CANOBBIO
25.04.19 - 16:020
Aggiornamento : 22:03

«Care Lisa e Chiara, il vostro fratellino lo curiamo già gratuitamente»

Stefano Pezzoli, membro della Fondazione MindTIme, risponde all’appello delle sorelle di Manuel, bimbo di otto anni affetto da una malattia rara. E spiega come è nato il “suo” progetto

CANOBBIO – «Care Lisa e Chiara, il vostro fratellino qui è il benvenuto. La settimana prossima Manuel inizierà le terapie cognitive previste e potrà essere seguito gratuitamente». Stefano Pezzoli è uno dei membri di MindTIme, la Fondazione di Canobbio finita agli onori delle cronache dopo il commovente appello sul web di due bambine di Faido. Lo scopo delle due sorelle? Trovare fondi per curare il fratello Manuel, otto anni, affetto da una malattia rara. Soldi che serviranno a coprire i costi delle trasferte presenti e future che la famiglia Gagliano dovrà affrontare. Non per le terapie presso MindTIme. «Già – ribadisce Pezzoli – perché qui da noi i genitori di Manuel non dovranno pagare niente. Né per le terapie individualizzate, né per i pranzi. E neppure per le lezioni di gruppo del pomeriggio».

Scusi, può essere ancora più esplicito?
«È prerogativa di MindTIme offrire l’opportunità di fare questi corsi a tutti i ragazzi che ne hanno necessità. Ciò è possibile grazie al sostegno di diverse fondazioni private che non finiremo mai di ringraziare. Manuel verrà al centro. E la sua non è un’eccezione. È la regola. Lo abbiamo spiegato anche ai suoi genitori».

La storia di MindTIme è curiosa. Come nasce questa fondazione?
«Dall’esperienza personale. Io e mia moglie abbiamo un figlio con difficoltà, frequentava la scuola speciale. A un certo punto ci è stato segnalato un percorso formativo. Abbiamo seguito un corso a Edolo, in Italia. In seguito, nel 2012, ci siamo recati in Israele. A Gerusalemme c’è un centro specializzato nelle terapie di recupero per ritardi cognitivi».

In cosa consisteva l’offerta?
«Corsi di sei settimane che coniugavano ergoterapia, psicomotricità, pedagogia e logopedia. Questo aspetto multidisciplinare e coordinato ci è subito sembrato vincente. Noi in Israele ci siamo stati per quattro volte. Con risultati assolutamente incoraggianti».

Il problema è che la maggior parte dei ticinesi non può permettersi viaggi del genere…
«Proprio per questo abbiamo pensato di creare qualcosa di simile in Ticino, adattandolo alla realtà locale. Si tratta di una proposta complementare a quanto già esiste. Ancora oggi possiamo contare sulla consulenza degli specialisti di Gerusalemme e sul concreto supporto di fondazioni private».

Da quanto tempo siete attivi?
«A pieno regime da circa un anno. Finora abbiamo accolto oltre una ventina di ragazzini. Quattro alla volta, per cicli di sei settimane».

Si fa in fretta a parlare di gratuità. Il corso è veramente gratuito per le famiglie?
«A oggi possiamo dire di sì. Infatti il 95% delle famiglie come quella di Manuel ha potuto portare da noi il figlio senza sostenere alcun costo. È giusto dire che l'elevata qualità dei corsi offerti comporta costi significativi (cento ore di terapie individuali, pranzi, pomeriggi di gruppo). Pertanto a fine corso sollecitiamo un contributo volontario di sostegno alla Fondazione di 2'000 franchi».

Non è una richiesta un po’ fuori luogo, visto quanto affermato finora?
«Attenzione: se una famiglia non riesce a pagare questi 2'000 franchi di contributo volontario, non lo fa. Le spese sono comunque coperte in altro modo».

E come?
«Se il bambino ci viene segnalato da una sede scolastica, sarà il Cantone a sostenere le ore di terapia riconosciute. Se invece la segnalazione arriva per altre vie, ad esempio tramite il pediatra o la famiglia, è la Fondazione MindTIme a fare fronte all’intero costo del corso. MindTIme, a sua volta, è sostenuta da generose fondazioni che credono nel progetto».

Possiamo dire a Lisa e Chiara di non preoccuparsi dunque?
«Certo. Forse alle due bimbe sembrava impossibile che potesse esistere da noi una soluzione simile. Le terapie che Manuel farà da noi non peseranno sul portafoglio della famiglia Gagliano».

Colletta inutile, dunque?
«Assolutamente no. I proventi della colletta da loro lanciata saranno a beneficio di altri interventi o costi futuri a favore di Manuel. Intanto, invitiamo Lisa e Chiara a Canobbio per vedere come procedono le terapie del loro fratellino. E magari, perché no, per ricevere da loro qualche consiglio».

5 mesi fa Ha 8 anni e una malattia “misteriosa”: il commovente appello sul web
Commenti
 
Vinzent Corleon 5 mesi fa su fb
Ci mancass sule ca nisciun salvass e creature. ❤️
Anna Palmeri-Giurleo 5 mesi fa su fb
Che bello notizia rallegra il cuore felice x il bimbo e genitori
Rossella Palmeri 5 mesi fa su fb
Bellissima notizia!!!
Tania Petrova Gennarino 5 mesi fa su fb
❤️
Margherita Nails Rose Gashi 5 mesi fa su fb
Che bella notizia Auguri piccolo guerriero💙💙💙💙💙💙💙💙
Ileana Solca 5 mesi fa su fb
Bella notizia👏👏👏
Micaela Farei 5 mesi fa su fb
Mari Rotondo-Bellicini 5 mesi fa su fb
Che bello❤️❤️❤️
Maria Grazia Canzani 5 mesi fa su fb
Commovente ,grazie !!
Raquel Rijo Santana 5 mesi fa su fb
Sonia Polari 5 mesi fa su fb
Fantastici! Complimenti
Mariangela Bernasconi 5 mesi fa su fb
Sybilla Grob 5 mesi fa su fb
Che bello ❤️❤️❤️❤️❤️ auguri Manuel 💕💕💖💖
Ivone Lopes 5 mesi fa su fb
❤💖
pillola rossa 5 mesi fa su tio
Certe notizie fanno bene al cuore
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora

Controllo notturno in un locale: 57 persone in più e 2 minorenni

All'esterno è stata rinvenuta una pistola scacciacani. Tre individui sono stati denunciati per reati alla Legge federale sugli stupefacenti

LOCARNO
2 ore

In assistenza e col vizio del furto: finirà in carcere per 50 giorni

Reati a raffica per un 34enne che tra insulti alla polizia, minacce, furti e consumo di stupefacenti “obbliga” il procuratore pubblico ad aprirgli le porte della prigione

VIDEO
MENDRISIO
12 ore

Ecco come Bussenghi sfotte l'Italia

Striscia La Notizia, finita nella bufera per il servizio sui "poveri svizzeri, chiede aiuto all'attore locarnese Flavio Sala. Basterà?

LUGANO
14 ore

Catherine è stata ritrovata

La 18enne di cui si erano perse le tracce da mercoledì mattina è stata rintracciata. La polizia cantonale ha quindi revocato l'avviso di scomparsa

MENDRISIO
15 ore

Tamponamento tra due auto davanti alle scuole medie, due feriti

Le due vetture si sono scontrate in prossimità di un passaggio pedonale

CANTONE
15 ore

"Striscia La Notizia" chiede scusa al Ticino, grazie a Bussenghi

Il comico Flavio Sala chiamato dalla trasmissione italiana a prendere in giro la Penisola. La star dei Frontaliers mette un freno alle polemiche sul servizio sui "poveri svizzeri"

CANTONE
16 ore

Quasi tutto il Ticino sotto l'occhio dei radar

Escluso dalla lista solo il distretto della Leventina. Rilevamenti semi-stazionari a Piotta e Serocca d'Agno

MENDRISIO
17 ore

Per fare un “Fiore” ci vuole un Manager

Il nuovo cantiere per sostituire la storica cremagliera, la strategia mirata sulle comitive in pullman. La Ferrovia Monte Generoso cerca un nuovo gerente in vetta e traccia un bilancio

CANTONE
20 ore

Tre giorni di acquazzoni su (quasi) tutto il Ticino

MeteoSvizzera ha diramato un'allerta piogge di livello 3 (pericolo marcato) per tutte le regioni a sud delle Alpi eccetto il Mendrisiotto

LUGANO
20 ore

Si cerca Catherine Burkhard

La 18enne ha fatto perdere le proprie tracce la mattina del 16 ottobre

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile