovani maggiorenni si sono visti appioppare anche l'accusa di atti sessuali con fanciulli. 

I continui reati hanno portato all'arresto dei giovani. E i successivi giorni trascorsi in carcere (in regime di espiazione anticipata della pena) li hanno indotti a riflettere sui loro comportamenti. I tre, insomma, si dicono pentiti delle loro gesta e vogliono redimersi. Vogliono vivere (finalmente) una vita diversa e trovarsi un lavoro. I giovani - come ricordato ieri in aula e riportato dai media ticinesi - sono usciti da situazioni familiari molto complicate e hanno avuto un percorso scolastico parecchio difficoltoso con apprendistati iniziati e poi abbandonati.

Il processo, iniziato ieri, continuerà oggi con la requisitoria della procuratrice pubblica Pamela Pedretti e l'arringa degli avvocati difensori dei tre giovani picchiatori.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
42 min

Amianto: le FFS si difendono

I vertici dell'ex regia federale sui decessi dei collaboratori in pensione: «Casi noti, monitoriamo la situazione»

FOTO E VIDEO
LUGANO
54 min

Il robot Sophia che parla gli umani

È sbarcato a Lugano. Può rispondere alle tue domande. Si è presentata durante la seconda edizione del Forum innovazione Svizzera italiana, da oggi al LAC

FOTO
BELLINZONA
3 ore

Ecco il nuovo volto della Posta di Giubiasco

La rinnovata filiale di via Bellinzona 6 è stata inaugurata questa mattina: «Questa sede è apprezzatissima dalla clientela. Siamo orgogliosi di averla rimessa a nuovo»

LUGANO
5 ore

L'impresa di Nicole: campionessa del mondo a 50 anni

Trionfo di una ticinese ai Mondiali Master di judo in Marocco: «Che emozione il salmo svizzero per me»

LUGANO
6 ore

Lavorereste così, a sette piani dal suolo?

In Ticino gli infortuni sul lavoro sono il calo. Ma quelli più gravi, tra cui le cadute dall'alto, restano un problema

FOTO E VIDEO
LUGANO
8 ore

Auto in fiamme nella notte

La vettura è andata completamente distrutta nei pressi della pompa di benzina di Pazzallo

CONFINE
9 ore

L'accordo sui frontalieri si è (ufficialmente) impantanato

Sono passati quattro anni dalla firma da parte elvetica. Settimana scorsa, l'ennesimo incontro al Pirellone. Franscella: «Pazienza al limite»

FOTO E VIDEO
MEZZOVICO
18 ore

Centra la rotonda e si ribalta sul tetto

Un conducente proveniente dalla Spagna ha perso il controllo della sua Citroen all'entrata di Mezzovico questa sera. Nell'incidente ha riportato ferite apparentemente non troppo gravi

LUGANO
19 ore

Festeggia il compleanno al bowling: gli rubano tutti i regali

Singolare furto in uno dei più noti locali ricreativi del Luganese. La mamma del bimbo: «Video sorveglianza scadente». La replica: «Non siamo baby sitter»

CANTONE
21 ore

Solo qualche pioggia all'orizzonte

Prosegue questa tendenza a giornate miti e sostanzialmente prive di precipitazioni, a parte una parentesi tra martedì e mercoledì

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile