TiPress - foto d'archivio
CANTONE
09.04.19 - 18:370
Aggiornamento : 23:03

La difesa: «Lei non c’entra, va assolta»

I legali della 39enne accusata di correità nel delitto di Monte Carasso ne chiedono l’integrale proscioglimento

LUGANO - «Quel 19 luglio del 2016 lui non ha più visto una via d’uscita. Lui ha deciso di uccidere l’ex moglie». Così la difesa della cittadina russa di 39 anni a processo alle Criminali per il delitto di Monte Carasso, che chiede «l’integrale proscioglimento della donna dall’accusa di correità in assassinio». Come pure dal reato di denuncia mendace, consumata e tentata.

L’imputata, lo sostiene l’avvocato Luisa Polli, non sarebbe coinvolta nel fatto di sangue verificatosi il 19 luglio 2016 nel Bellinzonese. Il gesto sarebbe da attribuire unicamente al marito 49enne, che secondo la difesa covava già da tempo un rancore di carattere economico nei confronti dell’ex moglie. «La 39enne arrivata dalla Russia non può essere considerata come fattore scatenante dell’uccisione».

L’egoismo del marito - Anzi, l’avvocato Yasar Ravi - sempre in difesa della donna - afferma inoltre che l’uomo avrebbe agito con egoismo. «Nonostante la situazione debitoria in cui versava, ha fatto venire dalla Russia la 39enne con le sue due figlie. Ha mentito sulle sue condizioni economiche».

«Lui non è credibile» - Il legale si sofferma quindi sulla chiamata in correità della donna, che è giunta da parte del 49enne due mesi dopo la prima confessione, nonché dopo l’arresto della moglie. «La chiamata di un correo deve essere credibile, spontanea, disinteressata, lineare e costante» afferma Ravi, sottolineando che questi presupposto in questo caso non sarebbero però dati. In particolare parla di mancanza di credibilità dell’imputato, «che racconta tutto e il contrario di tutto».

Ora la parola passa all’avvocato Pietro Croce, difensore del 49enne.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
13 min
Vaccino per partire, «ma anche per fare il bucato»
Per i non vaccinati Stati Uniti e Australia sono diventate impossibili, e la Germania invivibile.
LUGANO
7 ore
A luglio torneranno gli Swiss Harley Days
I primi tre giorni del mese saranno all'insegna delle due ruote, in riva al Ceresio
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
«In Ticino la richiesta di uffici crollerà»
Uno studio di Credit Suisse prevede che in Svizzera la domanda di uffici tornerà a crescere.
CANTONE
9 ore
Altre tre classi in quarantena, in tutto sono 53
Il Decs ha aggiornato l'elenco delle sezioni costrette al confinamento a causa del Covid-19.
CHIASSO
10 ore
Il centro di vaccinazione momò cambia casa
L'attuale struttura di Canavée (Mendrisio) verrà spostata al Palapenz (Chiasso).
CANTONE
23 ore
Selvaggina, più che alla radioattività occhio al piombo
Il Laboratorio cantonale ha analizzato diversi "prodotti" della terra alla ricerca di radioattività e metalli pesanti
LOCARNO
1 gior
Anche Locarno si mette la mascherina
Raccomandata in centro e nelle zone molto frequentate, nel villaggio di Locarno On Ice ingresso solo con il 2G
LOCARNO
1 gior
Dopo il pestaggio sarà rafforzato da subito il pattugliamento
La decisione presa dal Municipio al termine della seduta odierna.
LUGANO
1 gior
Naturalizzazione negata all'imam? Decisione da rivedere
Il Tribunale amministrativo federale ha accolto il ricorso dell'imam di Viganello, rimandando l'incarto alla SEM
FOTO
CANTONE
1 gior
Nuove officine FFS da 580 milioni di franchi
Aumenta l'investimento, anche a causa della «crescita delle attività nel futuro stabilimento»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile