CANTONE
05.04.19 - 09:400

Se la cannabis light fa la guida hard

L'Antidroga mette in guardia gli automobilisti dall'assunzione di canapa CBD. Ma Regazzoni di Cannabis Ticino ribatte: «È un miorilassante, non una sostanza psicoattiva». E Berna dice...

CAMORINO - È possibile consumare cannabis light e mettersi senza patemi al volante? Ad attirare l’attenzione sui rischi insiti nella sostanza legale è la Sezione Antidroga della Polizia cantonale che in coda al suo bilancio d’attività 2018 rileva: «Il consumo di questo tipo di canapa, seppur legale, può determinare stati di inattitudine alla guida».

Ticino proibizionista - Ma quel “può” non sta bene a tutti. «Come sempre in questo cantone si vogliono interpretare le leggi e non applicarle - dice Sergio Regazzoni di Cannabis Ticino -. Autorizzando la cannabis light, la Confederazione ha fatto mettere per le cime da fumare stessa avvertenza che c’è sui pacchetti di sigarette». Regazzoni si riferisce al fatto sulle confezioni di light non appare il simbolo di “divieto di guidare” sempre più diffuso sulle bevande alcoliche. «Se, come sostengono i proibizionisti, questo prodotto impedisse o rendesse inetti alla guida Berna avrebbe adottato l’indicazione “fumare, non guidare”».

L'Ufficio federale di sanità - La questione non è fumosa per la Polizia cantonale che richiama il punto di vista dell’Ufficio federale di sanità pubblica. Che lo scorso novembre aveva ricordato come «nella circolazione stradale il consumo di prodotti con succedanei del tabacco contenenti CBD può comportare il superamento del valore limite di THC consentito nel sangue (1,5 microgrammi di THC per litro) e rendere la persona inabile alla guida». Anche per l’Ufsp è «quindi sconsigliabile consumare questi prodotti e poi mettersi alla guida di un veicolo».

Psicotropa o no? - Lo stesso Ufficio federale sembra tuttavia contraddirsi quando, nello stesso documento, scrive che «la canapa con una concentrazione totale di THC inferiore all’1% non è considerata psicotropa». Corretto, rileva Regazzoni, «perché è un miorilassante, ma non una sostanza psicoattiva e inoltre il CBD annulla l’effetto del THC». Prosegue invece per la propria strada l’Ufficio giuridico della Sezione della circolazione che in alcune sue decisioni sembra fare di tutte le erbe un fascio chiedendo ai consumatori di CBD di astenersi dall’«assunzione di sostanze psicoattive, legali o illegali che siano». Forse aveva ragione Paracelso, quando sosteneva che è la dose che fa il veleno.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 1 anno fa su tio
per quanto riguarda questo argomento (ma non solo) siamo nel medioevo. credo che andrò a vivere in portogallo per tornare qui soltanto a morire. fintanto che sono in vita voglio vivere in mezzo a gente diversamente stupida e diversamente ignorante.
Francesco Sottobosco 1 anno fa su fb
per gli alcolici nelle aree di servizio invece nessun problema.
Anide Pinco 1 anno fa su fb
Chi beve, consuma cannabis e usa farmaci che gli impediscono di reagire in pochi secondi non dovrebbe guidare e non perché riceverebbe la multa o altro ma per evitare ogni possibilità di fare del male ad altri. Se non riuscite a comprendere questo concetto allora riconsegnate la vostra licenza.
volavola 1 anno fa su tio
se l’Ufficio federale di sanità pubblica sconsiglia la guida vuol dire che si può ma è sconsigliato. La dichiarazione della polizia antidroga > non ha nessun valore; né scientifico né giuridico. Inoltre cosa intendono per stati di inattitudine? O lo spiegano e lo dimostrano oppure è meglio che lasciano fare all'Ufficio federale della sanità. Se si riferiscono al superamento del limite di 1.5 microgrammi per litro di sangue forse è il caso di aumentarlo a un valore più indicato al caso.
Pier Ceppi 1 anno fa su fb
... Ma non ci posso credere: ho 52 anni e mezzo piede nella fossa.. E son qua a leggere le stesse cose di 40 anni fa! Ci vogliono regole chiare e misurabili: da tot percento nel sangue è proibito guidare... Ne più ne meno delle regole con l'alcool. Ma ci vuole tanto?
Dana Cobos 1 anno fa su fb
Basta con il proibizionismo, prima del tutto manca il buon senso a entrami, se ce limite per chi beve alcolici fate anche limite del cannabis, none logico?
Lu Lucy 1 anno fa su fb
chi guida non beve e non fuma cannabis, La non idoneità alla guida può essere dovuta a diversi motivi, tra i quali anche il CBD.
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Le solite contraddizioni degli uffici del dipartimento delle istituzioni...
Bryan Paonessa Guerreiro 1 anno fa su fb
Bravo Regazzoni!!
Araceli Togni 1 anno fa su fb
Ma quindi si può o non si può? Insomma avete fatto un articolo che non serve a nulla a parte dire ciò che pensano le due parti...
Stefano Fehr 1 anno fa su fb
Se ci fossero degli apparecchi analoghi all'alcol per il THC, come viene già usato nel Canada, dove in 37 Stati americani medica, fra cui 11 Stati legale ricreativo, le forze dell'ordine da oltre Oceano per loro è già una realtà. Eh vero, ora tra canapa hard, light e quella medica sta diventando un gran problema per la Polizia nel corso degli ultimi trent'anni, ma potranno sempre imparare a qualcosa di nuovo in ambito della tecnologia per la sicurezza stradale.
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
Perché, dovrebbe deciderlo Tio se si può o non si può? 😂
Araceli Togni 1 anno fa su fb
Nadine Ferrari hai letto da qualche parte che dovevano deciderlo loro? Ho solo detto che è un articolo inutile visto che crea solo ancora più confusione.
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
L'articolo non crea confusione: la confusione in un certo senso c'è e l'articolo semplicemente la descrive. Ma se leggi con attenzione, c'è anche la risposta alla tua domanda: se superi il valore limite di THC consentito nel sangue (1,5 microgrammi di THC per litro) sei considerata inabile alla guida e quindi passibile di... pagarne le conseguenze. ;)
Araceli Togni 1 anno fa su fb
Nadine Ferrari non è una risposta, visto che nemmeno hanno la possibilità di controllare né la polizia né chi fuma.... La cosa più semplice sarebbe fare una legge che dice: si puoi o no, non puoi... Sappiamo tutti cosa sta combinando camorino con il famoso medico del traffico, quindi qualcuno dovrà mettere una regola
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
Araceli Togni Scusa ma che razza di legge sarebbe? Sì puoi, cosa? No non puoi, cosa? E soprattutto, come la applicheresti?
Araceli Togni 1 anno fa su fb
Nadine Ferrari una legge che dice che puoi o non puoi guidare avendo assunto la canapa light secondo te che legge è? È una legge molto chiara
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
No, non lo è. Sarebbe come una legge che dice che puoi o non puoi guidare avendo bevuto alcol. E poi come faresti a sapere se qualcuno ha "assunto la canapa (light o non light)"? Glielo chiedi e ti fidi della risposta?
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
Certo, se la legge dicesse semplicemente che "puoi" non ci sarebbe nessun problema... almeno non finché il computo di danni e vittime non comincerà a far "indignare il popolo del web". ;)
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
Stefano dice anche di alzare il limite consentito, quindi si contraddice da solo.
Araceli Togni 1 anno fa su fb
Nadine Ferrari ok, ti sembra normale che posso assumere medicamenti oppiacei e mettermi alla guida? Questo solo perché ho una ricetta medica??? Non fumo ma so questa cosa fa molto meno danni di tanti medicamenti
Araceli Togni 1 anno fa su fb
Nadine Ferrari non si sta dicendo di alzare o meno, si parla di un apparecchio che ti dice quanto hai, poi che scelgano un limite e che facciano rispettare una regola ben precisa, non a come gli gira a pinco pallino al prossimo posto di blocco
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
Araceli Togni Tu non stai dicendo di alzare, Stefano sì. Io non contesto assolutamente l'idea di procurarsi quegli apparecchi, anzi! Dico solo che non ha senso parlare di "si può" o "non si può", perché il primo sarebbe un suicidio e il secondo richiederebbe comunque dei mezzi per verificare.
Araceli Togni 1 anno fa su fb
Nadine Ferrari beh ma allora semplicemente finché non si hanno gli apparecchi, si vieta la guida se si fuma.... Così chi fuma fa una scelta, vuoi fumare? Non guidi. Vuoi guidare? Non fumi. Il problema è che ogni persona assimila in modo differente, magari uno rimane nel limite dopo aver fumato, un altro magari ci può passare dentro come un pollo anche dopo 4 ore...
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
E qui siamo perfettamente d'accordo. 👍 Il punto è che non si possono fare "esperimenti" sulla pelle della gente. Bisogna contenere i rischi, non chiudere gli occhi sperando che tutto vada bene. Nel dubbio si vieta, non il contrario.
Araceli Togni 1 anno fa su fb
Nadine Ferrari infatti quello che intendo, finché non si può valutare correttamente si vieta e basta, se vuoi rischiare fallo, ma sappi che ti può anche andare male... In fondo stiamo dicendo la stessa cosa da un'ora ma in modo diverso😂😂😂
Yoebar 1 anno fa su tio
Per quanto ne sappia, i mio-rilassanti sono tutti prodotti che causano sonnolenza, riflessi e movimenti rallentati, perdita di concentrazione dunque se dite che siete abili alla guida è perché non sapete cosa significa guidare dunque è meglio che andate a piedi.
Bacaude 1 anno fa su tio
@Yoebar Sei favorevole al limite 0 per l'acool? Sei favorele a togliere la patente temporaneamente a chi fa uso medico di psicofarmaci, sonniferi, ansiolitici ed eventualmente antistaminici? Se sì, hai fatto un commento coerente, in caso contrario è evidente che hai perso un'occasione buona per stare in silenzio.
Bacaude 1 anno fa su tio
E' un mio-rilassante dagli effetti noti e conosciuti. Ha anche un blandissimo effetto antidolorifico. Nulla che ostacoli la normale capacità di discernimento. Se la tua domanda poi è che effetto fanno 10 canne CBD non saprei risponderti ma per capire che tutto in eccesso fa male basta il buon senso. Probabilmente anche guidare dopo 1 kg di bucatini all'amatriciana non è una buona idea perchè ti addormenteresti sicuramente... p.s. E nota che lo dico da NON-fumatore e da papà. E' che non tollero più ipocrisia e disinformazione.
Bacaude 1 anno fa su tio
@Bacaude x geiger qui sotto
Marina Caruncho 1 anno fa su fb
Ma può che altro Quelli che guidano sotto effetto di psicofarmaci va bene?
No Eli 1 anno fa su fb
Marina Caruncho no non va bene, se il medico ti prescrive determinati farmaci te lo dice che non puoi guidare
Niki Nicole 1 anno fa su fb
Non puoi guidare nemmeno se esiste una prescrizione medica!!!! Te ritirano la patente di guida e poi qualche migliaio di franchetti dal borsellino sia x la multa sia x riaverla sta benedetta patente!!!!
Loris Cesardi 1 anno fa su fb
Basta non guidare quando si è sotto l'effetto dei cannabinoidi, non mi pare che duri tutto il giorno lo status
Stefano Fehr 1 anno fa su fb
Lo stesso discorso dovresti fare anche con i farmaci tipo oppiacei come il Tramal, metadone, diacetilmorfina e le anfetamine di tipo Ritalin e Concerta. Come paziente guidatore che dispongo di un'autorizzazione speciale dall'Ufficio federale della Sanità Pubblica, e il certificato medico per l'idoneità alla guida, dato che ho la ricetta magistrale a base di canapa con le gocce da prendere a sublinguale con poca acqua. Per i pazienti guidatori per determinati farmaci stupefacenti prescritti dal medico non c'è un limite legale, e poi naturalmente varia da caso di persona ad ulteriori verifiche, se ci sono stati problemi precedenti o non alla guida. Questo per un disturbo neurogico alle gambe irrequieti così indicata.
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
La domanda è: chi decide, e in base a quali criteri, se uno è o meno "sotto l'effetto"? No, perché non vorrei ritrovarmi spiattellata sulle strisce pedonali da uno che ragiona in termini di cannabis come questo qua ragiona in termini di alcool... ;) https://www.youtube.com/watch?v=dkFT2_lDqXs
Prisca Sveva Gandola 1 anno fa su fb
Enrico Giovannini
Bacaude 1 anno fa su tio
Continuo a segnalare l'ipocrisia nel parlare di canapa. Ora perfino il principio attivo CBD dovrebbe rendere inabili alla guida mentre l'alcool continua ad essere tollerato e ben visto. Mi spiego meglio. Esistono chiaramente dei limiti x l'alcool (per fortuna) ma lo 0.5% permette in molti casi di bere 2-3 bicchieri di vino o 3-4 birre se si è un uomo sopra gli 80Kg. Assumere CBD (che non è una sostanza psicoattiva) invece anche in modiche quantità dovrebbe rendere inabili alla guida? Beh io un passaggio tra chi ha bevuto 2-3 bicchierei e chi ha fumato CBD non ho alcun dubbio a chi chiederlo. p.s. Apriamo un dibattito sull'inabilità alla guida di chi assume certi farmaci?
geiger 1 anno fa su tio
@Bacaude ok...mi spieghi quale effetto ha fumare questa cannabis light??
Funkyflusso 1 anno fa su tio
@geiger fumare la canapa light da senso di rilassamento, non da problemi di vista, equilibro e qualsiasi altra cosa. Se fumata eccessivamente fa male.. come tutto d'altronde
Stefano Fehr 1 anno fa su fb
Sarebbe ora che la Confederazione svizzera inalza il limite del THC sulla guida, dato che in Canada e 11 Stati degli USA è legalizzata la cannabis, esistono apparecchi ad aria (Etilometro) analoghe all'alcol. Applicare questo sistema sarebbe indolore a non subire analisi delle urine e del sangue, poichè anche con il THC ogni essere umano trasmette dei dati elettronici attraverso l'aria. Googleate su Google e scrivete Marijuana Breathalyzer, oppure Hound Lab.
Pierpaolo Lai 1 anno fa su fb
E’ stato brevettato qualche mese fa e si pensa che entri in commercio in America entro la fine di quest’anno... quindi prima di averlo passerà qualche tempo
Stefano Fehr 1 anno fa su fb
Molto bene, ed è interessante da sapere come la tecnologia si sta facendo avanti da oltre Oceano. I primi test etilometri che sono stati messi commercio negli anni 50', segnalava la reazione a base del colore; Rosso < 08 ‰ e blú > 0.8 ‰. Secondo le Convenzioni delle Forze dell'ordine come la Svizzera e l'UE potevano migliorare le loro condizioni sui riti del giorno sui guidatori inebriati o meno. Negli inizi degli anni ottanta arrivano gli etilometri, con l'indicatore a cristalli liquidi e oggi a confronto con il digitale. Siamo consapevoli che questo durerà un pò di tempo, ma lontani come 30 anni fa non lo siamo più.
Pierpaolo Lai 1 anno fa su fb
Stefano Fehr si fa avanti da oltre oceano per via della legalizzazione della cannabis... di conseguenza urge un sistema piu immediato per costatare in caso di utilizzo di un mezzo a motore la positività al thc... sono pro legalizzazione ma come con l’alcool bisogna sapere che non si giuda in stato alterato./!!!
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
Sarebbe ora che la si piantasse di parlare di questo come se si trattasse di una bazzecola, piuttosto! Ok per l'uso terapeutico, meno ok per quello "ricreativo" (ma vabbè: valga pure la teoria per cui ognuno può fare quello che gli pare), ma quando si parla di mettersi al volante, in gioco non c'è più solo la vita di chi guida ma pure quella di tutti gli altri. Tirare fuori il Canada e qualche Stato USA per giustificare l'innalzamento di un livello di sicurezza NON è un argomento, tanto quanto non lo è nemmeno il fatto che la cannabis sia stata legalizzata. In Canada, per esempio, il suddetto limite equivale a 2µg/l che comunque non è poi molto più alto del nostro (1.5µg/l). In alcuni Stati USA il limite è più alto (5µg), in altri come in Canada, in Pennsylvania è più basso (1µg) e in altri c'è addirittura TOLLERANZA ZERO. Inoltre a quanto pare non è così semplice definire un livello come succede per l'alcool, visto che le reazioni sono molto differenti da persona a persona: con questa premessa cosa si vuol fare, "stare larghi" per far piacere a voi consumatori o mantenersi cauti per evitare il maggior numero di eventuali rischi / danni / vittime?
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
Sarebbe ora che la si piantasse di parlare di questo come se si trattasse di una bazzecola, piuttosto! Ok per l'uso terapeutico, meno ok per quello "ricreativo" (ma vabbè: valga pure la teoria per cui ognuno può fare quello che gli pare), ma quando si parla di mettersi al volante, in gioco non c'è più solo la vita di chi guida ma pure quella di tutti gli altri. Tirare fuori il Canada e qualche Stato USA per giustificare l'innalzamento del livello di sicurezza NON è un argomento, tanto quanto non lo è nemmeno il fatto che da qualche parte la cannabis sia stata legalizzata. In Canada, per esempio, il suddetto limite equivale a 2µg/l che comunque non è poi molto più alto del nostro (1.5µg/l). In alcuni Stati USA il limite è più alto (5µg), in altri è come in Canada, in Pennsylvania è più basso (1µg) e in altri c'è addirittura TOLLERANZA ZERO. Inoltre a quanto pare non è così semplice definire un livello come succede per l'alcool, visto che le reazioni sono molto differenti da persona a persona... Con questa premessa cosa si vuol fare: "stare larghi" per far piacere a voi consumatori o mantenersi cauti per evitare il maggior numero di eventuali rischi / danni / vittime?
Stefano Fehr 1 anno fa su fb
Con il dovuto rispetto, non mi sembra di attaccarmi per una cosa che è realistica e neppure utopica. Le Forze dell'ordine svizzere ed europee sarebbero contenti di poter usufruire a questi tipo di macchinari. Non possiamo usare una bazzecola di tipo di bloccare il mercato gli aggeggi per la sicurezza stradale usare la scusa sull'iniziativa contro l'immigrazione di massa del 9 febbraio 2014, o persino fare autodeterminazione con noi stessi per la Svizzera. Nadine Ferrari, come paziente dispongo di una ricetta magistrale a base di canapa, indicata sul Restless Leg Syndrom, e ho un certificato medico di idoneità alla guida e il permesso speciale da Berna dall'Ufficio federale della Sanità Pubblica. Per i guidatori pazienti non c'è un limite legale, rispetto al guidatore che non dispone della canapa terapeutica con licenza. Voi parlate tanto di fare distinzione fra canapa ricreativa con quella medica, ma allora dunque, l'alcool, durante il periodo dell'influenza spagnola, veniva usata come rimedio contro questa. L' Assenzio, derivanto dall'Arthemisia absentium a scopo medico a madri in difficoltà veniva usato per interrompere la gravidanza nell'inizio 900'. Di recente uno studio tedesco afferma che il THC del giorno dopo con c'è una correlazione fra la non idoneità di guida. Anche l'alcol dopo settimane lo si può rilevare dopo 1 mese nei reni. Sarebbe corretto che il THC sia medico e ricreativo in futuro la polizia si potrà dotare a questi apparecchi. Basterebbe che la Svizzera faccia un accordo scambio con il Canada, così le Forze dell'ordine avranno gli stessi diritti 😉
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
Ho scritto da qualche parte che sono contro l'utilizzo di questi "macchinari" o che vorrei "bloccarne il mercato"? No. Ho scritto qualcosa contro di te o qualunque cosa contro l'uso terapeutico della canapa? No. Ho parlato di distinzioni, immigrazione di massa (o.O) o altro? No. Ho solo detto che non sono d'accordo nell'alzare un limite che riguarda la sicurezza di TUTTI per accontentare qualcuno, in base a ciò che fa il Canada o chicchessia. Stessa cosa riguardo a tutte le teorie (pro e contro) che girano: finché non si sarà sufficientemente certi di quali siano le reali implicazioni, pretendere di alzare il livello di sicurezza è assurdo, per non dire criminale. E comunque ti ripeto che in Canada il limite è 2µg/l. A te probabilmente interessa poter guidare e lo posso anche capire; a me interessa non vedere persone spalmate sull'asfalto o contro i muri. :)
Stefano Fehr 1 anno fa su fb
Non ho detto che lei mi afferma il 9 febbraio o l'autoterminazione, ma siccome lei non è d'accordo con questi inalzamenti, sono simili a una scusante subdola che la Svizzera non imiti altri paesi. Anche se lei non ha detto questo, la scusante con questa versione si addice 😉😊
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
Ehm...... Eh? o.O
AutoscuolaPetra 1 anno fa su fb
Stefano Fehr dai anche 1 occhiata alle statistiche degli incidenti automobilistici di questi “pionieri” del disagio del traffico e vedrai che le notizie sono tutt’altro che positive.
Stefano Fehr 1 anno fa su fb
Le ho già viste, ma siccome non possiamo postare foto e link, un recente studio della Germania afferma che non c'è una correlazione con del THC passivo del giorno dopo o dopo 3 giorni nel grasso con l'inidoneità alla guida. Gli Studi scientifici statstisci fra il positivo e il negativo si dividono ancora adesso sulla guida, se ci fosse la vera verità. Siamo tutti d'accordo che il THC rimane tra le due-tre settimane, se non oltre 1 mese nelle urine, ma se non viene regolantata la cannabis non dobbiamo nemmeno discutere a una possibile prassi che riguarda la prevenzione e la repressione alla guida per i test d'aria analoghe all'alcol sulla circolazione stradale. Se ci fossero appunto questi tipi di apparecchi ad aria, sia per i guidatori e per operai che lavorano con dei macchinari pericolosi avremmo anche maggiore sicurezza a entrambi per queste peculiarità di persone.
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
Scusa ma si capisce ben poco di quello che scrivi, sai? Detto ciò, non vedo perché ciò che dice il "recente studio" di cui parli dovrebbe valere più di qualsiasi altro e/o della realtà dei fatti (le statistiche di cui sopra). Inoltre, se stai dicendo che siccome non ci sono certezze non si può discutere una prassi e contemporaneamente chiedi che si innalzino i limiti, secondo me non è che sei proprio proprio in chiaro... ;)
Stefano Fehr 1 anno fa su fb
Non dico più nulla, smettetela ora di fare le tastiere da leoni nolenti o violenti, andate su Google e fate un confronto da persone con mani esperte dalla Germania, e non quelle italiane o da persone di tipo Scientology, Narco-non o San Patrignano. Mi fido sincermante degli studi dalla Germania, e non questa tipica italianità di paternalismo. Grazie 😊
Nadine Ferrari 1 anno fa su fb
Le tastiere da leoni nolenti o violenti, sì, certo... 😂
Stefano Fehr 1 anno fa su fb
Ho detto in generale tastiera di leoni violenti o nolenti, se leggi le condizioni di base di Ticino online capirai.
Maxy70 1 anno fa su tio
E se invece della solita bottega (io dico di si, tu dici di no) si nominasse una commissione, composta da persone competenti, a seguito della quale si da una direttiva una volta per tutte?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
33 min
La critica di Suter: «Al ristorante seduti, in discoteca in 300»
Il presidente di Gastrosuisse Ticino fa notare alcuni «paradossi» nelle scelte operate da Berna
CANTONE
40 min
La casa dei sogni post Covid? Di certo quella col giardino
Interessati soprattutto francesi e italiani. L'analista: «Tutto dipenderà dai flussi migratori in Italia».
FOTO E VIDEO
CADEMARIO
9 ore
Finisce contro un'auto, gravi ferite per un centauro
Il motociclista si è scontrato con un veicolo che si immetteva su via Cantonale da una strada secondaria.
VIDEO
CANTONE
11 ore
I festival si possono fare, purchè online: il caso di Poestate
Il festival letterario si trasferisce online, grazie alla collaborazione con Tio.ch/20minuti
SVIZZERA / CANTONE
12 ore
Quell'assalto alle dogane che non c'è stato
L'Amministrazione federale delle dogane non ha rilevato «un aumento significativo» del traffico transfrontaliero.
CANTONE
14 ore
AlpTransit ritarda: «Perché il Ticino non è stato coinvolto?»
Lorenzo Quadri chiede al Consiglio federale di prendere posizione sullo slittamento dell'orario 2021
CANTONE
15 ore
L'orario 2021 slitta ad aprile, il DT: «Ingiustificabile»
Dal dipartimento di Zali vengono espressi «delusione e rammarico» e si denunciano «danni milionari»
FOTO
VEZIA
17 ore
Il non profit si fa professionale
Il Centro competenze non profit è stato presentato stamattina alla stampa dal suo direttore, Giorgio Panzera
FOTO
MAGLIASO
18 ore
Anche gli zoo si preparano a riaprire
Nella struttura di Magliaso è in corso la posa della segnaletica per il mantenimento delle distanze
FOTO
CONFINE
20 ore
L'auto finisce nel lago, muore una 24enne
La tragedia si è consumata nella notte in Via per Cernobbio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile